Diego Pablo Simeone (40)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 28 Aprile 1970
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Buenos Aires
  • Nazione: Argentina
  • Diego Pablo Simeone in Rete:

  • Wikipedia: Diego Pablo Simeone su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Diego Pablo Simeone (Buenos Aires, 28 aprile 1970) è un allenatore di calcio e ex calciatore argentino.
    Noto al mondo del calcio con il soprannome di Cholo (termine storico che deriva dall'azteco Xoloitzcuintli e che indica un particolare incrocio di razze), è stato uno dei più grandi incontristi degli anni Novanta. Figura al terzo posto nella graduatoria delle presenze con la Nazionale argentina.

    Carriera
    Club

    In Argentina, al Pisa e in Spagna


    Inizia la carriera nel paese di nascita all'età di 17 anni, esordendo nel 1987 con la maglia del Velez Sarsfield, squadra nella quale milita per tre stagioni. Muovendo i primi passi viene scoperto e portato in Italia dal presidente del Pisa, Romeo Anconetani. Il 9 settembre 1990 gioca a Bologna la sua prima partita in Serie A (calcio) (Bologna-Pisa 0-1).
    Pur mostrando notevoli qualità di leadership per un ragazzo di soli 20 anni, Simeone non riesce a sfondare e dopo due anni con 55 presenze e 6 reti, parte per la Spagna. Resta al Siviglia fino al termine della stagione (64 partite e 12 gol tra campionato e coppe europee), quando riceve e accetta l'offerta dell'Atletico Madrid. Con i biancorossi si consacra come uno dei migliori interpreti nel ruolo di incontrista. Tocca l'apice della sua avventura nella capitale iberica nel 1996, quando vince sia il titolo di campione di Spagna che la coppa nazionale, realizzando 12 reti nel solo campionato.

    Il ritorno in Italia: Inter e Lazio


    Chiude l'esperienza madrilena l'anno successivo, richiamato in Italia dall'Inter. I primi tre mesi sono molto difficili, ma Simeone riceve l'appoggio incondizionato del tecnico Gigi Simoni e risponde riprendendosi gara dopo gara, diventando un pilastro della formazione nerazzurra e partecipando attivamente alla conquista del secondo posto in Serie A e della Coppa UEFA. Fondamentale in chiave europea la rete che l'argentino firma nei quarti di finale contro lo Strasburgo quando, dopo il 2-0 subìto dai nerazzurri in Francia, l'Inter vince 3-0 a San Siro con sigillo finale proprio del Cholo.
    Neanche a Milano, però, Simeone riesce a stabilirsi in modo definitivo. Un presunto litigio con Ronaldo nella stagione successiva lo porta lontano dal capoluogo lombardo, precisamente alla Lazio. Simeone si prende la sua personale rivincita due anni dopo, vincendo lo scudetto da assoluto protagonista. È infatti il centrocampista argentino a firmare la rete che permette alla Lazio di battere la Juventus a Torino il 2 aprile. I biancazzurri, sotto di sei punti in classifica alla vigilia dello scontro diretto, riducono così il distacco. Nelle ultime sei giornate, con le due contendenti visibilmente stanche, Simeone realizza quattro reti e festeggia la vittoria del tricolore proprio nell'ultimo turno, quando la Lazio batte 3-0 la Reggina e la Juventus cade a Perugia. Nello stesso anno i capitolini trionfano anche in Coppa Italia, battendo l'Inter a Roma per 2-1 (gol decisivo di Simeone) il 12 aprile 2000. È la triste serata nel quale Ronaldo incorre in un gravissimo infortunio, che lo terrà lontano dai campi per un anno.
    Al ritorno finisce 0-0 e la Lazio porta a casa il trofeo. L'8 settembre 2000 arriva il tris, con la vittoria in Supercoppa Italiana ancora ai danni dell'Inter. I successivi infortuni condizionano le prestazioni del calciatore argentino, il quale tuttavia riesce ad incrociare ancora i destini della sua ex-squadra nerazzurra. Nell'ultima giornata della stagione 2001-02, infatti, è tra i marcatori nella partita Lazio-Inter 4-2, che segna il tramonto del sogno scudetto della squadra allenata da Hector Raul Cuper. In quella occasione, Simeone non festeggia la marcatura e, anzi, le telecamere lo mostrano quasi in lacrime, consapevole del pesante significato di quella rete per i sostenitori nerazzurri.

    Di nuovo in Spagna e in Argentina


    Dopo quattro anni di Lazio, Simeone torna all'Atlético Madrid, dove disputa una stagione e mezza prima di tornare in patria a gennaio 2005. Ad accoglierlo in Argentina è il Racing Avellaneda, nel quale Simeone chiude la carriera da giocatore a metà del campionato, divenendo l'allenatore della squadra.
    Nazionale
    Simeone è stato anche un giocatore fondamentale per la Nazionale argentina. È ancora giovanissimo quando, nel 1991 e 1993, la Selección vince per due volte di fila la Coppa America, della cui rosa Simeone fa già parte. Da allora il Cholo non potrà festeggiare altri successi in nazionale e perderà anche la finale delle Olimpiadi del 1996 contro la Nigeria.
    Allenatore
    Dopo aver allenato il Racing Avellaneda, Simeone è diventato allenatore dell'Estudiantes de la Plata, dove ha ritrovato il suo compagno di club Verón. Il 13 dicembre 2006, battendo allo spareggio il Boca Juniors, Simeone ha condotto la sua squadra alla vittoria nel campionato di apertura, a 23 anni dall'ultima vittoria in campionato. Intervistato dopo aver vinto il titolo Simeone ha dichiarato:
    Nel dicembre 2007 è passato alla guida del River Plate di Buenos Aires. A distanza di sei mesi dal suo insediamento e con una giornata di anticipo, l'8 giugno 2008 ha portato il River Plate alla conquista del titolo di Clausura che mancava al club dal 2004.
    A seguito del disastroso rendimento nell'Apertura 2008 - 9 punti in 13 partite e ultimo posto in classifica -, cui si aggiunge l'eliminazione dalla Coppa Sudamericana per mano dei messicani del Chivas, il 7 novembre 2008 rassegna le dimissioni.
    Palmarès
    Club

    Competizioni Nazionali


    Campionato italiano: 1

    Lazio: 1999/2000

    Campionato spagnolo: 1

    Atletico Madrid: 1995/1996

    Supercoppa italiana: 1

    Lazio: 2000

    Coppa di Spagna: 1

    Atletico Madrid: 1995/1996

    Coppa Italia: 1

    Lazio: 1999/2000

    Competizioni Internazionali


    Coppa UEFA: 1

    Inter: 1997/1998

    Supercoppa UEFA: 1

    Lazio: 1999

    Allenatore
    Campionato argentino: 2

    Estudiantes: Apertura 2006
    River Plate: Clausura 2008



    Note

      ^ ANSA - ROMA, 14 dicembre 2006


    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Diego_Simeone"
    Categorie: Medaglie d'argento olimpiche | Biografie | Allenatori di calcio argentini | Calciatori argentini | Nati nel 1970 | Nati il 28 aprile | Personalità legate a Buenos Aires | Vélez Sársfield | Pisa Calcio | Sevilla FC | Atletico Madrid | Inter | Società Sportiva Lazio | Racing Club Avellaneda | Estudiantes | River PlateCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 28 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre