Britney Spears (29)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 2 Dicembre 1981
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: McComb
  • Nazione: Stati Uniti
  • Britney Spears in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Britney Spears
  • Wikipedia: Britney Spears su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Britney Jean Spears (McComb, 2 dicembre 1981) è una cantante, attrice e ballerina statunitense.
    Ha venduto 83 milioni di dischi nel mondo, di cui 31 milioni nei soli Stati Uniti in appena 10 anni di carriera dal 1998 a oggi, piazzandosi così all'ottavo posto fra le donne che hanno venduto di più in tutta la storia del mercato musicale pop statunitense.
    Ha inoltre vinto un Grammy Awards vantando inoltre tre premi e cinque performance agli MTV Video Music Awards.
    E' riuscita a far debuttare ben cinque dei suoi album alla posizione #1 della Billboard 100 americana, cosa riuscita solo ad artisti del calibro di Barbra Streisand e Mariah Carey.
    Amata e contestata, con i suoi comportamenti bizzarri e i suoi video, è riuscita a fare da apripista ad un genere, il Teen pop, che si sarebbe evoluto sempre di più negli anni, dalla fine degli anni '90 fino a giorni d'oggi.
    Come accadde per la sua collega Madonna, Britney Spears si è guadagnata il soprannome di "Reginetta del Pop".

    Origini
    Britney Spears è nata a McComb, nel Mississippi ed è cresciuta nella piccola cittadina di Kentwood, in Louisiana. E' la secondogenita di Jamie Parnell Spears e Lynne Irene Bridges. Il fratello Bryan (1977) ha lavorato insieme a lei su alcuni accordi commerciali relativi a sponsorizzazioni di prodotti da parte della sorella, pur non essendo mai stato suo manager. E' oggi un uomo d'affari attivo a New York. La sorella Jamie Lynn (1991) ha invece raggiunto il successo come attrice in celebri serie sul canale americano Nickelodeon.
    Gli esordi
    Britney Spears frequentò fino a nove anni scuole di ginnastica e di danza e per molti anni partecipò spettacoli di ballo locali e a gare di ginnastica nazionali, vincendone molte. Inoltre, cantava nel coro della chiesa battista di Kentwood e partecipava a molte competizioni canore locali, che spesso vinceva. Ad otto anni fu scelta nelle audizioni per The Mickey Mouse Club, per conto della rete televisiva Disney Channel, ma fu poi scartata perché ritenuta troppo giovane per il programma. Ma il suo sorprendente talento non lasciò indifferenti i produttori dello show, tanto che uno di loro la presentò a Larry Rudolph, un avvocato e agente di spettacolo di New York, e trascorse così tre estati alla scuola d’arti canore e visive della città, apparendo inoltre in produzioni legate a Broadway, tra cui Ruthless! (1991). Nel 1992 fu chiamata per il programma Star Search, dove però perse nel secondo round.
    Riprovò poi a partecipare al The New Mickey Mouse Club, venne finalmente accettata ed entrò a far parte del cast della trasmissione dal 1993 al 1994. Nel programma era chiamata a recitare in sketches, a cantare e a ballare. Fu quindi una grande scuola per lei e le permise di sviluppare il suo talento in quelle discipline. Tra i suoi colleghi c’erano anche altre giovani star come Justin Timberlake, suo futuro fidanzato per anni, Joshua Chasez (che poi, insieme a Timberlake, sarebbe entrato a far parte degli *N Sync), Keri Russell, la cantante Christina Aguilera e l'attore Ryan Gosling. Terminato lo show, fu scelta per integrare, insieme ad Amanda Latona, Veronica Finn, Mandy Ashford, Danay Ferrer e Nikki DeLoach, la girlband Innosense. Ma l'esperienza non ebbe neppure inizio perché la Spears era intenzionata ad intraprendere una carriera da solista.
    Negli anni successivi registrò svariati demo, uno dei quali arrivò alla Jive Records, che scritturò la cantante per un contratto di sviluppo, permettendole così di registrare del materiale ed iniziare ad esibirsi in giro per gli Stati Uniti in concerti sponsorizzati da riviste giovanili nazionali. Aprì anche i concerti delle note boy band *N Sync e Backstreet Boys.
    Britney Spears nel 1999 durante un concerto
    Primi successi con ...Baby One More Time
    Alla fine del 1998 debuttò sulle scene mondiali con il singolo "...Baby One More Time", il cui video, che fu tra i più trasmessi dall'emittente televisiva musicale MTV, mostrava la cantante in una scuola cattolica. La canzone fu un successo internazionale, diventando doppio disco di platino negli Stati Uniti e arrivando al numero uno in Gran Bretagna e in moltissimi altri paesi, vendendo 9 milioni di copie . . All'inizio del 1999 uscì il suo primo album, ...Baby One More Time, che solo negli Stati Uniti è stato premiato con 14 dischi di platino, e ha venduto 27 milioni di copie mondialmente.
    La fama della cantante fu consacrata anche da un'apparizione sulla copertina dell'importantissima rivista musicale Rolling Stone, nell’aprile del 1999.
    La foto scatenò alcune polemiche e indusse all’idea (peraltro smentita dai suoi rappresentanti) che la cantante, allora 17enne, avesse subito operazioni di chirurgia plastica al seno.
    In estate partì con il suo primo tour, il "...Baby One More Time Tour". A dicembre ricevette quattro premi da Billboard, tra cui quello di “Artista Femminile dell’Anno”, e nel gennaio del 2000 fu premiata come miglior artista pop rock esordiente agli American Music Awards.
    Ebbe due nomine anche ai Grammy Award del 2000, quella come Best New Artist, miglior artista emergente (vinto da Christina Aguilera), e come Best Female Pop Vocal Performance per il singolo “...Baby One More Time”, senza però riscuotere vittorie.
    Oops!... I Did It Again
    Dopo il suo secondo tour, il Crazy 2K Tour, pubblicò il singolo "Oops!... I Did It Again". La canzone fu la più trasmessa in radio in un solo giorno record però battuto nel 2005 da Mariah Carey con We Belong Together. Il brano era molto simile al singolo di debutto pubblicato due anni prima, ma ricevette comunque dai critici dei giudizi più lusinghieri. A questo nuovo album collaborò anche Shania Twain, che insieme al marito Mutt Lange scrisse la traccia Don't Let Me Be the Last to Know, con ovvie influenze country.
    L'album vendette nella prima settimana oltre 1,319,193 milioni di copie solo negli Usa (record per un'artista solista), per un totale di 25 milioni di copie vendute mondialmente di cui 10 milioni di copie solo negli Stati Uniti e ha ricevuto una certificazione di diamante.
    Nell’estate dello stesso anno la cantante lanciò il suo primo tour mondiale, l'Oops!... I did it again world tour, e scrisse insieme alla madre il libro Britney Spears heart-to-heart. Vinse poi altre due premi di Billboard, e all’inizio del 2001 fu nominata altre due volte agli American Music Awards. Oops!... I Did It Again ebbe altre due nomine ai Grammy, come Best Pop Vocal Album e Best Female Pop Vocal Performance.
    Britney
    Nel 2001 la cantante strinse un accordo da circa 8 milioni di dollari con la Pepsi Cola, per la quale divenne testimonial. Sempre in quel periodo la cantante insieme ad altri suoi colleghi dal calibro di Gwen Stefani, Christina Aguilera, Beyoncè e molti altri incise il brano What's Going On, cover di un celebre brano, per raccogliere fondi da destinare alla lotta contro l'AIDS. L'incisione avvenne poco dopo i fatti dell'11 settembre 2001 a New York e venne deciso di tributarla anche alle vittime di quell'attentato terroristico.
    Nel settembre 2001 duettò anche con Michael Jackson nel brano The Way You Make Me Feel al Madison Square Garden in occasione del 30° anniversario del re del Pop.
    A novembre dello stesso anno uscì Britney, il suo terzo album. Entrò al numero uno in classifica negli USA, dove vendette 746,000 mila di copie nella prima settimana e in Canada. Negli Stati Uniti arrivò a vendere in tutto circa 4 milioni di copie e soltanto il singolo "I'm a Slave 4 U" ebbe seguito in patria, mentre nel resto del mondo l'album arrivò a venderne 12 milioni. Con Britney la cantante iniziò anche a lavorare come compositrice, aggiungendo la sua firma a cinque tracce. Nello stesso periodo prese il via il tour promozionale Dream Within a Dream Tour. Ancora una volta fu nominata ai Grammy Awards, per le categorie Best Female Pop Vocal Performance (con Overprotected) e Best Pop Vocal Album (Britney); a ricevere i riconoscimenti fu invece Norah Jones.
    Nel febbraio del 2002 partecipò da protagonista al film Crossroads - Le strade della vita, debuttando così come attrice. Un mese dopo terminò la sua relazione di quattro anni con il cantante Justin Timberlake. Lo stesso Timberlake diede l’impressione che lei lo avesse tradito, nella canzone Cry Me a River, e nel relativo video. La cantante rispose al riguardo con le testuali parole: "Non dico tecnicamente che stia sbagliando, ma nemmeno che abbia ragione.".
    A giugno Britney aprì il locale "NYLA" a New York. Il ristorante proponeva sia cucina di New York che quella della Louisiana. L'esperienza di ristorazione non durò molto, e nel giro di un anno il "NYLA" chiuse i battenti.
    Nell’agosto del 2003 tornò agli MTV Video Music Awards, dove sostenne una performance insieme a Madonna, Christina Aguilera e Missy Elliott. Cantò insieme a Christina Aguilera in Like a Virgin, storico brano di successo, occasione in cui diedero un bacio a Madonna che fece scalpore.
    In the Zone
    Nel novembre del 2003 uscì In the Zone, il suo quarto album, alla produzione del quale parteciparono artisti come Moby, R. Kelly, il duo svedese Bloodshy&Avant, P. Diddy e il meno noto RedZone.
    Fu coautrice di 9 tracce su 13, e per la prima volta fu anche produttrice del suo album.
    In the Zone arrivò al primo posto in classifica americana vendendo nella prima settimana 609 mila di copie, rendendo la Spears la prima e sola artista singola ad avere i primi quattro album alla n.1 di Billboard. . Il singolo estratto dall'album che ha riscosso maggior successo è stato Toxic, canzone che ha anche vinto un Grammy (il primo per la Spears) come Best Dance Recording.
    In the Zone è considerato il vero album della svolta artistica della cantante, e il suo tema principale è l'amore in tutte le sue sfaccettature. Dall'album sono stati estratti come singoli Me Against the Music, in collaborazione con Madonna, Everytime ed Outrageous.
    In tutto l'album vendette circa 15 milioni di copie a livello internazionale di cui 3 negli USA.
    The Onyx Hotel Tour
    Nel 2004 Spears avviò il The Onyx Hotel Tour che fu seguito da 600.000 fans in Nord America ed Europa. A giugno alcune date furono cancellate in seguito a una ferita ad un ginocchio, che la cantante si procurò mentre girava il video del singolo "Outrageous", che rimase incompleto.
    Greatest Hits: My Prerogative
    Alla fine del 2004 fu pubblicato Greatest Hits: My Prerogative, che raggiunse il quarto posto in classifica negli USA con 255,000 copie vendute nella prima settimana.
    La raccolta contiene i suoi singoli più famosi, e gli inediti "My Prerogative" e "Do Somethin'", che furono estratti a loro volta come singoli per la promozione del Greatest Hits, e "I've Just Begun (Havin' My Fun)".
    Ad oggi Greatest Hits: My Prerogative ha venduto circa 10.000.000 di copie.
    Greatest Hits: My Prerogative consacrò definitivamente Britney Spears come una delle migliori artiste della storia.
    B in the Mix: The Remixes
    Nel settembre del 2005 uscì l’album di remix B in the Mix: The Remixes, sempre per conto della Jive Records.
    Si trattava di fatto di una versione remixata del Greatest Hits: My Prerogative uscito qualche tempo prima. Non promosso ufficialmente negli Stati Uniti, vendette nella prima settimana solo 16.000 copie. Il suo singolo di lancio fu And Then We Kiss, senza video e lanciato solo in pochi Paesi.
    Dal giorno della sua uscita B in the Mix: The Remixes ha venduto 1.000.000 di copie nel mondo.
    Blackout
    Nell'ottobre 2007 pubblicò il suo quinto album in studio, Blackout.
    A settembre dello stesso anno presentò il singolo di lancio, Gimme More, agli MTV Video Music Awards, con una criticata esibizione Nonostante le critiche per la sua performance, il singolo balzò subito in vetta a numerose classifiche mondiali, diventando uno dei dieci maggiori successi della sua carriera.
    Nella prima settimana, l'album vendette 438,000 copie di cui 290,000 mila copie negli Stati Uniti che debuttò alla 2..
    A gennaio 2008 venne pubblicato il secondo singolo Piece of Me, brano dalle sonorità particolari e molto autobiografico, che riceve buoni commenti dalla critica e staziona per mesi nelle Top 10 mondiali, tra le quali la Hot Dance Club Play americana e la MTV Euro Top 20 europea, delle quali raggiunse la vetta.
    Terzo singolo estratto fu la futuristica Break the Ice, il video del quale è stato realizzato interamente sottoforma di cartone animato giapponese.
    Il quarto singolo doveva essere Radar e il video girato a Londra ma poi fu tutto rinviato perché la Spears doveva lavorare al nuovo album.
    Il disco, con data di uscita fine ottobre, vendette 2 milioni di copie in tutto il mondo (di cui il 6% in formato digitale) conteggiando esclusivamente i mesi di novembre e dicembre 2007.
    L'album vinse importanti premi, tra i quali Miglior Album Internazionale agli NRJ Awards di Parigi.
    Dopo l'esibizione del 2007, criticata da molti, Britney si ripresentò agli MTV Video Music Awards 2008 nominata in ben tre categorie, Best Female Video, Best Pop Video e Video Of The Year per la hit Piece of Me. Alla serata del 7 settembre, presentata da Russell Brand, nei Paramount Studios di Hollywood, Britney trionfò in tutte e tre le categorie; furono i primi premi in assoluto vinti da Britney nella sua carriera agli MTV Video Music Awards.
    Agli MTV Europe Music Awards 2008, che si sono tenuti a Liverpool nel Regno Unito, Britney è stata premiata con il premio "Best Act of 2008" e l'album Blackout come "Album of The Year", sbaragliando la concorrenza di artisti come Rihanna, Coldplay e Leona Lewis .
    Blackout ha venduto oltre 5.000.000 di copie (3.100.000 digitali e 2.200.000 fisiche) in tutto il mondo fino ad ottobre 2008 senza ricevere alcun tipo di promozione da parte di Britney, risultando l'album meno venduto nella carriera della Spears, ma forse il più apprezzato dalla critica mondiale.
    Il secondo singolo Piece of Me è stato certificato disco di platino negli Stati Uniti.
    Circus
    L'11 giugno 2008 la Jive Records confermò che non sarebbe stato estratto nessun altro singolo da Blackout e che la promozione del quinto album della cantante era terminata da quando la Spears aveva cominciato a registrare il nuovo album.
    I principali produttori del nuovo album della Spears sono: The Outsyders, Benny Blanco, Dr. Luke, Guy Sigsworth, Danja, Claude Kelly, Bloodshy & Avant, e Max Martin.
    Qualche giorno dopo gli MTV Video Music Awards 2008 la rivista OK!Magazine, che aveva appena intervistato la Spears, rivelò che il nuovo disco era previsto per il mese di dicembre e il primo singolo sarebbe uscito entro novembre 2008. La stessa notizia fu rivelata con molta insistenza anche da altri importanti magazine americani. Nessuna conferma però giunse dalla Spears o dalla sua casa discografica, almeno fino al 15 settembre quando, con un comunicato stampa della Jive Records, fu confermata l'uscita mondiale dell'album per il 2 dicembre 2008, stesso giorno del ventisettesimo compleanno della cantante. In Europa la data di pubblicazione è stata il 28 Novembre. Il titolo è Circus e il primo singolo estratto la traccia prodotta dai The Outsyders, Womanizer.
    Womanizer è stato trasmesso per la prima volta dalle radio americane il 26 Settembre 2008.
    La canzone segna il ritorno al successo discografico di Britney. Womanizer, infatti, vende quasi 300.000 mila copie in una sola settimana e soltanto con il download digitale. Grazie ad esso, 16 Ottobre 2008 Womanizer balza in vetta alla Billboard Hot 100, la più importante classifica musicale mondiale.
    Pubblicato il 2 Dicembre negli USA, l'album Circus debutta alla #1 nella Billboard 200 con ben 505.000 copie vendute nella prima settimana e classificandosi subito Disco d'Oro.
    La Stella di Britney Spears nella Walk of Fame di Hollywood
    Pochi giorni dopo il rilascio europeo Circus raggiunge la #1 della .
    Il 1 Gennaio 2009 la rivista americana Rolling Stone certifica ufficialmente Circus come Disco di Platino, per aver venduto 1.000.000 di copie nei soli USA.
    Il secondo singolo estratto dall'album, Circus, ha debuttato alla #3 della Billboard Hot 100, diventando il singolo della cantante con il debutto più elevato in quella classifica.
    Vita privata
    La vita privata della cantante è stata spesso al centro delle cronache rosa, soprattutto a causa dei problemi personali della stessa. La Spears ha girato un documentario per chiariare quello che le è successo e per raccontare la sua versione dei fatti raccontati dai media sul suo conto negli ultimi anni. Il video si chiama Britney: For the Record ed è stato girato tra l'inizio di settembre e l'inizio di novembre del 2008 e copre il periodo che va dagli MTV Video Music Awards alla registrazione del video per il singolo Circus.
    Il 3 gennaio 2004 la cantante sposò l’amico d’infanzia Jason Allen Alexander al The little white wedding chapel, a Las Vegas, ma 55 ore dopo il matrimonio fu annullato. Secondo la richiesta di annullamento, la Spears "non era in grado di comprendere le proprie azioni al punto che non sapeva decidere davvero se sposarsi o no; infatti, prima di ricevere l’anello nuziale i due non conoscevano gusti ed abitudini dell’uno o dell’altra, il desiderio dell’uno o dell’altra di avere o no figli, e i desideri dell’uno o dell’altra a proposito di dove voler abitare". La Spears in seguito dichiarò: "In tutta franchezza, volevo veramente rendermi conto di cosa significasse essere sposati". In seguito all'annullamento Jason Allen Alexander non chiese alcuna somma di denaro alla Spears, in quanto anche lui spiegò di non esser stato pienamente cosciente di ciò che aveva fatto..
    Nel luglio dello stesso anno annunciò di essersi fidanzata con Kevin Federline, rapper, ballerino e modello che aveva conosciuto tre mesi prima ad Hollywood. La loro relazione fu molto criticata perché Federline era legato in precedenza all’attrice Shar Jackson, ancora incinta del loro secondogenito quando conobbe la Spears. Il 18 settembre 2004 si sposarono in una cerimonia a sorpresa a Studio City (California). Alla fine dello stesso anno annunciò che avrebbe preso una pausa dalla sua carriera e messo su famiglia.
    Nella primavera del 2005 partì su una rete televisiva americana, UPN, Britney and Kevin: Chaotic, reality show dedicato a Britney e a suo marito Kevin, poi mandato in onda in Italia su Sky. La coppia produsse tutti e cinque gli episodi del programma che fu seguito da circa tre milioni di spettatori e stroncato da molti critici. A settembre dello stesso anno lo show fu pubblicato in DVD, insieme ad un disco bonus contenente la canzone Someday (I Will Understand), Chaotic, Mona Lisa, e a seconda dei paesi, o un remix di Someday (I Will Understand), o Over To You Now, o And Then We Kiss (contenuta nel cd di remix uscito poco dopo, B In The Mix: The Remixes), e il relativo video della prima canzone citata, con Britney incinta del primo figlio Sean Preston.
    Il 14 settembre 2005 nacque Sean Preston Federline, all'UCLA Medical Center di Santa Monica, primogenito della coppia, seguito a distanza di neanche un anno dal secondogenito, Jayden James Federline, nato il 12 settembre 2006
    A novembre dello stesso anno, mentre Kevin Federline stava registrando un programma televisivo, la cantante gli ha chiesto il divorzio tramite sms, citando differenze inconciliabili e chiedendo legalmente la custodia dei suoi due figli. All'ex marito è stato peraltro concesso di vederli a tempo determinato. Tutti questi avvenimenti disorientano notevolmente la Spears che, a causa di problemi psicologici accentuati anche dall'accanimento dei mass media che speculavano sulle sue condizioni di salute, fu costretta a farsi ricoverare più volte in diverse cliniche di riabilitazione.

    Da quel momento, per alcuni anni, la Spears è stata al centro dell'attenzione per la causa di assegnazione dei bambini, che in un primo momento le erano stati sottratti a causa del suo comportamento sregolato. Proprio a causa delle sue condizioni precarie di salute, Britney è stata dichiarata incapace di intendere e di volere e suo padre Jamie Spears è stato nominato suo tutore. Inoltre il giudice che segue il caso dell'affidamento dei figli, ha concesso a Kevin la custodia illimitata; i bambini dopo un periodo di sette mesi, a partire dal gennaio 2008, in seguito ad un ricovero di urgenza per collasso nervoso della Pop Star, possono tornare a dormire dalla madre. In seguito al ricovero di gennaio, fu provato che la Spears era esente dall'uso droghe e alcool e dall'abuso di medicinali. I medici che la tengono in cura hanno spiegato che la patologia sofferta da Britney è il bipolarismo, un disturbo dell'umore che che colpisce per la maggior parte le persone famose (che, a causa della loro vita frenetica, tendono a soffrirne molto più facilmente) e che deve essere tenuto sotto controllo con una dose di medicinale giornaliera. Dopo mesi di cure Britney Spears pare sia guarita da questa depressione, risultando finalmente sana, dimostrabile anche dalla sua presenza agli MTV Video Music Award 08, in cui è apparsa serena e in gran forma fisica.
    Premi ricevuti
    Discografia
    Album
    1999 - ...Baby One More Time
    2000 - Oops!... I Did It Again
    2001 - Britney
    2003 - In The Zone
    2007 - Blackout
    2008 - Circus
    Raccolte
    2004 - Greatest Hits: My Prerogative
    2005 - B in the Mix: The Remixes
    Singoli
    1998 - ...Baby One More Time
    1999 - Sometimes
    1999 - (You Drive Me) Crazy
    1999 - Born to Make You Happy
    2000 - From the Bottom of My Broken Heart (rilasciato esclusivamente per il mercato USA e australiano)
    2000 - Oops!...I Did It Again
    2000 - Lucky
    2000 - Stronger
    2001 - Don't Let Me Be the Last to Know
    2001 - I'm a Slave 4 U
    2002 - Overprotected
    2002 - Overprotected The Darkchild Remix (rilasciato esclusivamente per il mercato USA)
    2002 - I'm Not A Girl, Not Yet A Woman
    2002 - I Love Rock'n'Roll
    2002 - Boys (the Co-Ed Remix) (feat. Pharrell)
    2002 - Anticipating (rilasciato esclusivamente per il mercato Francese)
    2003 - That's Where You Take Me (rilasciato esclusivamente per il mercato filippino)
    2003 - Me against the Music (feat. Madonna)
    2004 - Toxic
    2004 - Everytime (in Italia è stato trasmesso solo il video)
    2004 - Outrageous
    2004 - My Prerogative
    2005 - Do Somethin'
    2005 - Someday (I Will Understand)
    2005 - And Then We Kiss (rilasciato esclusivamente per il mercato Asiatico)
    2007 - Gimme More
    2008 - Piece of Me
    2008 - Break the Ice
    2008 - Womanizer
    2008 - Circus
    2009 - If U Seek Amy
    Videografia
    1999 - Time out with Britney Spears
    2001 - Britney Spears - Live and more!
    2001 - Britney - The videos
    2002 - Live from Las Vegas
    2002 - Stages (book fotografico con DVD annesso che tratta delle giornate trascorse in messico per il suo DWADT)
    2004 - In The Zone(presenta all'interno un Bonus Disc)
    2004 - Greatest Hits: My Prerogative
    2005 - Britney & Kevin: Chaotic (presenta all'interno un Bonus Disc)
    2008 - Britney: For The Record (Documentario)
    Tour
    1999 - ...Baby One More Time Tour
    2000 - Crazy 2K Tour
    2000 - Oops!...I Did It Again World Tour
    2001 - Dream Within a Dream Tour
    2004 - The Onyx Hotel Tour
    2007 - The M+M's Tour
    2009 - The Circus: Starring Britney Spears
    Profumi
    2004 - Curious
    2005 - Fantasy
    2006 - In Control Curious
    2006 - Midnight Fantasy
    2007 - Curious Heart
    2007 - Believe
    2008 - Hidden Fantasy
    Cinema e Televisione
    Bibliografia
    2000 - Britney Spears' Heart-to-Heart
    2001 - Britney Spears' A Mother's Gift
    2001 - Britney Spears' Stages
    Note


      ^ All Music Guide - Britney Spears
      ^ All Music Guide - Britney Spears
      ^ All Music Guide - Britney Spears
      ^ Sarah Hall. Breaking Down the Britney Bucks in E! Online. Yahoo!. URL consultato il 2008-06-21.
      ^ Top Selling Artists. Recording Industry Association of America. URL consultato il 2008-09-03.
      ^ Britney Spears: Biography. TheBiographyChannel.co.uk, (1999). URL consultato il 2007-01-06.
      ^ Record per ‘Baby one more time’ in Bsworld.com. URL consultato il 10-06-2008.
      ^ La Teenager Che Ha Venduto Di Più Nella Storia Musicale in Breatheonbritney.com. URL consultato il 11-06-2008.
      ^ Rolling Stone Magazine http://www.rollingstone.com/artists/britneyspears/photos/collection/photo/75/medium.
      ^ http://en.wikipedia.org/wiki/American_Music_Awards_of_2000#Pop.2FRock_category
      ^ Rock on the Net Editors. Rock on the Net:Britney Spears. rockonthenet.com, (2006). URL consultato il 2006-05-01.
      ^ Stephen Thomas Erlewine. allmusic (Oops!...I Did It Again). allmusic.com
      ^ Richard Skanse. Oops!... She Sold 1.3 Million Albums. Rolling Stone magazine, May 25, 2005. URL consultato il 2007-02-11.
      ^ Platinum Awards of 2000. RIAA, (2000). URL consultato il 2007-09-18.
      ^ Biography of Britney Spears on Always Celebrity. Always Celebrity, (2003). URL consultato il 2007-09-18.
      ^ Britney Spears biograghy from Fox News. FOX News, September 13, 2007. URL consultato il 2007-10-22.
      ^ Teen Queen Britney Knocks King of Pop from No. 1 in Billboard magazine. URL consultato il 2007-08-26.
      ^ Britney's "Britney" Is Tops in Rolling Stone magazine. URL consultato il 2001-11-14.
      ^ Rock on the Net Editors. Rock on the Net:Britney Spears. rockonthenet.com, (2006). URL consultato il 2006-05-01.
      ^ Karen Thomas. Britney maybe one more time. Billboard magazine, March 30, 2006. URL consultato il 2008-08-19.
      ^ Barry David. Shania, Backstreet, Britney, Eminem and Janet Top All-Time Sellers. mi2n.com, February 18, 2003. URL consultato il 2008-09-19.
      ^ Salon editors. The Fix. salon.com, (November 12 2003)
      ^ Sarah Warn. VMA's Madonna-Britney-Christina Kiss: Progress or Publicity Stunt?. afterellen.com, (September 2003). URL consultato il 2007-03-05.
      ^ Associated Press. More On The Britney-Madonna Kiss!. cbsnews.com, September 5, 2003. URL consultato il 2007-03-05.
      ^ CNN. Britney would not kiss another woman besides Madonna. CNN.com, September 4, 2003. URL consultato il 2007-03-05.
      ^ Stylus Magazine - In The Zone Review, November 18, 2003.
      ^ Britney In Her 'Zone' Atop Billboard 200 in Billboard magazine. URL consultato il 2003-11-26.
      ^ Eminem Takes Early 'Encore' To No. 1 in Billboard magazine. URL consultato il 2007-05-07.
      ^ MtvUk. Britney’s Xmas Album. mtvuk.com, (12 luglio 2007)
      ^ Catherine Elsworth. Britney Spears disappoints in MTV comeback. Telegraph.co.uk. URL consultato il 2007-10-08.
      ^ Britney Spears plans comeback at MTV Awards. news.xinhuanet.com. URL consultato il 2007-10-08.
      ^ Dean Goodman. Britney Spears attempts comeback at MTV awards. Yahoo! News. URL consultato il 2007-10-08.
      ^ Billboard Hot 100 chart listings. billboard.com, (October 2007). URL consultato il 2007-10-04.
      ^ Silvio Pietroluongo. 'More' Scores for Britney On Digital, Hot 100 Charts. Billboard.com. URL consultato il 2007-10-03.
      ^ Bill Lamb. Blackout received 4 our of 5 stars from About.com. About.com, (2007). URL consultato il 2007-11-03.
      ^ Margeaux Watson. Blackout gets a B+ from EW.com. EW.com from Entertainment Weekly, October 23, 2007. URL consultato il 2007-11-03.
      ^ Pete Paphides. Britney Spears: Blackout. Times Online, 2007-10-27. URL consultato il 2008-08-01.
      ^ MtvUk. Britney’s Xmas Album. mtvuk.com, (12 luglio 2007)
      ^ MtvUk. Eagles Fly Ahead Of Britney Spears On Billboard 200. mtvuk.com, (7 novembre 2007)
      ^ MtvUk. MTV's European Top 20 - 22.03.08. mtvuk.com, (22 marzo 2008)
      ^ MtvUk. Britney Spears gets into toon. mtvuk.com, (11 marzo 2008)
      ^ rnbjunk.com. Britney Spears a Londra per registrare il video di “Radar”. rnbjunk.com, (6 giugno 2008)
      ^ accesshollywood.com. Britney Spears Heading To England For Music Video Shoot. accesshollywood.com, (5 giugno 2008)
      ^ rnbjunk.com. Britney Spears: la Blackout Era è finita. rnbjunk.com, (6 giugno 2008)
      ^
      ^ RIAA - "Piece of Me" Certification RIAA.com
      ^ No More Blackout Singles
      ^ Producer Taio Cruz Signed On For New Album. Breatheheavy.com, (2008). URL consultato il 2008-07-04.
      ^ http://www.billboard.com/bbcom/news/article_display.jsp?vnu_content_id=1003874105
      ^ http://www.billboard.com/bbcom/news/article_display.jsp?vnu_content_id=1003874105
      ^ http://www.billboard.com/bbcom/news/britney-s-circus-debuts-atop-album-chart-1003921402.story
      ^ People Magazine. Britney Spears Married in Vegas. people.com, (January 3 2004)
      ^ The Smoking Gun. Britney Spears' annulment request. thesmokinggun.com, (2004)
      ^ BBC News Entertainment. Highs and lows of Britney Spears. news.bbc.co.uk, (November 8 2006)

    Voci correlate
    Elenco degli artisti musicali per maggiori vendite
    Kevin Federline
    Justin Timberlake
    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Britney Spears
    Collegamenti esterni
    Britney Spears su Open Directory Project (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Britney Spears")
    (EN) Sito ufficiale
    (EN) Sito della casa discografica di Britney Spears
    (IT) Sito ufficiale italiano
    Portale Biografie
    Portale Cinema
    Portale Musica


    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Britney_Spears"
    Categorie: Biografie | Cantanti statunitensi | Attori statunitensi | Danzatori statunitensi | Nati nel 1981 | Nati il 2 dicembre | Cantanti pop | Cantanti dance pop | Vincitori di GrammyCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 2 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre