Daniel Pedrosa (25)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 29 Settembre 1985
  • Professione: Motociclista
  • Luogo di nascita: Sabadell
  • Nazione: Spagna
  • Daniel Pedrosa in Rete:

  • Sito Non Ufficiale: Un sito non ufficiale su Daniel Pedrosa
  • Wikipedia: Daniel Pedrosa su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Record
    Ranking
    º
    Best ranking
    º
    Ruolo
    Squadra
    Ritirato
    Carriera
    Giovanili
    Squadre di club  
    Nazionale
    Carriera da allenatore
    Incontri disputati
    Palmarès

     
    Daniel Pedrosa (Sabadell, 29 settembre 1985) è un motociclista spagnolo, della Catalogna. Chiamato più comunemente Dani, era considerato da molti in patria come l'erede di Valentino Rossi, ma le sue prestazioni non si sono dimostrate all'altezza di tale paragone.
    Nel 1998 arrivò costantemente tra i primi posti nel campionato mondiale delle minimoto, un anno dopo divenne vicecampione nel torneo nazionale del motociclismo ed infine nel 2000 conquistò il campionato monomarca, riservato esclusivamente a giovani piloti della Honda. La scuderia giapponese decise di puntare su di lui e di farlo esordire l'anno successivo nel mondiale di motociclismo classe 125.
    Nell'anno del suo debutto ottenne 100 punti e l'ottavo posto nella classifica finale. Nel 2002 ottenne tre vittorie (la prima in Olanda, nel circuito di Assen) e sei pole position, ma dovette accontentarsi del terzo posto nella graduatoria finale (dietro il francese Arnaud Vincent il sammarinese Manuel Poggiali). L'anno successivo vinse a mani basse il mondiale della ottavo di litro con 223 punti (frutto di cinque vittorie e tre pole position) nonostane un infortunio alle gambe gli impedì di correre gli ultimi due Gran Premi.
    Nel 2004 passò alla classe 250 cc, e rivinse il titolo in maniera ancora più netta: sette vittorie, quattro pole position, 317 punti ottenuti. In questo anno, se si esclude il secondo Gran Premio (paradossalmente quello di casa, corso a Jerez), è sempre arrivato tra i primi quattro in ogni corsa.
    Nel 2005 si è rifiutato di passare nella classe MotoGP, preferendo rimanere nella quarto di litro: vince nuovamente il titolo, con 309 punti conquistati e con un ampio margine sul secondo classificato, l'australiano Casey "Rolling" Stoner.
    I suoi detrattori hanno spesso sostenuto che l'impressionante velocità ed agilità di Pedrosa, abile tanto nei circuiti veloci quanto in quelli più tortuosi, sia dovuta alla sua minuta fisicità: Dani è alto infatti 1,58 metri e pesa appena 48 chilogrammi. Per questo i suoi rivali nelle classi 125 e 250 avevano più volte richiesto di applicare alla sua Honda una zavorra consistente.
    Nel 2006 passa alla MotoGP in sella alla RC211V del Repsol Honda Team (quello gestito dalla HRC) . Dopo qualche gara di rodaggio - e problemi di resistenza fisica - , centra la prima vittoria in questa classe a Shangai, in Cina e raddoppia in Inghilterra, a Donington. Il momento più critico della stagione lo vive dopo il GP del Portogallo, all' Estoril dove, per aver falciato il suo compagno di squadra Nicky Hayden (vicinissimo al titolo di campione del mondo), facendo in modo che Rossi potesse andare in cima alla classifica, venne pesantemente criticato dagli addetti ai lavori e dalla stampa. Ancora oggi i due non si parlano. Nei test IRTA pre-stagione 2007 è stato protagonista di un fiammante duello con il vicecampione del mondo Valentino Rossi; quest'ultimo ha affermato che il piccolo fantino spagnolo sarà il suo maggior rivale per il 2007.Pedrosa dopo quell'ultima vittoria a Donington, complice i problemi della nuova RC212V, alterno a vari podi risultati incolori e qualche caduta di troppo.Solo dopo quasi un anno riesce a centrare nel GP di Germania, al Sachsenring, la sua 3^ vittoria nella classe regina. A fine stagione 2007 conquista il 2° posto nel mondiale 2007, alle spalle di Casey Stoner e della sua Ducati grazie alla vittoria nel GP di Valencia. Per la stagione 2008 di MotoGp abbandona il suo tradizionale numero di gara, il 26, e gareggerà con il numero 2, proprio grazie al piazzamento nella stagione 2007. Nella prima prova della stagione 2008, in Qatar, ottiene un buon terzo posto, dopo essere stato in testa nelle fasi iniziali della gara. Nella successiva gara a Jerez, vince davanti a Valentino Rossi ottenendo il nuovo record della pista. Dopo una prima metà di stagione nel complesso positiva, Pedrosa cade in staccata, sotto la pioggia, durante il GP di Germania al Sachsenring(che peraltro stava conducendo con larghissimo vantaggio). Da quel momento, forse per un contraccolpo psicologico, le sue prestazioni non saranno più all'altezza della prima parte della stagione; nei gran premi successivi, il suo risultato migliore sarà quello ottenuto nell'ultimo GP della stagione 2008, disputatosi a Valencia, dove si piazzerà secondo alle spalle di Stoner.



    Vittorie in Moto Gp
    2006: Shangai, Donington
    2007: Sachsenring, Valencia
    2008: Jerez, Barcellona
    Vittorie in 250
    2004: Phakisa, Le Mans, Sachsenring, Donington, Motegi, Sepang, Valencia
    2005: Jerez, Le Mans, Mugello, Barcellona, Sachsenring, Brno, Phillip Island, Valencia
    Vittorie in 125
    2002: Assen, Motegi, Valencia
    2003: Phakisa, Le Mans, Barcellona, Brno, Sepang
    Collegamenti esterni
    Dani Pedrosa Fan Site (con tribuna italiana)
    Sito italiano su Dani Pedrosa
    Portale Biografie
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Daniel_Pedrosa"
    Categorie: Biografie | Motociclisti spagnoli | Nati nel 1985 | Nati il 29 settembre | Motociclisti catalani | Piloti della 125 cc GP | Piloti della 250 cc GP | Piloti della MotoGPCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 29 Settembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre