Dwight David Eisenhower (1890-1969)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1969
  • Data di nascita: 14 Ottobre 1890
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Denison
  • Nazione: Stati Uniti
  • Dwight David Eisenhower in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Dwight David Eisenhower
  • Wikipedia: Dwight David Eisenhower su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Dwight David "Ike" Eisenhower (Denison, 14 ottobre 1890 – Washington, 28 marzo 1969) è stato un generale e politico statunitense. Comandante in capo delle Forze Alleate in Europa durante la Seconda guerra mondiale col grado di generale di corpo d'armata, fu dal 1953 al 1961 il 34° presidente degli Stati Uniti d'America.

    Famiglia e prime esperienze
    Eisenhower nacque a Denison, nel Texas, terzo di sette figli, da David Jacob ed Ida Elizabeth Stover, unico loro figlio nato in Texas. Il suo nome era David Dwight, ma subito incominciarono a chiamarlo con il diminutivo di Ike. La famiglia di Eisenhower proveniva da Forbach in Alsazia, ma viveva in America fin dal XVIII secolo. La famiglia fece ritorno ad Abilene, Kansas, nel 1892. Eisenhower si diplomò alle scuole superiori di Abilene nel 1909 e lavorò dal 1909 al 1911 alla Belle Springs Creamery, un'industria casearia.
    Eisenhower si sposò con Mamie Geneva Doud (1896-1979), a Denver, Colorado, il 1 luglio 1916. Ebbero due figli, Doud Dwight Eisenhower (1917-1921), la cui tragica morte nell'infanzia colpì la coppia per sempre, e John Sheldon David Doud Eisenhower (n. 1922, vivente). John Eisenhower prestò servizio nell’Esercito degli Stati Uniti e quindi lavorò come ambasciatore degli Stati Uniti in Belgio. Il figlio di John e Barbara Thompson, David Eisenhower, dopo che fu nominato a Camp David, sposò Julie, figlia di Richard Nixon, nel 1968 ed ebbero una figlia chiamata Adriana nel 1969.
    Religione
    La famiglia di Eisenhower faceva originariamente parte della "Chiesa dei Fratelli in Cristo", una chiesa evangelica mennonita. Tuttavia, quando lui ebbe cinque anni, i suoi genitori divennero seguaci degli Studenti biblici, i cui i membri successivamente presero il nome di Testimoni di Geova. La casa Eisenhower servì come luogo d’incontro del gruppo religioso dal 1896 al 1915, quando il padre abbandonò l'organizzazione religiosa a causa della mancata realizzazione delle profezie della fine del mondo che gli Studenti Biblici aspettavano per il mese di ottobre 1914 e 1915. I testimoni di Geova celebrarono il funerale del padre di Ike quando morì negli anni 1940. La madre di Ike continuò ad essere attiva testimone di Geova fino alla propria morte, mentre Ike ed i suoi fratelli smisero di frequentare regolarmente dopo il 1915. Ike godette un rapporto stretto con sua madre, durante il corso della loro vita e usò persino una Bibbia stampata della Torre di Guardia (l'associazione dei testimoni di Geova) per il giuramento del suo secondo mandato presidenziale.
    Durante gli anni successivi, Eisenhower fu battezzato, cresimato e divenne praticante nella chiesa presbiteriana durante una cerimonia il 1 febbraio 1953, poche settimane dopo il suo primo mandato come presidente. Durante i suoi anni di pensione, fu membro della Gettysburg Presbyterian Church (chiesa presbiteriana) di Gettysburg, in Pennsylvania.
    Carriera militare

    Video sulla carriera del presidente
    Al contrario di quello che si potrebbe pensare, Eisenhower non ebbe una carriera militare particolarmente brillante. Aveva studiato all'Accademia di West Point, e uscito dalla stessa con buoni voti, ebbe il compito di addestrare le reclute alla vigilia dell'entrata in guerra degli USA nel 1917.
    Nel marzo del 1941 era diventato colonnello, e nel corso di una battaglia simulata in Louisiana ebbe modo di mostrare notevoli capacità tattiche, e fu nominato generale di brigata. Nel 1942, il Segretario di Stato George Marshall lo designò come Comandante in capo delle forze americane in Europa. Eisenhower guidò lo sbarco in Marocco, battendo le truppe dell'Asse in Nordafrica, e fu anche l'ideatore degli sbarchi in Italia, in Sicilia e a Salerno, e fu lui ad accettare dall'Italia l'armistizio di Cassibile del 3 settembre 1943 (annunciato il successivo 8 settembre). In seguito, il presidente Roosevelt gli assegnò il comando dello sbarco in Normandia, nome in codice "operazione Overlord", che ebbe inizio il 6 giugno 1944, giorno universalmente notò come "D-Day", che fu una delle più grandi operazioni militari di tutta la storia bellica. "Ike" guidò le armate alleate fino nel cuore della Germania nazista e decise le sorti della guerra. Si temette per la sua vita durante la controffensiva tedesca delle Ardenne, durante l'operazione denominata Operazione Greif che sembrava dovesse attentare alla vita del generale da parte di un Kommando tedesco comandato da Otto Skorzeny. Dopo la fine della guerra, nei campi di prigionia sotto la sua responsabilità, morirono moltissimi soldati tedeschi prigionieri (stime parlano di 900.000 vittime), segregati in condizioni disumane. Questo provocò la reazione anche di Papa Pio XII che affermò che i vincitori non si dovevano abbassare allo stesso livello dei vinti per quanto riguardava il rispetto della vita umana.
    Presidenza
    Dwight Eisenhower e Francisco Franco, 1959
    Per la sua competenza strategica gli furono tributati grandi onori, e il partito repubblicano statunitense lo scelse come candidato per le elezioni politiche alla presidenza degli Stati Uniti del 1952. Batté alle elezioni il candidato democratico Adlai Stevenson.
    Eisenhower Dollar - 1978 - dritto
    Eisenhower Dollar - 1978 - rovescio
    Da presidente si dimostrò equilibrato sia in politica interna che in politica estera: per quanto riguarda la prima, a differenza di quanto sperato da molti conservatori, non smantellò il New Deal ma, anzi, promosse alcune riforme in politica sanitaria. In politica estera, se durante la campagna elettorale aveva accusato l'amministrazione Truman di una lotta inefficace nei confronti del comunismo (al contenimento egli opponeva il rollback, cioè un ruolo attivo nel ridurre l'influenza dell'Unione sovietica), nei fatti continuò la politica del predecessore; nel 1954 concluse la pace con la Corea del Nord.
    Discorso d'Addio alla Nazione
    Eisenhower, alla fine degli anni 1940 fu un convinto sostenitore della corsa agli armamenti. Alla fine del suo mandato, il 17 gennaio 1961, nel discorso d'addio (Farewell Address) alla Nazione, Eisenhower mise in guardia il mondo dal pericolo rappresentato dagli interessi commerciali dell'industria bellica, che per sopravvivere aveva sempre bisogno di qualche guerra.
    Influenza culturale
    Eisenhower venne associato al mondo della moda in due occasioni: la più importante quando venne lanciata la giacca "stile Eisenhower" negli anni '60: gli stilisti di allora si ispirarono al giubbotto militare a doppiopetto basso che egli era solito usare, di lì poi venne di gran moda il doppiopetto maschile e femminile, anche se solo il primo è poi durato. Sua moglie era invece una frequente visitatrice di una delle migliori sartorie di Firenze, in Piazza della Repubblica.
    Onorificenze
    Cavaliere di Gran Croce della Legion d'Onore
    Note


      ^ Testo originale della citazione: Every gun that is made, every warship launched, every rocket fired signifies in the final sense, a theft from those who hunger and are not fed, those who are cold and are not clothed. This world in arms is not spending money alone. It is spending the sweat of its laborers, the genius of its scientists, the hopes of its children. This is not a way of life at all in any true sense. Under the clouds of war, it is humanity hanging on a cross of iron. Da Wikiquote
      ^ Giorgio Bonacina, Obiettivo: Italia - I bombardamenti aerei delle città italiane dal 1840 al 1845, Mursia, Milano, (c) 1970 ISBN 88-425-3517-6, pag. 209.
      ^ en Last Farewell Address: Military-industrial complex speech
      ^ cfr fashion buyng and merchandising, packard winters axelrod, New York, 1976,78,79,80

    Altri progetti
    Commons
    Wikiquote
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Dwight D. Eisenhower
    Wikiquote contiene citazioni di o su Dwight D. Eisenhower
    Collegamenti esterni
    en The Eisenhower Foundation, Abilene, KS
    en Presidential Library e Museum
    en White House biography
    en Eisenhower Tapes
    en First Inaugural Address: The American Way of Life speech
    en Audio clips of Eisenhower's speeches
    Portale Biografie
    Portale Politica
    Portale Guerra

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Dwight_D._Eisenhower"
    Categorie: Biografie | Generali statunitensi | Politici statunitensi | Nati nel 1890 | Morti nel 1969 | Nati il 14 ottobre | Morti il 28 marzo | Personalità statunitensi della Seconda guerra mondiale | Presidenti statunitensi | Decorati con la Legion d'Onore | Politici del Partito Repubblicano (Stati Uniti) | Complesso politico militare industrialeCategorie nascoste: BioBot | Voci di qualità su sv.wiki

    « Torna al 14 Ottobre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre