Cicciolina (59)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Ilona Staller
  • Data di nascita: 26 Novembre 1951
  • Professione: Attrice
  • Luogo di nascita: Budapest
  • Nazione: Ungheria
  • Cicciolina in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Cicciolina
  • Wikipedia: Cicciolina su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Ilona Staller (nome completo Elena Anna Staller) (Budapest, 26 novembre 1951) è una ex attrice pornografica ungherese naturalizzata italiana.
    Nota con il soprannome di Cicciolina, è tra le pornostar più celebri al mondo ed è famosa anche per essere stata la prima attrice di film per adulti ad essere eletta in un parlamento nel mondo, cioè alla Camera dei Deputati italiana. È stata anche un personaggio televisivo e musicale.

    Biografia
    Figlia di un funzionario del Ministero dell'Interno e di un'ostetrica, nel 1964, a soli 13 anni, iniziò a lavorare all'agenzia di modelle ungheresi M.T.I.
    Sposatasi una prima volta in giovanissima età, si stabilì in Italia dove incontrò nel 1973 quello che sarebbe stato il suo pigmalione, Riccardo Schicchi; insieme a Schicchi condusse un programma radiofonico intitolato Voulez-vous coucher avec moi? (Vuole venire a letto con me?) sulla celebre emittente privata di Roma Radio Luna. È uno dei primi programmi radiofonici dall'erotismo spinto ed esplicito e va in onda di notte, da mezzanotte alle due, ed è interamente dedicato alle telefonate a sfondo erotico degli ascoltatori e delle ascoltatrici, con le quali interagisce una voce femminile che li chiama con l'appellativo confidenziale di “Cicciolini” e “Ciccioline”. La voce è quella di Elena Anna alias Ilona Staller, e da qui nasce il soprannome "Cicciolina" che la porterà alla celebrità.
    Al cinema iniziò ad apparire dal 1974 con lo pseudonimo Elena Mercury. A partire dal film La liceale, diretta da Michele Massimo Tarantini, è accreditata come Ilona Staller. In questo film ha il ruolo di Monica, una studentessa lesbica innamorata della protagonista (interpretata da Gloria Guida), mentre nel film La supplente di Guido Leoni appare in una memorabile scena velocizzata di amore in una palestra. Ottenne ruoli anche in due film d'autore, diretti da Alberto Lattuada e Miklós Jancsó. Nel 1976 portò per la prima volta in Italia il nudo integrale in un locale pubblico, una discoteca. Nel 1978 è la volta della televisione e durante la trasmissione RAI C'era due volte mostrò il seno per la prima volta nella storia della televisione italiana.
    Dal 1983 al 1989 fu una delle più richieste e famose pornodive: fondò insieme a Schicchi l'agenzia Diva Futura, che scoprì fra le altre Moana Pozzi, Ramba e Barbarella, e diresse anche un film hard. Dopo l'abbandono del genere pornografico, nel 1994 interpretò il ruolo di una spogliarellista in Replikator e due anni dopo recitò in un episodio di una serie televisiva di produzione brasiliana, Xica da Silva. Appare nei documentari Un siecle de plaisir: voyage à travers l'histoire de l'hard (1996) e Wadd: the life and times of John C. Holmes (1998).
    Cicciolina si sposò nel 1991 con lo scultore d'avanguardia americano Jeff Koons, ma il loro matrimonio naufragò dopo meno di un anno. L'attrice, trasferitasi negli Stati Uniti, ingaggiò una dura battaglia legale per ottenere l'affidamento del figlio Ludwig. La sentenza definitiva arrivò solo nel 1998: lo scultore ottenne la custodia, ma permise che rimanesse con l'attrice in Italia.
    L'attività politica
    Fin dal suo arrivo in Italia la Staller si occupò di politica, intervenendo sui temi d'attualità nelle interviste e negli spazi radiofonici a lei concessi. Nel 1979 venne candidata nella "Lista del Sole", senza tuttavia conseguire un grosso successo personale. Nel 1985 passò al Partito Radicale, lottando contro l'energia nucleare e per i diritti umani. Venne eletta deputato nella X legislatura del Parlamento italiano nel 1987, con 20.000 preferenze, risultando seconda, nelle liste del Partito Radicale, solo a Marco Pannella.
    Quattro anni più tardi, insieme a Moana Pozzi, fondò il Partito dell'Amore con il quale si ripresentò alle elezioni, ottenendo questa volta pochi consensi.
    Cicciolina ha continuato ad essere attiva in politica, battendosi per la libertà sessuale dei carcerati, contro ogni forma di violenza e contro l'uso indiscriminato degli animali per esperimenti scientifici, per la depenalizzazione della droga, contro ogni forma di censura, e infine per una sana educazione sessuale nelle scuole, facendo campagne di informazione sui pericoli dell'AIDS. Nel 2002 tentò di candidarsi alle elezioni per il Parlamento Ungherese, ma senza successo. Più di recente, ha espresso la possibilità di candidarsi come sindaco di Milano.
    Filmografia
    Attrice cinematografica


      Incontro d'amore a Bali, regia di Ugo Liberatore e Paolo Heusch (1974) appare nelle sequenze aggiunte dirette da Heusch, come Elena Mercury
      Cinque donne per l'assassino, regia di Stelvio Massi (1974) come Elena Mercury
      Il cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero: Dracula in Brianza, regia di Lucio Fulci (1975) come Elena Mercury, non accreditata
      Cuore di cane (film), regia di Alberto Lattuada (1975) Natasha, come Elena Mercury
      La supplente, regia di Guido Leoni (1975) come Elena Mercury
      A tutte le auto della polizia..., regia di Mario Caiano (1975) una donna nell'albergo, come Elena Mercury
      La liceale, regia di Michele Massimo Tarantini (1975) Monica
      L'ingenua, regia di Gianfranco Baldanello (1975) Angela
      Vizi privati, pubbliche virtù, regia di Miklós Jancsó (1975) la futura imperatrice
      Inhibition, regia di Paolo Poeti (1976) Anna
      I prosseneti, regia di Brunello Rondi (1976)
      Bestialità (Il segno sotto la pelle), regia di Giuliana Gamba (1976)
      Il mondo dei sensi di Emy Wong, regia di Adalberto Albertini (1977) Helen Miller / Helga
      Voglia di donna, episodio Il miracolo, regia di Franco Bottari (1978) Cicciolina
      Senza buccia, regia di Marcello Aliprandi (1979) Trella, la norvegese
      John Travolto... da un insolito destino, regia di Neri Parenti (1979) Ilona
      Dedicato al mare Egeo, regia di Masuo Ikeda (1979) Anita
      Cicciolina, amore mio, regia di Amasi Damiani e Bruno Mattei (1979) Cicciolina
      La conchiglia dei desideri, regia di Riccardo Schicchi (1983)
      Il pornopoker, regia di Riccardo Schicchi (1984)
      Racconti sensuali, regia di Riccardo Schicchi (1985)
      Telefono rosso, regia di Riccardo Schicchi (1985)
      Banane al cioccolato, regia di Riccardo Schicchi (1986)
      Ciccolina number one (Horsepower), regia di Riccardo Schicchi (1986)
      The rise of the Roman Empress (Carne bollente), regia di Riccardo Schicchi (1987)
      Backdoor summer, regia di Jim Reynolds (1988)
      La bottega del piacere, regia di Arduino Sacco (1988)
      Backdoor summer II, regia di Jim Reynolds (1989)
      Vogliose e insaziabili, regia di Jim Reynolds (1989)
      Diva Futura, l'avventura dell'amore, regia di Ilona Staller e Arduino Sacco (1989)
      Tutte le provocazioni di Moana, regia di Arduino Sacco (1990)
      Rise of the Roman Empress II, regia di Jim Reynolds (1990)
      All'onorevole piacciono gli stalloni, regia di Jim Reynolds (1990)
      Cicciolina e Moana ai mondiali, regia di Jim Reynolds (1990)
      Backfield in motion, regia di Jim Reynolds (1990)
      Le donne di Mandingo (Passionate lovers), regia di Jim Reynolds (1990)
      Perversioni degli angeli, ovvero: carcere amori bestiali, regia di Mario Bianchi (1994) la congressista
      Replikator, regia di Philip Jackson (1994) Miss Tina Show, la spogliarellista

    Nota.

    Secondo alcuni esperti del genere, Jim Reynolds sarebbe lo pseudonimo della coppia di registi Riccardo Schicchi e Mario Bianchi, ma questa affermazione meriterebbe una conferma.
    Discografia
    Nella sua carriera ci sono anche alcune esperienze musicali, per lo più brani che usava per i suoi spettacoli live, con canzoni quasi sempre incentrate sul sesso. L'intento era quello di portare la pornografia anche in campo musicale, anche se il risultato, a causa dei testi molto espliciti su musiche un po' infantili, a volte è più comico che erotico. Fra le sue incisioni "Muscolo rosso", brano che qui in Italia non è stato pubblicato, ma è reperibile tramite Internet. Tra gli altri brani: "Labbra", "Buone vacanze", "I was made for dancing", "Pane, marmellata e me". I suoi dischi sono molto ricercati sul mercato collezionistico.
    Lp / Cd
    1979 Ilona Staller (RCA Italiana, PL 31442)



    Tracklist

    I was made for dancing / Pane Marmellata e Me / Labbra / Benihana / Lascia l’ultimo ballo per me / Cavallina Cavallo (di Ennio Morricone) / It’s all up to you / Professor of Percussions / Più su sempre più su (esiste anche la musicassetta; album uscito anche in Colombia con le stesse canzoni ma con i titoli in spagnolo).


    1987 Muscolo Rosso (BOY RECORDS) pubblicato solo in Spagna



    Tracklist

    Russians / Inno (Come un angelo) / Satisfaction / Telefono Rosso (Avec Toi) / Balck Sado / Goccioline (Bambole) / Perversion / Animal Rock / Nirvana / Muscolo Rosso / Muscolo Rosso (reprise)


    1988 Sonhos Eròticos pubblicato in Brasile (ALL DISC 00.101.009, anche musicassetta 00.107.009). Praticamente la ristampa di un vecchio LP inglese (Erotic Dreams) con l’aggiunta dei brani di Cicciolina Muscolo Rosso e Avec Toi. Gli altri brani sono attribuiti alla Erotic Dreams Band. La copertina invece è dedicata solo a Cicciolina.



    Tracklist

    Muscolo Rosso / Emmanuelle / Bilitis / Le Réve / La Prima Volta / I feel love / Je t’aime... moi non plus / Histoire d’O / Les Femmes / Black Emmanuelle / Love to love you bay / Avec Toi


    1994 Sonhos Eròticos (solo in Brasile, ALL DISC RQ 032) Ristampa dell’LP del 1988, cambia solo il layout e lo sfondo della copertina, da rosa/violetto a rosso scuro.
    2000 Ilona Staller (Cd, solo nel Regno Unito SEQUEL RECORDS/CASTLE MUSIC NEMCD398) Ristampa su Cd dell’Lp del 1979 con le due tracce Mix del vinile rosso.
    45 giri
    1976 Voulez vous coucher avec moi? (senza numero di serie e copertina, sul vinile è scritto solo Nuovo Playore 1° Radio Rete 4 D.R.) dall’omonimo programma radiofonico Radio Luna con Riccardo Schicchi dove nacque il soprannome Cicciolina.
    1979 I was made for dancing /Più su sempre su su (RCA Italiana PB 6323)
    1979 Cavallina Cavallo / Più su sempre più su (RCA SS 3205) solo in Giappone
    1980 Buone Vacanze / Ti amo uomo (RCA Italiana BB 6449)
    1981 Ska Skatenati / Disco Smack (Lupus LUN 4917)
    1987 Muscolo Rosso / Avec Toi (SFC 17117-7) simbolo del Partito Radicale sulla copertina uscito in Francia e con distribuzione più limitata in altri paesi europei.
    1987 Muscolo Rosso / Russians (BOY-028-PRO) promo per giornalisti, uscito solo in Spagna senza copertina e con allegato una presentazione di Cicciolina.
    Mix e picture disk
    1979 I was made for dancing (extended vers.) / Save the last dance for me (versione in inglese di Lascia l’ultimo ballo per me) (RCA PD 6327) Mix in vinile rosso (promo per discoteche)
    1987 Muscolo Rosso / Russians (BOY-028) Mix uscito solo in Spagna, le versioni incise sono uguali a quelle del 45 giri, non extended.
    1989 San Francisco Dance / Living in my Paradise / My Sexy Shop (Acv 5472) Picture disk, uscito in tiratura limitata in contemporanea al picture disk di Moana Pozzi.
    Collaborazioni
    1979 Aquarium Sounds, interpreta i vocalizzi nella canzone Elena tip.
    1979 Dedicato al Mar Egeo, colonna sonora di Ennio Morricone uscita solo in Giappone in due versioni, dove la Staller è presente in alcune foto nel folder interno e nel retro di copertina. Vengono ricantate alcune canzoni da lei incise altrove (come Cavallina a cavallo e Mar Egeo). Esite sia una versione con titoli in giapponese, sia una con titoli in italiano. Esiste anche il cd.
    Esistono infine numerosi inediti e demo, sia legati al periodo RCA, usati in trasmissioni televisive, sia del periodo Diva Futura usati nei film e negli spettacoli live.
    Curiosità
    Nel film Cicciolina Number One assiste insieme ad altri attori alla performance di una certa Wanda con un cavallo nero chiamato Principe, ma non ha nessun rapporto con l'animale, come a volte viene erroneamente riportato. Nel novembre del 2008, nel corso di una intervista radiofonica, Ilona Staller ha comunque dichiarato che in realtà il rapporto sessuale tra Wanda e l'animale era vero ed è stato molto doloroso.
    Nei primi anni 2000 la Staller si è sottoposta a una operazione di chirurgia estetica per ingrandire e rimodellare il seno. Il suo seno di oggi, così diverso da quello del piccolo corpo di lolita dei suoi celebri nudi, è stato immortalato in una serie di scatti artistici dedicati al tema delle stagioni e della natura, che sono stati esposti a Roma nel 2006.
    Note

      ^ Intervista effettuata durante la trasmissione radiofonica "Lo Zoo di 105", in diretta su Radio 105 il giorno 11 novembre 2008

    Bibliografia
    2007 - Per amore e per forza di Ilona Staller (Edizioni Mondadori, ISBN 9788804567301)
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Ilona Staller
    Collegamenti esterni
    Il sito ufficiale Attenzione! Contiene materiale per adulti.
    Ilona Staller presenta la campagna elettorale del Partito dell'Amore
    Filodiretto di Ilona Staller a RadioRadicale, 1987
    Intervento di Ilona Staller in Parlamento contro l'ora di religione
    Portale Biografie
    Portale Cinema
    Portale Pornografia

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Ilona_Staller"
    Categorie: Biografie | Attori pornografici ungheresi | Attori pornografici italiani | Nati nel 1951 | Nati il 26 novembre | Deputati italiani | Politici del Partito Radicale | Personalità legate a BudapestCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 26 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre