Enrico Maria Salerno (1926-1994)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1994
  • Data di nascita: 18 Settembre 1926
  • Professione: Attore
  • Luogo di nascita: Milano (MI)
  • Nazione: Italia
  • Enrico Maria Salerno in Rete:

  • Wikipedia: Enrico Maria Salerno su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Enrico Maria Salerno
    Enrico Maria Salerno (Milano, 18 settembre 1926 – Roma, 28 febbraio 1994) è stato un attore, regista e doppiatore italiano.

    Biografia
    Dopo una breve ma fruttuosa collaborazione col Piccolo Teatro di Milano, dal 1954 al 1955 (e per altri anni successivi) lavora al Teatro Stabile di Genova, portando in scena con successo opere di Dostoevskij, Pirandello e Giraudoux. Apprezzato interprete drammatico, Enrico Maria Salerno diventa in breve un grande e noto attore teatrale.
    Teatro
    Nel 1960 fonda insieme ad Ivo Garrani e Giancarlo Sbragia la "Nuova Compagnia degli Associati", gruppo impegnato nell'allestimento di spettacoli impegnati e di critica sociale, come Sacco e Vanzetti di Roli e Vincenzoni. Nel 1963 è un marito vittima di un vizioso ménage coniugale in una riuscita trasposizione della pièce Chi ha paura di Virginia Woolf? di Edward Albee, con Sarah Ferrati e diretto da Franco Zeffirelli.
    Nel 1967 viene scritturato da Garinei e Giovannini come protagonista della commedia musicale Viola, violino e viola d'amore, ed avrà come compagne di lavoro le gemelle Kessler.
    Nel novembre del 1979 vuole accanto a sè a teatro Veronica Lario, con la quale aveva a quel tempo una relazione, come protagonista femminile della commedia di Fernand Crommelynck Il magnifico cornuto (Le cocu magnifique). Veronica aveva ventitré anni ed era Stella, moglie di un uomo patologicamente geloso che, a un certo punto, la costringe a mostrare il seno nudo a un altro uomo (per la cronaca, l'attore Gerardo Amato, fratello di Michele Placido).
    Cinema
    Intanto è attivo anche al cinema, sia come attore (La lunga notte del '43, 1960; Le stagioni del nostro amore, 1966; L'estate, 1967; Un prete scomodo, 1975) che come doppiatore: è sua la voce di Clint Eastwood nella "trilogia del dollaro" di Sergio Leone, ma anche di Enrique Irazoqui nel Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini. Come regista invece colse un grande successo al primo film, Anonimo veneziano (1970), seguito poi da Cari genitori (1972) ed Eutanasia di un amore (1978), tratto dal romanzo di Giorgio Saviane.
    Televisione
    In televisione ottenne una enorme popolarità nel biennio 1968-69 come protagonista del telefilm La famiglia Benvenuti, suoi compagni di lavoro erano Valeria Valeri, Gina Sammarco, nella parte della fedele domestica e Giusva Fioravanti destinato a diventare famoso negli anni di piombo.
    Fu il primo presentatore dello show Senza Rete. Nel 1983 apparve in Legati da tenera amicizia di Alfredo Giannetti.
    Fratello del regista Vittorio Salerno, si sposò due volte: la prima con Fioretta Pierella che gli diede quattro figli, la seconda con l'attrice Laura Andreini con cui visse gli ultimi dodici anni della sua vita. Fuori dal matrimonio ebbe una relazione con l'attrice Valeria Valeri; ebbe da lei una figlia, Chiara Salerno, anch'essa doppiatrice e popolare attrice televisiva. Ebbe anche una relazione con la ballerina Ellen Kessler, con la quale incise anche un disco a 45 giri, tratto dalla commedia musicale "Viola, violino e viola d'amore".
    Il suo ultimo spettacolo debutta al Teatro Pergolesi, di Jesi, nel gennaio 1993. È lui, nell'interpretazione di Willie Loman, il protagonista del dramma Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller, allestimento di cui Salerno cura anche la regia.
    Filmografia
    Attore
    La tratta delle bianche, regia di Luigi Comencini (1952)
    Siluri umani, regia di Antonio Leonviola (1954)
    Estate violenta, regia di Valerio Zurlini (1959)
    La lunga notte del '43, regia di Florestano Vancini (1960)
    Le signore, regia di Turi Vasile (1960)
    Saffo venere di Lesbo, regia di Pietro Francisci (1960)
    L'assedio di Siracusa, regia di Pietro Francisci (1960)
    La sposa bella, regia di Nunnaly Johnson (1960)
    Era notte a Roma, regia di Roberto Rossellini (1960)
    Odissea nuda, regia di Franco Rossi (1961)
    Ercole alla conquista di Atlantide, regia di Vittorio Cottafavi (1961)
    La bellezza di Ippolita , regia di Giancarlo Zagni (1962)
    L'uomo dalla maschera di ferro, regia di Henry Decoin (1962)
    Una vita violenta, regia di Paolo Heusch e Brunello Rondi (1962)
    Smog, regia di Franco Rossi (1962)
    L'amore difficile, episodio "Le donne", regia di Sergio Sollima (1962)
    Urlo contro melodia nel Cantagiro '63, regia di Arturo Gemmiti (1963)
    Violenza segreta, regia di Giorgio Moser (1963)
    Il fornaretto di Venezia, regia di Duccio Tessari (1963)
    Scappamento aperto, regia di Jean Becker (1964)
    I maniaci, regia di Lucio Fulci (1964)
    La fuga, regia di Paolo Spinola (1964)
    Tre notti d'amore, episodio "La moglie bambina", regia di Franco Rossi (1964)
    Queste pazze pazze donne, regia di Marino Girolami (1964)
    Il vangelo secondo Matteo, regia di Pier Paolo Pasolini (1964)
    Lo scippo , regia di Nando Cicero (1965)
    L'ombrellone, regia di Dino Risi (1965)
    I soldi, regia di Gianni Puccini (1965)
    La bugiarda, regia di Luigi Comencini (1965)
    La costanza della ragione, regia di Pasquale Festa Campanile (1965)
    Su e giù, regia di Mino Guerrini (1965)
    Casanova '70, regia di Mario Monicelli (1965)
    Io la conoscevo bene, regia di Antonio Pietrangeli (1965)
    Le stagioni del nostro amore , regia di Florestano Vancini (1966)
    L'estate, regia di Paolo Spinola (1966)
    Le fate, episodio "Fata Sabina", regia di Luciano Salce (1966)
    Il grande colpo dei sette uomini d'oro, regia di Marco Vicario (1966)
    L'armata Brancaleone, regia di Mario Monicelli (1966)
    Tre pistole contro Cesare, regia di Enzo Peri (1967)
    Un treno per Durango, regia di Mario Caiano (1967)
    Sentenza di morte, regia di Mario Lanfranchi (1967)
    La notte pazza del conigliaccio, regia di Alfredo Angeli (1967)
    L'amore attraverso i secoli, episodio "L'età della pietra", regia di Franco Indovina (1967)
    Bandidos, regia di Max Dillmann (1967)
    Candy e il suo pazzo mondo, regia di Christian Marquand (1968)
    La battaglia di El Alamein , regia di Giorgio Ferroni (1968)
    Vedo nudo, regia di Dino Risi (1969)
    Nell'anno del Signore, regia di Luigi Magni (1969)
    L'uccello dalle piume di cristallo, regia di Dario Argento (1970)
    Contestazione generale, regia di Luigi Zampa (1970)
    Ciao Gulliver, regia di Carlo Tuzii (1970)
    Il prete sposato, regia di Marco Vicario (1970)
    A cuore freddo, regia di Riccardo Ghione (1971)
    Noi donne siamo fatte così, regia di Dino Risi (1971)
    L'assassino di Trotsky, regia di Joseph Losey (1972)
    La polizia ringrazia, regia di Steno (1972)
    La violenza: Quinto potere, regia di Florestano Vancini (1972)
    Contratto carnale, regia di Giorgio Bontempi (1973)
    Ingrid sulls strada, regia di Brunello Rondi (1973)
    La polizia è al servizio del cittadino?, regia di Romolo Guerrieri (1973)
    La notte dell'ultimo giorno, regia di Adimaro Sala (1973)
    No, il caso è felicemente risolto, regia di Vittorio Salerno (1973)
    La polizia sta a guardare, regia di Roberto Infascelli (1973)
    Bisturi, la mafia bianca, regia di Luigi Zampa (1973)
    Un uomo una città, regia di Romolo Guerrieri (1974)
    Il corpo, regia di Luigi Scattini (1974)
    Hold up: istantanea di una rapina, regia di German Lorente (1974)
    La città gioca d'azzardo, regia di Sergio Martino (1974)
    L'ultimo treno della notte, regia di Aldo Lado (1975)
    ...a tutte le auto della polizia, regia di Mario Caiano (1975)
    Fango bollente, regia di Vittorio Salerno (1975)
    La polizia interviene: ordine di uccidere, regia di Giuseppe Rosati (1975)
    Un prete scomodo, regia di Pino Tosini (1975)
    Brogliaccio d'amore, regia di Decio Silla (1976)
    Bestialità, regia di Virgilio Mattei (1976)
    Una vita venduta, regia di Aldo Florio (1976)
    Che notte, quella notte, regia di Ghigo De Chiara (1977)
    Un donna di seconda mano, regia di Pino Tosini (1977)
    Amori miei, regia di Steno (1978)
    Tesoromio, regia di Giulio Paradisi (1979)
    Il corpo della ragassa, regia di Pasquale Festa Campanile (1979)
    Cocco mio, regia di Jean Pierre Rawson (1979)
    Il carabiniere, regia di Silvio Amadio (1981)
    L'ultima volta insieme, regia di Ninì Grassia (1981)
    Sballato, gasato, completamente fuso, regia di Steno (1982)
    Legati da tenera amicizia, regia di Alfredo Giannetti (1983)
    Scuola di ladri, regia di Neri Parenti (1986)
    I padroni dell'estate, regia di Mario Parodi (1987)
    Scuola di ladri parte seconda, regia di Neri Parenti (1987)
    Il Volpone, regia di Maurizio Ponzi (1988)
    Regista
    Anonimo veneziano (1970)
    Cari genitori (1973)
    Eutanasia di un amore (1978)
    Disperatamente Giulia (1989), miniserie TV
    Il barone (1995), miniserie TV
    Televisione
    Orgoglio e pregiudizio, regia di Sergio Dalmie (1957), miniserie
    Umiliati e offesi, regia di Vittorio Cottafavi (1958)
    La spada di Damocle, regia di Vittorio Cottafavi (1958)
    Antigone, regia di Vittorio Cottafavi (1958)
    Processo di famiglia, regia di Vittorio Cottafavi (1959)
    Macbeth, regia di Alessandro Brissoni (1960)
    Mastro Don Gesualdo, regia di Giacomo Vaccari (1964)
    Così è (se vi pare), regia di Vittorio Cottafavi (1964)
    Antonio e Cleopatra, regia di Vittorio Cottafavi (1965)
    La famiglia Benvenuti , regia di Alfredo Giannetti (1968), serie TV
    1943: un incontro, regia di Alfredo Giannetti (1969)
    Salvo D'Acquisto, regia di Romolo Guerrieri (1974)
    Sotto il placido Don, regia di Vittorio Cottafavi (1974), miniserie
    Quasi quasi mi sposo, regia di Vittorio Sindoni (1982)
    All'ombra della grande quercia, regia di Alfredo Giannetti (1984), miniserie
    Guerra di spie, regia di Duccio Tessari (1988), miniserie
    Disperatamente Giulia, regia di Enrico Maria Salerno (1989), miniserie
    Piazza di Spagna, regia di Florestano Vancini (1993), miniserie
    Doris una diva di regime, regia di Alfredo Giannetti (1993)
    Prosa radiofonica
    RAI
    Il piccolo principe, di Antoine De Saint-Exupéry, con Dario Dolci, Renzo Giovampietro, Enrico Maria Salerno, Roberto Villa, Giovanna Galletti, regia di Alberto Casella sabato 20 ottobre 1951 rete azzurra ore 21,20.
    Processo per nessuno , radiodramma di Alfio Valdarnini, con Tino Buazzelli, Renato Cominetti, Enrico Maria Salerno, regia di Pietro Masserano Taricco, trasmessa sabato 15 dicembre 1951, nella rete azzurra, ore 22,20
    Tartufo , di Molière, con Marcello Moretti,Adriana Asti, Lilla Brignone, Enrico Maria Salerno, Memo Benassi, regia di Gianni Santuccio, domenica 5 agosto 1956, terzo programma ore 16,50.
    L'allodola, di Jean Anouilh, Compagnia del Teatro di via Manzoni, con Memo Benassi, Gianni Santuccio, Lilla Brignone, Enrico Maria Salerno, Adriana Asti, Glauco Mauri, regia di Mario Ferrero, mercoledì terzo programma, 22 luglio 1959.
    Capitan Veleno, di Edmondo Cotignoli, con Enrico Maria Salerno, Laura Rizzoli, Esperia Sperani, Giampaolo Rossi, regia Alessandro Brissoni, venerdì 20 novembre 1959, secondo programma ore 17.
    Collegamenti esterni
    Scheda su Enrico Maria Salerno dell'Internet Movie Database
    Scheda su Enrico Maria Salerno de Il mondo dei doppiatori
    Enrico Maria Salerno, vita e spettacoli
    Dai diari dell'autore della fotografia (Marcello Gatti) del film Eutanasia di un amore:
    Scheda di Enrico Maria Salerno su Calliopea
    Portale Biografie
    Portale Cinema
    Portale Teatro

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Enrico_Maria_Salerno"
    Categorie: Biografie | Attori italiani | Registi italiani | Doppiatori italiani | Nati nel 1926 | Morti nel 1994 | Nati il 18 settembre | Morti il 28 febbraio | Attori teatrali italiani | Presentatori del Festival di SanremoCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 18 Settembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre