Emanuele Macaluso (86)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 21 Marzo 1924
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Caltanissetta (CL)
  • Nazione: Italia
  • Emanuele Macaluso in Rete:

  • Wikipedia: Emanuele Macaluso su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Emanuele Macaluso (Caltanissetta, 21 marzo 1924) è un politico, sindacalista e giornalista italiano.
    Nato in una famiglia dalle condizioni economiche disagiate (il padre era operaio delle ferrovie e la madre era casalinga), nel 1941 aderisce clandestinamente al Partito Comunista Italiano e negli anni conclusivi della seconda guerra mondiale manda in stampa un giornale di sinistra allegato a l'Unità. Giovanissimo prese parte al movimento sindacale siciliano, diventando nel 1944 dirigente della Camera del lavoro del suo paese. Nel 1946 formò una nuova corrente sindacale chiamata "Lega" che, nel maggio del 1947, divenne di maggioranza nella CGIL siciliana: da quel momento fino al 1951 Macaluso fu segretario regionale del più grande sindacato nostrano.
    Proprio nel 1951 si dimetterà dall'incarico per candidarsi con successo con il PCI come deputato regionale, partecipando alla II, III e IV legislatura all'Assemblea Regionale Siciliana (1951-1963). Fu chiamato da Togliatti nel comitato centrale del PCI nel 1956. Nel 1958, da segretario regionale del PCI, con un'astuta mossa politica, fu uno dei fautori di un governo regionale in Sicilia (definito "milazzismo" dal nome di Silvio Milazzo, colui che lo guidò) in cui la Democrazia Cristiana (che pur contava sulla maggioranza dei voti) era in minoranza mentre comunisti, socialisti, monarchici e Movimento Sociale Italiano insieme a fuoriusciti DC, formavano la maggioranza. Proprio l'alleanza PCI-MSI suscitò le critiche di molti, e persino Palmiro Togliatti venne invitato ad esprimere un parere: contrariamente a quello che ci si potrebbe aspettare egli difese l'operato di Macaluso.
    Membro della corrente riformista (o, come diceva lui, migliorista) del partito, nel 1960 entrò nella Direzione del PCI mentre sotto Enrico Berlinguer fece parte della Segreteria e dell'Ufficio Politico. In quel periodo diresse la Sezione di organizzazione dei comunisti, la stampa e la propaganda e, in un secondo momento, la Sezione meridionale. Sono da considerare un fiore all'occhiello le querele per diffamazione ricevute da personaggi notoriamente mafiosi.
    Divenne per la prima volta deputato nazionale nella Camera dei Deputati nel 1963, confermando questa carica fino al 1976, anno in cui entrò nel Senato della Repubblica, in cui concluse la sua esperienza nel 1992.
    Giornalista professionista, dal 1982 al 1986 fu direttore de l'Unità, che egli tentò di modernizzare. Negli anni novanta non fu ostile alla trasformazione del movimento in Partito Democratico della Sinistra e nel 1991 si ricandidò come deputato regionale, non venendo eletto tuttavia per pochi voti: da quel momento in poi non si occupò più di politica attiva. Attualmente Macaluso dirige la rivista Le nuove ragioni del socialismo, mensile da lui fondato nel 1996 ed è editorialista de La Stampa. Fino al 5 marzo 2008 ha collaborato in veste di editorialista con il quotidiano Il Riformista, dalle cui pagine si è spesso premurato di sostenere l'ancoraggio di una moderna forza laica della Sinistra Italiana ai valori del Socialismo Europeo.
    Occasionalmente anche scrittore, ha pubblicato diverse opere tra cui: La mafia e lo Stato; I comunisti e la Sicilia; La Sicilia e lo Stato; Togliatti e i suoi eredi; Giulio Andreotti fra Stato e mafia; Da cosa non nasce cosa e La mafia senza identità.
    Note


      ^ http://legislature.camera.it/_dati/leg05/lavori/stampati/pdf/004_146001.pdf
      ^ http://legislature.camera.it/_dati/leg06/lavori/stampati/pdf/004_092001.pdf
      ^ Antonio Saltini, Macaluso: il P.C.I. ha una proposta per l'Europa, Terra e vita n.9, 24 febb. 1979

    Portale Biografie
    Portale Letteratura

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Emanuele_Macaluso"
    Categorie: Biografie | Politici italiani del XX secolo | Sindacalisti italiani | Giornalisti italiani del XX secolo | Nati nel 1924 | Nati il 21 marzo | Politici del Partito Comunista Italiano | Deputati italiani | Senatori italiani | Deputati all'Assemblea Regionale Siciliana | Scrittori italiani del XX secolo | Direttori di periodici | L'Unità (quotidiano)Categoria nascosta: BioBot

    « Torna al 21 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre