Costantino Rozzi (1929-1994)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1994
  • Data di nascita: 11 Novembre 1929
  • Professione: Imprenditore
  • Luogo di nascita: Ascoli Piceno (AP)
  • Nazione: Italia
  • Costantino Rozzi in Rete:

  • Wikipedia: Costantino Rozzi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Costantino Rozzi (Ascoli Piceno, 11 novembre 1929 – Ascoli Piceno, 18 dicembre 1994) è stato un dirigente sportivo e imprenditore italiano.
    Biografia
    È noto al pubblico sportivo di tutta Italia soprattutto come l'indimenticato presidente dell'Ascoli Calcio (grazie anche alla partecipazione a Il Processo del Lunedì). Costruttore edile, realizzò gli stadi Del Duca di Ascoli Piceno, Via del Mare di Lecce, Partenio di Avellino, Santa Colomba di Benevento e Nuovo Romagnoli di Campobasso.
    Diplomatosi geometra con il massimo dei voti nel 1948, (con il rimpianto di non aver mai intrapreso gli studi di ingegneria) proseguì la tradizione paterna diventando imprenditore edile. Sposatosi con Franca Rosa, ebbe quattro figli: Annamaria, Fabrizio, Antonella e Alessandra.
    Innamoratosi del calcio, rilevò quasi in modo casuale l'Ascoli Calcio, il 6 giugno 1968 su proposta dello stesso consiglio direttivo, dichiarando che ne avrebbe assunto la carica per un solo anno.
    Ingaggiato l'allenatore Carlo Mazzone, Rozzi, dall'inizio di questa "avventura", riuscì nel giro di soli quattro anni a traghettare la squadra nel campionato cadetto, fino a giungere, nella stagione '74-75, alla massima divisione. Fino alla morte di Rozzi essa vi avrebbe poi disputato ben quattordici campionati, conquistandosi così una tradizione di tutto rispetto fra i club minori.
    La tenace difesa di questo calcio provinciale, unita alle sue doti di schiettezza, simpatia e verve popolare, fecero del Presidentissimo una vera icona del calcio dell'epoca, insieme ad altri storici presidenti come Romeo Anconetani e Angelo Massimino.
    La scomparsa di Costantino Rozzi avvenne il 18 dicembre 1994 e ai suoi funerali, celebrati nella cattedrale di Ascoli Piceno parteciparono, nelle vie cittadine, oltre 20.000 persone.
    La sua morte aprì le porte, fatto probabilmente non casuale, ad un lungo purgatorio per l'Ascoli calcio sotto diversi presidenti (tra cui il fratello di Costantino, Elio), in un periodo di permanenza in Serie C1 e B, riuscendo solo dopo 13 anni, per ripescaggio nella stagione 2005-06, ad avere un posto in Serie A.
    Cavaliere del lavoro dal 1974, Costantino Rozzi ricevette nel 1989 la laurea honoris causa in sociologia dal rettore Carlo Bo presso l'Università degli Studi di Urbino. A Rozzi sono intitolati: la curva sud dello stadio Del Duca, che tradizionalmente ospita la tifoseria bianconera, un viale, una piazza nei pressi dello stadio stesso e un palazzetto per lo sport a Villa Pigna, paese in provincia di Ascoli Piceno.
    Note


      ^ Pagina dedicata all'anniversario della morte di Rozzi, dal sito ufficiale dell'Ascoli

    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Costantino Rozzi
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Costantino_Rozzi"
    Categorie: Biografie | Dirigenti sportivi italiani | Imprenditori italiani | Nati nel 1929 | Morti nel 1994 | Nati l'11 novembre | Morti il 18 dicembre | Ascoli Calcio | Personalità legate ad Ascoli PicenoCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 11 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre