Céline Dion (42)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Céline Marie Claudette Dion
  • Data di nascita: 30 Marzo 1968
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Charlemagne
  • Nazione: Canada
  • Céline Dion in Rete:

  • Wikipedia: Céline Dion su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Oscar per la migliore canzone 1992

    Oscar per la migliore canzone 1998
    Céline Marie Claudette Dion (Charlemagne, 30 marzo 1968) è una cantante canadese. Francofona di nascita, la sua produzione è indifferentemente in lingua francese e inglese (più qualche eccezione in spagnolo, tedesco, giapponese, italiano e napoletano).
    Nel 2007 la Sony ha dichiarato che i dischi venduti dalla Dion con quest'etichetta, quindi solo dal 1987 in poi, hanno superato i 200 milioni (più di 230 milioni contando anche i singoli), Céline è perciò tra le artiste femminili di maggior successo, infatti detiene moltissimi record come quello di essere l'unica cantante ad aver radunato più di 90,000 spettatori per un singolo concerto (il concerto allo Stade de France da cui è stato tratto il live Au cœur du stade), di essere stata la protagonista di A new day.., lo show musicale più costoso della storia, di essere ancora oggi l'unica artista femminile al mondo ad aver due album con più di 31 milioni di copie vendute (Let's Talk About Love e Falling into You), o di essere l'interprete dell'album francofono più venduto della storia (D'eux). La sua voce è una delle più potenti e al contempo acute del panorama canoro mondiale. Ha vinto moltissimi premi fra cui 2 Oscar, 3 Golden Globe, 6 Grammy Awards, 12 World Music Awards, 7 Billboard Music Awards, 21 Juno Awards, 40 Félix Awards e 7 American Music Awards.

    Carriera artistica
    Gli esordi
    Nata ultima di quattordici fratelli, deve il suo nome a una canzone di Hugues Aufray, che la madre cantava mentre era incinta.
    Cominicia a cantare da piccolissima. La sua prima apparizione in pubblico è datata 18/08/1973, al matrimonio del fratello in cui canta Du fils, des aiguilles et du coton e Mamy blue. Le sue prime esibizioni avvengono nel locale dei suoi genitori Le vieux barile; alcuni sui fratelli avevano già costituito il gruppo A. Dion et son ensamble ed altri i D si D, mentre il fratello Michel aveva messo insieme gli Show.
    Il vero inizio di Céline come cantante avviene nel 1981 quando i fratelli insieme alla madre compongono una canzone intitolata Ce n'était qu'un rêve. Dopo aver inciso questo brano su un demo-tape, la madre decise di mandare questo nastro al manager del Québec René Angelil, perché Angelil aveva appena finito di produrre la cantante idolo del Québec e di casa Dion: Ginette Reno. Angelil volle incontrare questa ragazzina dalla grande voce. Al sublime canto di questa fanciulla René si sciolse in lacrime, Céline guardò la mamma pensando "Ce l’abbiamo fatta!". Fu proprio così: René affidò la voce di Céline ad Eddie Marney (autore di brani per Edith Piaf, Barbra Streisand) che per Céline scrisse La Voix Du Bon Dieu.
    René Angelil, diventato manager assoluto di Céline Dion, ipotecò la propria casa per finanziare e pubblicare nel 1981 il primo album.
    Nel 1982 dopo il successo di "Ce n'était qu' un rêve", che la fece apparire per la prima volta in uno show canadese di grossa fama, e un album di canti natalizi, esce il suo terzo album Tellement J'ai D'Amour Pour Toi. Con il brano omonimo, Céline trionfò al World Popular Music Festival di Tokyo, ricevendo il primo premio, la medaglia d’oro. Nel 1983 partecipa a Champs Elysée, la più famosa trasmissione musicale francese.
    Il successo di Céline cresceva sempre più: ormai tutto il Canada parla di lei. Nel 1984 si esibisce per la prima volta all'Olympia di Parigi, con una piccola partecipazione in uno show umoristico. Studia il tedesco all'École Berlitz, per un lancio in Germania che non ha molto successo e, ormai adolescente, flirta con un certo Sylvain. Nello stesso anno canta Une colombe davanti a Giovanni Paolo II in visita in Canada. Iniziano i suoi primi veri tour che la portano in moltissimi paesi del Canada, il che porta a realizzare l'album live Céline Dion en concert dove si cimenta anche in cover inglesi come What a feeling e Somewhere over the rainbow e cover di brani di Felix Leclerc e Michel Legrand, oltre che in un brano della Boheme di Bizet. Partecipa anche alla colonna sonora in francese e in inglese del film per ragazzi Operation beurre de pinottes (= operazione burro di arachidi).
    Dopo aver visto in tv un'esibizione di Michael Jackson, Céline dice a René di voler diventare una star internazionale come Jackson, così Angélil pensò che fosse ora di cambiare immagine, look e genere musicale; nel frattempo manda Céline all'École Berlitz per studiare l'inglese.
    Da enfant prodige a star internazionale
    Nel 1987 Céline pubblica il suo primo album per la Sony BMG, allora CBS, Incognito; l'immagine di Céline non è più quella della brava bambina, ma di una teenager sbarazzina e un po' ribelle, una lolita desiderosa di amare e di vivere. L'album vede, per alcuni brani, la firma del noto paroliere Luc Plamondon.
    Nel 1988 vince a Dublino l'Eurofestival rappresentando la Svizzera con la canzone Ne partez pas sans moi, composta da Nella Martinetti. In quell'occasione nasce la storia d'amore con René Angelil, inizialmente mantenuta segreta, poiché Céline era molto giovane ed aveva vissuto attorno all'immagine della brava ragazza e René, molto più grande di lei, era già stato sposato ed aveva dei figli. La vittoria all'Eurovision la porta in tutto il mondo, diventa referente della Chrysler Motors e si trasferisce a Malibu dove incide con B.N. Davies e Dan Hill.
    Nel 1990 esce Unison, primo album in inglese, lanciato anche negli Usa. Il disco ottiene un discreto successo grazie al singolo "Where Does My Heart Beat Now", che diventa la sua prima top 10 negli USA, e vende 3 milioni di copie nel mondo ed 1 milione solo negli USA. Il 1990 è anche un anno di polemiche, perché durante la cerimonia del Félix Awards, Céline rifiuta di ricevere il premio come migliore cantante anglofona, dichiarandosi semplicemente un'artista francese che canta in inglese; alle spalle c'è il problema delal richiesta d'indipendenza del Québec e gli indipendentisti tentarono di sfruttare questa sua presa di posizione a loro vantaggio mentre lo schieramento opposto criticò il gesto. Sempre nel 1990 Céline di colpo perde la voce durante un concerto a Sherbrooke e si teme per il peggio; viene chiamato il medico di Pavarotti, che le impone 3 settimane di assoluto silenzio, in cui la cantante ha dovuto imparare perfino a starnutire senza emettere alcun suono. Da allora Céline s'impone una disciplina molto rigida, per mantenere intatta la sua voce. Nello stesso anno partecipa come attrice alla mini serie tv Des fleurs sur la neige e affianca molte stars internazionali nel progetto Voices that care a sostegno delle truppe nella Guerra del Golfo e canta ad Ottawa per il principe Carlo e Lady Diana.
    Nel 1991 la sua carriera ha una svolta quando la Disney, per rimediare a un disguido dovuto all'esclusione della Dion dalla colonna sonora di Fievel sbarca in America, le affida, con Peabo Bryson, la canzone tratta dal film La bella e la bestia, Beauty and the beast, con cui vince il suo primo Premio Oscar. Lo stesso anno esce un nuovo album in francese, Dion Chante Plamondon (in Francia con il titolo Des mots qui sonnent), che sancisce il sodalizio Dion-Plamondon; in esso, oltre a brani originali, Céline reinterpreta i brani dell'opera rock di Plamondon e di Michel Berger, Starmania.
    Il 1992 vede l'uscita di Celine Dion, secondo album in inglese che contiene anche Beauty and the beast; nel cd è anche presente un brano scritto appositamente per Céline da Prince, dal titolo With this tear, "Beauty And The Beast" è il primo successo mondiale di Celine, divenendo la sua prima top 10 in Gran Bretagna, l'album "Celine Dion" vende 6 milioni di copie in tutto il mondo e 3 milioni negli USA. Nonostante René sia colpito da un infarto, Céline riesce a prosguire nei suoi impegni, aprendo la tournée americana di Michael Bolton. Ancora non può rendere pubblica la sua relazione con René, ma ad un certo punto non ce la fa più ed in un'intervista in Québec scoppia a piangere e confessa di essere innamorata di un uomo, ma di non poter dire chi è perché comprometterebbe la sua carriera.
    Nel 1993 Bill Clinton la chiama a cantare per il suo insediamento alla Casa Bianca, poco dopo scompare la nipote Karine. Céline cambia per la terza volta (dopo Incognito e Unison) look e pubblica The Colour Of My Love, album che la impone definitivamente come star mondiale vendendo 20 milioni di copie in tutto il mondo e 6 milioni negli USA, grazie ad hits come la cover di The power of love di Jennifer Rush, facendo dimenticare la versione originale, solo il singolo del brano vende più di un milione di copie divenendo la prima numero 1 di Celine negli USA e rimanendo in vetta per quattro settimane. Nell'album oltre all'altra hit Misled, sono presenti un brano colonna sonora del film Insonnia d'amore (Sleepless in Seattle), la cover di When I fall in love, con Clive Griffin, e "Think Twice" che diviene la sua prima numero 1 in Gran Bretagna rimanendo in vetta per ben 7 settimane. Nel vhs live che segue, The colour of my love concert, live a Quebec City, Céline reinterpreta anche Can't help falling in love with you di Elvis Presley. Il successo è tale che il cantautore francese Jean-Jacques Goldman la invita nel suo studio ad ascoltare dei pezzi scritti apposta per lei.
    Dopo un grande concerto all'Olympia di Parigi, da cui è tratto un cd live, Céline termina il tour e finalmente sposa René a Montreal, ma interrompe il viaggio di nozze a Miami per esibirsi a Top of the pops a Londra.
    Nel 1995 esce D'eux, uno dei suoi dischi più apprezzati dal pubblico e dalla critica, dove Céline si esibisce in generi musicali diversi tra di loro, come in un brano rock nel quale duetta con Jean-Jacques Goldman, uno dei più famosi cantautori francesi che, tra l'altro, firma questo pezzo e quasi tutti gli altri dell'album. L'album rimane al primo posto della classifica francese per mesi e la hit Pour que tu m'aimes encore sarà per Céline il più grande successo di sempre in lingua francese. "D'Eux" è il primo, e ad oggi unico, album in lingua francese ad aver raggiunto la top 10 britannica è inoltre, con 9 milioni di copie venduti in tutto il mondo e 4 milioni solo in Francia, l'album in lingua francese più venduto della storia. Il ministro della cultura francese la nomina Cavaliere delle arti e delle lettere.
    Dopo diversi greatest hits usciti per lo più in Canada e Francia, segue nel 1996 Falling into you, che deve il titolo al brano cover di Marie Claire D'Ubaldo. L'album, che ha visto la collaborazione dei maggiori produttori del mondo, da Foster a Goldman a Humberto Gatica, Jim Steinman e Ric Wake, contiene versioni inglesi dei brani di D'eux, alcune cover come All by myself e River deep mountain high e alcuni brani originali come Because you loved me, sua seconda numero uno negli USA, (scritta da Diane Warren), colonna sonora di Qualcosa di personale, (nominata agli Oscar 1996) e It's all coming back to me now. "Falling Into You" supera il successo di "The Colour Of My Love" vendendo 30 milioni di copie nel mondo e 12 milioni negli USA, divenendo il suo primo album a raggiungere la vetta della classifica americana. All'album seguono nello stesso anno l'album e vhs live Live à Paris (in cui si cimenta in cover come la hit giapponese To love you more e la celebre Quand on n'a que l'amour di Jacques Brel) e il vhs Live in Menphis, che include la cover di Twist and shout dei Beatles.
    Nel 1996 un grande momento per la sua carriera è la partecipazione ai Giochi della XXVI Olimpiade di Atlanta, in cui canta The power of the dream, composta da David Foster per l'occasione. Nel tour di Falling into you Céline è colpita da strani malesseri e si parla di anoressia, ma lei smentisce sempre e va avanti. Sbarca anche nel mercato latino con una versione spagnola di All by myself e un duetto con Paul Anka.
    Agli Oscar del 1997 sostituisce, con un solo giorno di preavviso, Barbra Streisand nell'interpretazione della sua I've finally found someone; per ringraziarla la Streisand la inviterà a cena assiema a David Foster, che coglierà l'occasione per scrivere Tell him, un duetto fra le due dive. Agli oscar aveva interpretato anche Because you loved me, è la prima cantante ad aver interpretato due canzoni nella stessa sera.
    Regina della musica mondiale
    La stella di Celine Dion sulla Walk of Fame
    Nel 1997 esce l'album Let's talk about love, che contiene, oltre numerose collaborazioni con artisti di grande fama come Luciano Pavarotti, Bee Gees, Barbra Streisand. Sono tutti brani originali scritti per lei da artisti diversi, da Bryan Adams (Let's talk about love) a Carole King (The reason), ai Bee Gees (Immortality) con due sole cover: I hate you then I love you (Grande Grande grande) di Mina e When I need you di Leo Sayer. Ma l'album è ricordato soprattutto per la canzone My Heart Will Go On tratta dal film Titanic, il singolo è ancora oggi il maggior successo della sua carriera ed è divenuta la sua canzone simbolo arrivando in cima alla classifica in più di 30 paesi (tra cui ovviamente USA e Gran Bretagna). La canzone vince l'Oscar nel 1998 é nettamente la sua canzone più conosciuta e di maggior successo; è un inno all'amore che sarà per sempre legato al nome di Céline. L'album vende più di 30 milioni di copie in tutto il mondo ed 11 milioni solo negli USA.
    Nello stesso anno Céline duetta con Pavarotti al Pavarotti & Friends di Modena, è ospite al Festival di Sanremo e partecipa a Divas Live, l'evento organizzato dalla casa discografica VH1 in cui duetta con Aretha Franklin, Mariah Carey, Gloria Estefan, Shania Twain e Carole King. Incide anche il secondo album scritto da Goldman e Erick Benzi, S'il suffisait d'aimer ed esce la sua prima biografia autorizzata. "S'Il Suffisait D'Aimer" si rivela un grande successo nei paesi francofoni ed ottiene ottimi riscontri anche in paesi non francofoni come Gran Bretagna e Germania (diviene disco d'oro in entrambe i paesi) vendendo 6 milioni di copie in tutto il mondo.
    L'anno seguente ha un'altra nomination agli Oscar per The prayer cantata in coppia con Andrea Bocelli, inclusa nell'album natalizio These are special times, album che vede anche il duetto con R Kelly, I'm your angel, sua quarta e ad oggi ultima numero 1 negli USA, e persino una canzone scritta per la prima volta da Céline, Don't save it all for Christmas day. "These Are Special Times" ottiene un successo imprevisto, 12 miloni di copie in tutto il mondo e 5 milioni negli USA, cifra decisamente alta per un album di questo tipo.
    Durante il tour mondiale seguito a Let's talk about love e agli altri album, il marito e produttore di Céline, René, viene colpito dal cancro, Céline segue le sue cure con grande appressione; durante la tappa allo Stade de France, da cui viene tratto il live Au coeur du Stade, annuncia che René si è ripreso ed il marito appare in videoconferenza dalla Florida.
    Nel 1999 pubblica la sua prima raccolta All The Way...A Decade Of Song, che contiene 7 inediti, tra cui That's The Way It Is, Then You Look At Me, colonna sonora del film L'Uomo Bicentenario, e Live, traccia portante del musical di Riccardo Cocciante e Luc Plamondon, Notre Dame De Paris. L'album presenta anche un duetto virtuale con Frank Sinatra: All the way. Il lancio del disco è realizzato con un grande concerto cui partecipano anche gli 'N Sync e le Destiny's Child. "All The Way... A Decade Of Songs" è uno dei dischi più venduti della storia con 25 milioni di copie vendute nel mondo e 8 milioni negli USA.
    Il 31 dicembre dello stesso anno, Céline dà il suo arrivederci alle scene con un grande concerto a Montreal chiamato La dernière de Céline, affiancata da molti amici come Bryan Adams, Garou e tanti altri e da tutta la sua famiglia. Molti personaggi famosi dichiarano ufficialmente di passare l'ultima notte del millennio guardando il concerto di Céline in tv, fra questi Mohammed Alì e il presidente degli Usa Bill Clinton. Céline conclude il millennio e questa prima straordinaria parte di carriera con la sua prima canzone, scritta da sua madre, Ce n'était qu'un reve.
    Inizia poi il suo tanto atteso anno sabbatico. Nel suo riposo Céline non canta più. Nel 2000 si risposa nuovamente con René, studia lo spagnolo, gioca a golf e taglia cortissimi i capelli. Per un periodo non riesce ad avere figli, ma poi nel 2001 darà alla luce il suo primo figlio René-Charles e si fa vedere in pubblico per la prima volta per il battesimo del figlio nel duomo di Montreal. La pausa sarà interrotta solo per eseguire God bless America, in memoria delle vittime dell'11 settembre 2001.
    I cinque anni di A new day... a Las Vegas
    Nel 2002 torna sulle scene con A New Day Has Come, album che contiene anche I'm alive, colonna sonora del secondo film di Stuart Little. Partecipa a moltissimi show televisivi; in Italia è ospite di Fiorello e di Domenica In. Lo stesso anno Céline partecipa assieme a Cher, Shakira e altre star allo spettacolo Divas Las Vegas, nel quale duetta con Anastacia in You shook me all night long. "A New Day Has Come" vende 13 milioni di copie nel mondo e 4 milioni negli USA. Nonostante il disco sia uno dei più venduti dell'anno il calo di vendite rispetto ai suoi precedenti lavori è evidente, i singoli "A New Day Has Come" e "I'm Alive", pur divenendo delle hit in Europa, non scalano le classifiche Americane e le recensioni dell'album sono abbastanza tiepide.
    Nel 2003 firma un contratto multimilionario (il migliore contratto mai firmato da un artista nella storia della musica) con il Caesar's Palace di Las Vegas: Celine canterà duecento giorni l'anno per tre anni, accompagnata da settanta ballerini in un anfiteatro da 4000 posti creato appositamente per lo spettacolo. Lo spettacolo è un progetto innovatito che unisce diverse arti tutte incentrate attorno alla voce di Céline ed è ideato da Franco Dragone, uno dei padri del Cirque du Soleil. Nel frattempo escono One Heart (con I drove all night, cover di Cyndi Lauper) e 1 Fille & 4 Types, primo album francese dopo ben cinque anni, che la vede collaborare per la terza volta con il cantante e compositore Jean-Jacques Goldman, autore delle sue più belle canzoni d'amore. "One Heart", nonostante le critiche decisamente negative, è un discreto successo, anche se non paragonabile ai suoi lavori degli anni '90, vendendo 7 milioni di copie nel mondo e 2 milioni negli USA, ma, per la prima volta, nessuno dei singoli estratti raggiunge la top 40 americana. "1 Fille & 4 Types" ottiene delle critiche decisamente migliori ed è l'ennesimo successo di Celine nei paesi francofoni(Francia,Canada, Svizzera e Belgio) ma passa inosservato nei paesi non francofoni.
    Nel 2004 escono A new day... Live in Las Vegas, registrato al Caesar's Palace di Las Vegas, che raccoglie alcuni successi dello show più due inediti. Fra i brani vi sono anche delle cover come I wish di Stevie Wonder e Ammore annascunnuto di Mario Castiglia, prima interpretazione della Dion in lingua napoletana. Sempre nel 2004 esce Miracle - A celbration of new life, un progetto multimediale realizzato assieme alla fotografa Anne Geddes; oltre a un video, un album fotografico e un calendario, Miracle - A celbration of new life include un album con brani originali scritti da David Foster e alcune cover come Beautiful boy di John Lennon e Le loup, la biche et le chevalier (Une chanson douce) di Henri Salvador. Nel mese di settembre René Angelil, manager e marito della Dion, annuncia l'estensione del contratto col Caesar's Palace di un altro anno.
    Nel 2005 esce un album doppio greatest hits dei suoi più bei brani in francese, con l'aggiunta di 3 inediti ed una bonus track, ovvero un duetto col gruppo pop-opera de Il Divo, I Believe In You (Je Crois En Toi). Fra gli inediti c'è Sous le vent, in duetto con Garou e due brani ancora una volta tratti da colonne sonore di film: Tous le secrets tatto da Asterix e i vichingi e Ma Nouvelle France, da I nuovi eroi - Nouvelle France. L'album si intitola On Ne Change Pas. Fra gli inediti c'è anche Je ne vous oublié pas (non vi dimentico), un brano che Céline dedica ai suoi fans del Québec e ai francofoni in generale, che lamentano la lontananza di Céline, impegnata costantemente a Las Vegas, nonostante le molte partecipazioni in trasmissioni tv, in cui fra l'altro duetta con molti artisti come Charles Aznavour e Johnny Hallyday.
    Nel 2006 festeggia il 500esimo show a Las Vegas e i 25 anni di carriera. Il 20 e 21 dicembre Céline ultima le registrazioni dell'album francese D'Elles.
    Dal 17 al 21 gennaio 2007 Céline è impegnata con le riprese del DVD (e relativo speciale TV) del suo show A New Day..., che termina il 15 dicembre.
    Il 14 febbraio 2007 viene presentato alle radio francesi Et S'il N'en Restait Qu'une (Je Serais Celle-Là), primo singolo dall'album D'Elles, uscito il 22 maggio in Canada, il 21 maggio nei paesi francofoni europei ed il primo giugno nel resto d'Europa. L'album contiene 13 canzoni, i cui testi sono stati realizzati da importanti scrittrici francesi e quebecchesi, come Françoise Dorin, Christine Orban, Nina Bouraoui, Marie Laberge, Lise Payette, Denise Bombardier, Nathalie Nechtschein e Janette Bertrand. Fra i brani vi è anche La diva, un omaggio a Maria Callas. "D'Elles" scala le classifiche dei paesi francofoni ma non nel resto del mondo.
    Il 25 febbraio 2007 Céline si è esibita per la sesta volta sul palco degli Oscar. L'occasione è stata quella di un tributo al compositore Ennio Morricone che ha ricevuto l'Oscar alla Carriera. Céline Dion ha interpretato in anteprima mondiale I Knew I Loved You, canzone le cui parole sono state scritte su un tema tratto da 'C'era una volta in America'. Il brano figura anche nel CD di tributo We All Love Ennio Morricone (Disco D'Oro presente in Italia dopo solo 3 settimane). Céline Dion è attualmente la cantante che si è esibita più volte sul prestigioso palco degli Academy Awards.
    Nell'aprile dello stesso anno 2007, Céline si esibisce durante uno special benefico di American Idol in un duetto virtuale con Elvis Presley su If I Can Dream.
    Il 9 novembre 2007 esce Taking Chances, il nuovo album inglese che vede il ritorno di Céline sul mercato discografico internazionale dopo 4 anni di silenzio. All'album cooperano autori e produttori del calibro di Ne-Yo, Ben Moody, Dave Stewart degli Eurythmics, Linda Perry, Kara DioGuardi, John Shanks, Anders Bagge e Peer Astrom. "Taking Chances" si è rivelato un buon successo di vendite, nonostante le critiche tiepide e l'insuccesso dei singoli estratti, con 4 milioni di copie vendute in tutto il mondo ed 1 milione negli USA,( una volta sarebbe stato considerato un flop, ma questa cifra oggi è decisamente invidiabile visto il periodo di crisi di vendite attraversato dall'industria discografica)
    Vince il prestigioso premio Legend Awards che le viene consegnato il 4 novembre 2007 dal principe Alberto di Monaco.
    Il 15 dicembre 2007 si chiudono, dopo 5 intensissimi anni, le repliche di A new day..., nei 5 anni sono cambiati tutti i costumi, molte canzoni, Céline ha cambiato più volte look ed ha pure perso il padre Jacques. Nonostante la perdita del padre avvenuta di primo mattino, Céline non ha voluto rinunciare all'abituale replica dello spettacolo prevista per quella stessa sera, anche se fra una canzone e l'altra si è lascita andare alle lacrime. L'ultima replica dello show di Las Vegas viene trasmessa in diretta nella maggior parte dei cinema degli Stati Uniti; a fine concerto irrompono a sorpresa sul palco il marito René e il figlio René Charles. Il DVD relativo allo show a Las Vegas, esce ad inizio dicembre 2007.
    Dopo Las Vegas, il Taking Chances World Tour
    Céline Dion di nuovo in tour nel 2008 e 2009
    A inizio 2008 partecipa per la terza volta a Les Enfoirés, questa volta in diretta da Strasburgo, uno show realizzato da un gruppo di artisti che annualmente si ritrova per raccogliere fondi per l'associazione benefica Le Restos du Coeur creata dal comico italo-francese Coluche.
    All'album Taking chances segue, a 9 anni di distanza dall'ultimo tour di Céline, un World Tour che, partito il 14 febbraio 2008 da Johannesburg in Sud Africa, durerà un intero anno attraversando tutti i continenti. La cantante ha fatto tappa in Italia al DatchForum di Assago (Milano) il 3 luglio 2008.
    Durante il tour, Céline ha festeggiato il suo 40° compleanno.
    Durante le tappe parigine del Taking Chances world tour (seconda tappa europea dopo Londra e dopo le tappe in Africa, Oceania e Asia) dal 19 maggio al 24 maggio 2008, le viene conferita all'Eliseo, dal presidente francese Sarkozy, la legion d'onore, la più alta onorificenza della repubblica francese.
    Il 22 agosto 2008 Céline ha partecipato alle celebrazioni per il quattrocentesimo anniversario della fondazione del Quebec, con un enorme concerto gratuito a Quebec City live a les Plaines d'Abraham, intitolato Céline sur les Plaines, un concerto esclusivamente in lingua francese in cui Céline ha diviso il palco con le maggiori star del Quebec: Garou, Zachary Richard, Éric Lapointe, Marc Dupré, Claude Dubois, La famille Dion (ossia i 13 fratelli e sorelle di Céline), Dan Bigras, Mes Aïeux, Nanette Workman, Jean-Pierre Ferland e per finire Céline ha regalato un commovente interpretazione di Un peu plus haut, un peu plus loin, duettando per la prima volta con la cantante che è stata, prima dell'avvento di Céline, la regina della musica del Quebec, prodotta da René Angelil prima di incontrare Céline: Ginette Reno.
    Céline ha annunciato la sua partecipazione alle olimpiadi invernali di Vancouver e Whistler del 2010.
    Vita privata
    Céline ha sempre voluto condividere il più possibile con il pubblico la sua vita privata, dialogando molto con i suoi fans, raccontando di sé e portando sul palco o in tv il suo mondo. Sin da piccola mostra un fortissimo legame con la sua famiglia, portando ai concerti i genitori o addirittura tutta la famiglia; si presenta come "una di famiglia" per tutto il Québec. La famiglia continuerà sempre a seguirla, e lei a volte duetterà con qualche famigliare (come con la sorella Claudette), come nell'album These are special times in cui i brani Feliz Navidad e Les cloches du hameau sono interpretati da tutta la famiglia Dion. Inoltre porta con sé i suoi sentimenti di adolescente e i suoi sogni d'amore. Inizialmente tiene nascosta la relazione con René Angelil, il manager di origine siriana al quale la madre l'aveva raccomandata e affidata. All'epoca Céline aveva solo 20 anni e René 46; lui era stato sposato due volte ed aveva avuto 3 figli. Dopo rivelazioni e polemiche, Céline sceglie di manifestare la sua storia d'amore e nel 1994 sposa René in una fiabesca cerimonia nella Basilica di Notre Dame de Montréal, circondata da un'enorme folla di fans. Céline non perderà mai occasione per parlare del suo amore per René e della profondità del sentimento che li lega.
    Céline vuole condividere con i fans anche il proprio dolore, a cominciare da quello per la malattia della nipote Karine (figlia di Liette), affetta di fibrosi cistica. Sin dall'inizio della sua carriera Céline si era legata al movimento mondiale per la lotta alla fibrosi cistica, di cui continua ad essere referente; nonostante il grande impegno della ricerca, nel 1993 Karine muore all'età di 16 anni e Céline le dedica la canzone Vole, nell'album D'eux, tradotta poi con Fly in Falling into you. I fans saranno molto vicini a Céline in questo momento, così come durante il cancro alla gola del marito René o dopo la morte del padre Jacques o nell'iniziale difficoltà ad avere figli.
    Nel 2001 Céline diventa madre di René-Charles e anche la sua immagine cambia completamente; da giovane diva e sposa, Céline diventa il modello di tutte le madri, condivide con il pubblico ogni informazione sulla crescita di suo figlio e sui suoi sentimenti di madre, a cominciare dalla canzone Je lui dirai dell'album 1 fille & 4 types e If I could di A new day...live in Las Vegas, fino all'album con Anne Geddes Miracle - A celebration of new life.
    A Las Vegas, Céline e René sono stati anche al centro di alcuni scandali. Nel 2000 una donna accusò René di averla stuprata al Caesar's Palace; René negò ma pagò la donna 2 milioni perché stesse zitta, nel 2003 la donna e il marito sono stati arrestati per diffamazione e estorsione ed in seguito condannati. Nel 2001 la coppia fece causa al tabloid canadese Allo Vedettes per aver scritto che la coppia avrebbe pagato 5 mila dollari per affittare la piscina del Caesar's Palace, in modo che Céline potesse prendere il sole il topless. In seguito ritirarono la denuncia. Nel 2004, un grave scandalo sconvolse il Québec e tutto il mondo francofono, quando Nathalie Simard, la sorella più giovane del cantante René Simard, con cui Céline ha duettato più volte, dichiarò di essere stata stuprata diversi anni prima da Guy Cloutier, miglior amico di René Angelil e membro insieme a lui del gruppo The Baronets, i cosiddetti Beatles del Québec. Cloutier venne poi condannato e arrestato e René si affrettò a dichiarare di non aver mai saputo niente della faccenda e di non voler più avere alcun tipo di rapporto con Cloutier. jan Jones, ex sindaco di Las Vegas e attualmente addetto alle comunicazioni di Harra's, l'impresa proprietaria del Caesar's Palace, ha dichiarato a un tabloid inglese che René è un grande scommettitore e che scommette circa un milione di dollari a settimanda; il Caesar's Palace ha in seguito rilasciato una smentita ufficiale.
    Il 21 agosto 2008 le è stata conferita la laurea honoris causa in musica dalla canadese Laval University.
    Nel Febbraio 2008 ha intrapreso delle cure ormonali per potere avere un secondo figlio.
    Nel 2008 è uscito il film Céline - The unauthorised life story of Céline Dion, un biopic non autorizzato sulla vita di Céline Dion, diretto da Jeff Woolnough e interpretato da Jodelle Ferland, Peter McNail, Enrico Colantoni e Grant Nickalls.
    Vocalità e personalità interpretativa
    Céline Dion è nota per le notevoli qualità della sua voce di soprano drammatico d'agilità. Dopo i primi anni come contralto e mezzosoprano, la sua voce si è mano a mano modificata grazie alla naturale evoluzione e al costante esercizio, consentendole in pochi anni di passare al suo naturale registro di soprano.
    Voce calda e piena, sonora, di straordinaria duttilità, agilità ed estensione e sorretta da un'ottima preparazione tecnica che le ha permesso di affrontare con disinvoltura tutte le più ardue difficoltà tecniche (anche la coloratura) e di emettere vocalizzi di grande precisione a piena voce in tutta la sua estensione (sia le note gravi che quelle acute e sovracute sono corpose e sonore). Grazie all'eccezionale controllo dei fiati è in grado di sostenere note per un tempo molto lungo e di sfruttare al massimo il suo apparato fonatorio, qualità che le consente di ottenere una notevole estensione vocale e una voce molto ampia.
    La sua versatilità vocale le ha permesso di affrontare con successo tantissimi generi musicali: lirica, jazz, blues, rap, rock e yodel; uno dei migliori esempi dei suoi esercizi vocali è riscontrabile nella seconda fase del suo Falling Into You tour.
    Profilo vocale
    Tipo di voce: soprano
    Nota più alta (voce di testa): re sovracuto (re5) nel brano L'amour existe encore
    Nota più bassa: re grave (re2) nel brano I surrender
    Estensione vocale: 3 ottave
    Nota più lunga: sol acuto diesis (sol#4) di 18 secondi in I surrender live a Las Vegas
    Onorificenze
    Order of Canada
    — 30 dicembre 2008
    Legion d'onore
    — 22 maggio 2008
    Cavaliere delle arti e delle lettere della repubblica francese
    — gennaio 1996
    Altre attività
    Nel 1989 Céline ha girato la mini serie di 4 puntate Des fleurs sur la neige, in un ruolo altamente drammatico, che l'ha vista talmente tanto impegnata fisicamente e psicologicamente da farle rischiare la vita in un incidente stradale, quando, di ritorno dal set, si addormenta al volante e va finire in un fosso, uscendone miracolosamente illesa.
    Sempre nel 1990 Céline ha aperto una catena di ristoranti "Nickels", ma dal 1997 non ha più azioni in quella catena. Nell'ottobre 2004, la compagnia aerea di bandiera canadese Air Canada nominò Céline come facente parte della nuova campagna promozionale e per la pubblicità viene scritta la canzone You and I poi inclusa nell'album A new day...live in Las Vegas. Ha firmato un contratto con Coty, Inc. per realizzare la linea di profumi Celine Dion Parfums, di cui ora si prepara il lancio della quinta fragranza, "Sensational".
    Dion ha sostenuto molte organizzazioni benefiche, a cominciare Fondazione Canadese per la Fibrosi Cistica(CCFF), che sostiene dal 1982 e di cui è referente dal 1993. Nel 2003 assieme ad altri artisti, atleti e politici fra cui Josh Groban, Nick Carter, Enrique Iglesias, Yolanda Adams ha sostenuto il World Children's Day, sponsorizzato da McDonald's per raccogliere fondi per più di 100 paesi a favore di orfanotrofi e associazioni per la salute dei bambini; in quell'occasione assieme agli altri artisti ha interpretato Aren't they all our children. Céline ha anche sostenuto la T.J. Martell Foundation, il Memorial Fund di Lady Diana e molte altre campagne per la salute e l'educazione. Ha donato 1 milione di dollari alle vittime dell'Uragano Katrina, ha partecipato allo show di raccolta fondi per le vittime dello Tsunami in Asia nel 2004 e ad altre manifestazione benefiche come il Telethon di Jerry Lewis.
    Curiosità
    Il 30 marzo 2008, giorno del suo quarantesimo compleanno, il programma Salut, Bonjour del canale quebecchese TVA manda in onda il video-omaggio realizzato dai fans della Community Internazionale di Celine: il video, montato su DVD, è stato consegnato nelle mani di René Angélil il 17 maggio 2008. Celine e René hanno guardato il film nella loro suite all'hotel George V di Parigi alla vigilia del debutto francese del Taking Chances World Tour e lo stesso René ha rivelato a Line (membro della Community) che sia lui che Celine hanno molto apprezzato il "regalo".
    Da ragazzina la chiamavano dracula per il canino sporgente, oppure Canin Dion.
    A scuola è talmente distratta che si sospettano maltrattamenti in famiglia e viene mandata a casa sua un'assistente sociale, ma il problema di Céline era solo la passione per la musica.
    la canzone You and I è stata scelta come inno della campagna elettorare di Hillary Clinton fino alle primarie del 2008 (escluse); Céline si era già esibita più volte per Bill Clinton.
    la canzone The reason era stata originariamente scritta per gli Aerosmith; solo dopo aver sentito l'interpretazione di Céline, l'autrice Carole King decise di destinarla a lei.
    Céline colleziona scarpe, ne ha un numero impressionante. Quanto a profumi, oltre alla sua personale fragranza usa solo Chanel n°5.
    quando James Horner, autore della colonna sonora del film Titanic e di My heart will go on, fece sentire il brano alla Dion per proporglielo, cantandolo lui stesso, a Céline non piacque affatto. Prima di un rifiuto definitivo René propose che Céline provasse a registrare un demo, per vedere come la canzone sarebbe stata interpretata da lei. Céline incise immediatamente un demo e quella prima versione fu talmente perfetta, che Céline non la reincise mai più in studio.
    Agli Oscar del 1998 Céline interpretò My heart will go on indossando l'originale di Le coeur de la mer (Cuore dell'Oceano), il collier realizzato per il film Titanic. La collana le venne concessa solo per quella serata con un corredo di guardie del corpo per sorvegliarla. Al momento dell'acuto finale, Céline, nell'enfasi del brano, si diede un colpo sul petto con il polso, facendo sobbalzare la collana che per pochissimo non si stacco; fu un gesto che fece letteralmente sobbalzare le guardie del corpo del gioiello.
    Céline parla raramente di politica, ma nel 2005 al Larry King Live, all'indomani dell'Uragano Katrina ha pubblicamente criticato la politica di George W. Bush dichiarando "Perché è così semplice mandare aeroplani in un altro paese per uccidere tutti in un secondo e distruggere la vita? Abbiamo bisogno di essere a New Orleans adesso per salvare i sopravvissuti".
    Céline, anche per l'enfasi interpretativa, la sua natura conservatrice e l'accento che pone sui sentimenti e sul desiderio di condividere il più possibile i suoi sentimenti di figlia, moglie e madre, è molto spesso oggetto di parodie ed imitazioni in programmi come Celebrity Deathmatch, South Park, MADtv, Saturday Night Live, dove si gioca anche sul suo accento francese. Céline è anche imitatissima in Canada (in show come Royal Canadian Air Farce e This Hour Has 22 Minutes e in Francia per il suo fortissimo accento del Québec. In Francia il suo imitatore più famoso è Laurent Gerra.
    Celine è una delle donne più ricche del mondo dello spettacolo,con un patrimonio di oltre 250 milioni di dollari.


    Discografia
    Videografia
    Tours e spettacoli
    Cover
    Cover incise da Céline Dion
    L'amour viendrà (album La voix du Bon Dieu), cover di Tu cosa fai stasera di Dario Baldan Bembo
    Les roses blanches (album La voix du Bon Dieu), cover di Berthe Sylva
    Tire l'aiguille (album La voix du Bon Dieu), cover di Renée Lebas
    Mamy Blue (album Les chemins de ma maison), cover dei Pop Tops
    Ne me plaignez pas (album Les chemins de ma maison), cover di Please Don't Sympathise di Sheena Easton
    A quatre pas d'ici (album Du soleil au cœur), cover di The Land Of Make Believe di Bucks Fizz
    Un énfant (album Chants et contes de Noël), cover di Jacques Brel
    Hymne à l'amitié (album Les oiseaux du bonheur), cover di L'amico è di Dario Baldan Bembo
    Hommage à Félix Leclerc (Bozo/Le p'tit bonheur/Moi, mes souliers/Attends-moi "ti-gras"/Le train du nord) (album Céline Dion en concert), cover di Félix Leclerc
    Up Where We Belong (album Céline Dion en concert), cover di Joe Cocker e Jennifer Warnes
    Over the rainbow (album Céline Dion en concert), cover di Judy Garland
    Hommage a Michel Legrand (Quand on s'aime/Brule pas tes doights/La valse du lilas/Quand ça balance/Les moulins de mon cœur) (album Céline Dion en concert), cover di Michel Legrand
    Carmen, l'amour est un enfant de boheme, (album Céline Dion en concert) cover di Georges Bizet
    Flashdance... What a Feeling (album Céline Dion en concert), cover di Irene Cara
    Délivre-moi (album Incognito), cover di Love in the Shadows di Elizabeth Daily.
    Unison (album Unison), cover di Junior
    The last to know (ambum Unison), cover di Sheena Easton
    Le monde est stone (album Dion chante Plamondon), cover di Fabianne Thibeault
    Un garçon pas comme les autres (Ziggy) (album Dion chante Plamondon), cover di Fabianne Thibeault
    Le blues du businesman (album Dion chante Plamondon), cover di Claude Dubois
    Les uns contre les autres (album Dion chante Plamondon), cover di Claude Dubois e Fabianne Thibeault
    Le fils de Superman (album Dion chante Plamondon), cover di Martin St-Clair
    Oxygène (album Dion chante Plamondon), cover di Diane Dufresne
    J'ai besoin d'un chum (album Des mots qui sonnent), cover di Diane Dufresne
    Piaf chanterait du rock (album Des mots qui sonnent), cover di Marie Carmen
    If you asked me to (album Celine Dion), cover di Patti LaBelle
    The Power of Love (album The Colour of My Love), cover di Jennifer Rush
    When I Fall in Love (album The Colour of My Love), cover di Doris Day
    Calling You (album À l'Olympia), cover di Javetta Steele
    Quand on arrive en ville - Naziland, ce soir on danse (album A l'Olympia), cover di Claude Dubois e Nanette Workman
    Quand on n'a que l'amour (album À l'Olympia), cover di Jacques Brel
    It's All Coming Back to Me Now, (album Falling into You) cover di Jim Steinman
    River deep, mountain high (album Falling into you), cover di Tina Turner
    (You Make Me Feel Like) A Natural Woman (album Falling into you), cover di Carole King
    All by Myself, (album Falling into you) cover di Eric Carmen
    Falling into You (album Falling into you) cover di Marie Claire D'Ubaldo
    When I need you, (album Let's Talk About Love), cover di Albert Hammond e Leo Sayer
    Treat Her Like a Lady (album Let's talk about love), cover di Diana King
    Love Is on the Way (album Let's talk about love), cover di Billy Porter
    I Hate You Then I Love You (album Let's talk about love), cover di Never, Never, Never di Shirley Bassey, a sua volta cover di Grande, grande, grande di Mina
    Let's Talk About Love (album Let's talk about love), cover di Puisque Tu Pars di Jean-Jacques Goldman
    Amar Haciendo el Amor (album Let's talk about love), cover di You Only Love Once di Billy Mann
    Happy Xmas (War Is Over) (album These Are Special Times), cover di John Lennon
    Blue Christmas (album These are special times), cover di Ernest Tubb
    If walls could talk (album All the Way... A Decade of Song), cover di Stevie Vann
    The first time ever I saw your face (album All the way...a decade of song), cover di Roberta Flack
    All the way (album All the way...a decade of song), cover di Frank Sinatra
    At Last (album A New Day Has Come), cover di Etta James
    Nature boy (album A new day has come), cover di Nat King Cole
    The greatest reward (album A new day has come), cover di L'envie d'aimer di Daniel Lévi
    Ten days (album A New Day Has Come), cover di Tomber di Gerald De Palmas
    I Drove All Night (album One Heart), cover di Cyndi Lauper
    Tu nages (album 1 fille & 4 types), cover di Anggun
    Retiens-moi (album 1 fille & 4 types), cover di Nanette Workman
    Rien n'est vraiment fini (album 1 fille & 4 types), cover di Leyla Doriane
    If I could (album A New Day... Live in Las Vegas), cover di Nancy Wilson
    Fever (album A new day...live in las Vegas), cover di Little Willie John
    What a Wonderful World (album A new day...live in las Vegas), cover di Louis Armstrong
    I wish (album A new day...live in las Vegas), cover di Stevie Wonder
    I've got the world on a string (album A new day...live in las Vegas), cover di Harold Arlen
    Beautiful boy (album Miracle), cover di John Lennon
    Le loup, la biche et le chevalier (une chanson douce) (album Miracle), cover di Henri Salvador
    Baby close your eyes (album Miracle), cover di Carol Welsman
    Plus haut que moi (album On ne change pas), cover di Higher ground di Jennifer Rush
    Taking Chances (album Taking Chances), cover dei Platinum Weird
    Alone (album Taking Chances), cover delle Heart
    New dawn (album Taking chances), cover di Linda Perry
    Right next to the right one (album Taking chances), cover di Tim Christensen
    That's just the woman in me (album Taking chances), cover di Katrina and the Waves
    Dance with my father (album My love: Ultimate essential collection), cover di Luther Vandross
    If I ruled the world (album Duets di Tony Bennett), cover di Harry Secombe
    À Paris (album 500 Chorsistes avec... di aa. vv.), cover di Yves Montand
    Bewitched (album Mona Lisa smile di aa. vv.), cover di Vivienne Segal
    Can't help falling in love (DVD The Colour of My Love Concert e CD VH1 Divas Las Vegas di aa. vv.), cover di Elvis Presley
    You Shook Me All Night Long cantata insieme ad Anastacia (album VH1 Divas Las Vegas di aa. vv.), cover di AC/DC
    God bless America (album God bless America' di aa. vv.), cover di Irving Berlin
    Stayin' Alive - You Should Be Dancing (dvd Au coeur du stade), cover dei Bee Gees
    Twist and Shout (dvd Live in Menphis), cover dei Beatles
    Testimony (album VH1 Divas Live), cover di Aretha Franklin
    You've Got a Friend (album VH1 Divas Live), cover di Carole King
    Here, There and Everywhere, cover dei Beatles
    Là-bas (album Les Enfoires au Grand Rex), cover di Jean-Jacques Goldman e Sirima
    White Christmas e Noel blanc, cover di Bing Crosby
    Apparizioni in Serie TV
    Des fleurs sur la neige (1989)
    La Tata (The Nanny) (1996-1997), stagione 4, episodio 26 (con interpretazione di It's all coming back to me now e di un estratto di Ce n'etait qu'un reve a cappella)
    Il tocco di un angelo (Touched by an angel), stagione 5, episodio 100 (con interpretazione live di Love can move mountains)
    La petit vie (2002) (con interpretazione live di C'est Noel)
    Voci correlate
    Discografia di Céline Dion
    Elenco degli artisti musicali per maggiori vendite
    Canzoni di Céline Dion che non sono nei suoi album
    Esibizioni live di Céline Dion mai incise
    Estratti live di Céline Dion mai incisi
    Note


      ^ Julie Lemieux. (FR) Céline diplômée de l'école de la vie. 22-08-2008. URL consultato il 22-08-2008.

    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Céline Dion
    Articolo su Wikinotizie: Greatest Hits per Celine Dion 28 agosto 2008
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Forum internazionale
    Community internazionale
    Portale Biografie
    Portale Musica
    Portale Canada

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/C%C3%A9line_Dion"
    Categorie: Biografie | Cantanti canadesi | Nati nel 1968 | Nati il 30 marzo | Premi Oscar per la migliore canzone | Céline Dion | Artisti musicali con oltre 100 milioni di copie vendute | Vincitori dell'Eurofestival | Cantanti pop | Vincitori di Grammy | Decorati con la Legion d'OnoreCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti | Voci con curiosità da riorganizzare | Voci di qualità su en.wiki | Voci di qualità su th.wiki

    « Torna al 30 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre