Beppe Grillo (62)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Giuseppe Grillo
  • Data di nascita: 21 Luglio 1948
  • Professione: Comico
  • Luogo di nascita: Savignone (GE)
  • Nazione: Italia
  • Beppe Grillo in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Beppe Grillo
  • Wikipedia: Beppe Grillo su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Beppe Grillo
    Giuseppe Piero Grillo - meglio noto come Beppe Grillo - (Genova, 21 luglio 1948) è un comico, attore, attivista e blogger italiano.Tra i blog (diari in rete) in lingua italiana, il suo è quello che riceve il maggior numero di collegamenti da altri ed è il blog più visitato in Italia, nonché uno dei più visitati al mondo (oltre 500mila accessi giornalieri - dati settembre 2007).

    Biografia
    L'inizio della carriera
    Diplomato in ragioneria, si scoprì comico quasi per caso, improvvisando un monologo nel corso di un provino. Un paio di settimane dopo apparve per la prima volta in televisione, scoperto da Pippo Baudo presso il cabaret milanese "La Bullona" e lanciato nel varietà Secondo voi, andato in onda tra il 1977 e il 1978, cui fecero seguito, nel 1979, altre partecipazioni a Luna Park diretto da Enzo Trapani, e a Fantastico.
    Nel 1978 condusse assieme a Stefania Casini, Maria Giovanna Elmi e Vittorio Salvetti, il Festival di Sanremo (in anni successivi, vi partecipò diverse volte, in veste di comico).
    Gli anni Ottanta
    Negli anni Ottanta arrivò il grande successo grazie a trasmissioni come Te la do io l'America (1981, in sei puntate) e Te lo do io il Brasile (1984, in sei puntate), in cui raccontava la sua esperienza personale legata alla visita di Stati Uniti e Brasile, con aneddoti e battute circa la cultura, lo stile di vita e le bellezze di quei luoghi. Negli anni successivi la sua popolarità continuò a crescere, con un'altra trasmissione costruita sulle proprie esperienze personali (Grillometro del 1985) e, dal 1986 al 1988, come testimonial in una decina di spot pubblicitari per una marca italiana di yogurt; con questi spot vince i premi più prestigiosi del settore: Leone d'oro di Cannes, premio ANIPA, Art Director's club, Spot Italia Pubblicità e successo, Gran Premio Internazionale della TV (il Telegatto, vinto per la sesta volta).
    Le sue esibizioni andarono caratterizzandosi, nel tempo, per una crescente quota di contenuti satirici, espressi in forma sempre più diretta e pungente. Nel 1986, durante un varietà televisivo del sabato sera, Fantastico 7, attaccò il Partito Socialista e Bettino Craxi, all'epoca Presidente del Consiglio dei Ministri. Il fatto ebbe come conseguenza l'"allontanamento" di Grillo dalla televisione pubblica.
    Nel cinema lavorò, tra il 1982 e il 1988, come attore in tre film diretti, rispettivamente, da Luigi Comencini, Dino Risi e Francesco Laudadio. Nel 1982, per l'interpretazione nel film di Luigi Comencini, Cercasi Gesù, vince il David di Donatello nella categoria "miglior attore esordiente", e, sempre nel 1982, si aggiudica, per la stessa interpretazione, il Nastro d'Argento sempre nella categoria "miglior attore esordiente".
    Gli anni Novanta
    Archiviati gli anni Ottanta, Grillo si reinventa uomo di spettacolo e inizia a portare sulle scene dei recital dalla forte polemica ambientalista e politica in senso lato. Il primo, intitolato "Buone notizie" è scritto in collaborazione con Michele Serra, e costituisce il suo debutto teatrale. Intanto in Italia scoppia lo scandalo "Mani pulite", e in Rai si insedia un nuovo CdA che riesce a convincere Grillo a tornare in tv. Nasce così il Beppe Grillo show, trasmesso in prima serata su Raiuno dal Teatro delle Vittorie di Roma il 25 novembre e il 2 dicembre 1993. Si rivela un vero e proprio evento televisivo in termini di ascolti (circa 15 milioni di telespettatori a sera), e il grande pubblico conosce il Grillo dalla denuncia vera e forte. Ad oggi, quello show costituisce l'ultima apparizione di Grillo sulle televisioni Rai e Mediaset. Tuttavia nel 1998 i francesi del gruppo Canal Plus, proprietari della televisione a pagamento Telepiù, riportano Grillo in TV, per un monologo di una mezz'ora circa mandato in onda la sera del 31 dicembre, subito dopo il tradizionale discorso di fine anno del Presidente della Repubblica, del quale costituisce una sorta di parodia. Il titolo della trasmissione è Discorso all'umanità ed essa si ripete con le stesse modalità dal 1998 al 2001, senza pubblicità e in chiaro.
    Quando però nel 2002 Telepiù viene venduta a Rupert Murdoch, si interrompe anche questa esperienza televisiva. Il 10 giugno 2002 Grillo dichiara: «Con Murdoch, in Telepiù non accetterò alcun programma. Continuerò a girare per le piazze».

    Sostanzialmente, dunque, gli anni Novanta di Grillo segnano il suo passaggio dai mass media ai teatri e alle piazze, dove egli costruisce un diverso rapporto col pubblico grazie a spettacoli come Cervello e Apocalisse morbida.
    Gli anni Duemila
    Beppe Grillo al V-Day di Bologna.
    Negli anni Duemila si assiste a un'ulteriore evoluzione del modello di comunicazione di Grillo. Pur proseguendo a portare nei teatri i suoi monologhi impegnati, decide di intraprendere una nuova iniziativa, e apre un blog. Grazie a questo nuovo strumento il comico raggiunge una vasta popolarità, a livello nazionale e internazionale, nonostante l'assenza dai mass media italiani tradizionali.
    Nell'ottobre 2005 l'edizione europea del settimanale statunitense Time lo ha eletto tra gli eroi europei dell'anno per gli sforzi e il coraggio nel campo dell'informazione pubblica.
    Nel 2006 ha pubblicato un libro intitolato Tutto il Grillo che conta, un compendio di monologhi e argomenti trattati negli ultimi dodici anni.
    Nel 2006 ha brevemente collaborato con Stefano Montanari (direttore scientifico del Nanodiagnostics di Modena) ed Antonietta Gatti (direttore scientifico del Laboratorio dei Biomateriali dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia), per sensibilizzare l'opinione pubblica a proposito delle ricerche di Montanari e Gatti sugli inquinamenti da nanoparticelle e le nanopatologie. Oltre ad esporre i contenuti ed i risultati di queste ricerche nelle forme tipiche della sua comicità, Grillo ha lasciato spazio a Montanari, che lo ha affiancato in diverse occasioni durante il suo tour per l'Italia, di esporre in modo divulgativo ma rigoroso questa tematica. Grillo ha poi affiancato Montanari in diverse occasioni istituzionali nelle quali il ricercatore emiliano era stato invitato da comitati di cittadini, che si opponevano alla costruzione o all'ampliamento di impianti di incenerimento dei rifiuti, ad esporre in sedi amministrative i rischi collegati alla presenza nel territorio di tali impianti. Grillo ha anche utilizzato il suo blog come piattaforma per promuovere una raccolta fondi per acquistare un nuovo microscopio per la ricerca sulle nanopatologie.
    Oltre a collaborare attivamente nella lotta contro la costruzione degli inceneritori, rilevanti sono i suoi interessi per quanto riguarda le risorse energetiche e le fonti alternative come anche in campo politico ed economico.
    Il 2 ottobre 2006 è stato prosciolto in un processo per diffamazione intentatogli da Mediaset.
    Nel 2006 è uscito il suo nuovo DVD: "Beppe Grillo 2006 Incantesimi", della durata totale di circa 5 ore (nell'edizione da due dischi, dove allo spettacolo Incantesimi si aggiunge una serie di interviste con varie personalità). Durante lo spettacolo, fra le altre cose, Grillo parla di politica, trasporti, di copyright, di termovalorizzatori e di case farmaceutiche. Riguardo all'informazione, oltre all'entusiasmo nei confronti di Internet e dei blog che permettono di saltare il "filtro" degli editori, è presente anche un breve elogio a Wikipedia.
    Il tour 2007, partito il 16 febbraio da Pordenone, ha preso il nome di "Reset".
    Il 13 marzo 2007 Grillo ha annunciato sul suo blog di voler fare l'editore, e ha lanciato la collana beppegrillo.it. I libri saranno tratti dai suoi spettacoli, dalle sue iniziative e dal suo blog; pubblicherà, inoltre, traduzioni di libri non pubblicati in Italia. Il primo libro pubblicato s'intitola: "Schiavi Moderni–Il precario nel Paese delle meraviglie" e raccoglie le storie a lui inviate, tramite il blog, dagli italiani che lavorano da precari. Annunciato anche il prossimo libro per la fine di aprile 2007: "Tutte le battaglie di Beppe Grillo".
    Il 26 giugno 2007 Grillo ha tenuto un discorso di oltre un'ora al parlamento europeo nel quale oltre a parlare di nuove tecnologie, ha discusso anche dei problemi italiani, primo fra tutti il fatto che in parlamento risiedano 25 condannati in via definitiva. Nella stessa occasione ha annunciato l'organizzazione del Vaffanculo Day, un evento che si è tenuto l'8 settembre 2007 nelle piazze di varie città italiane, di fronte ad alcune ambasciate italiane all'estero e trasmesso in diretta soltanto dall'emittente satellitare EcoTv.
    Videomessaggio di Luciano Ligabue durante il V-Day a Bologna.
    Nel corso del "V day", oltre ad informare i cittadini, sono state raccolte circa 340.000 firme per 3 proposte di legge di iniziativa popolare. Il contenuto delle tre proposte di legge è, rispettivamente, il seguente:


      nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale;
      nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature (8 anni). La regola è valida retroattivamente;
      i candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta.

    Le proposte sono state consegnate dal comico il 14 dicembre del 2007 nelle mani del presidente del Senato Franco Marini a Palazzo Madama e un funzionario del Senato le ha protocollate con i nn. 1900 e 1936. Le proposte di legge non sono state prese in considerazione, né discusse per una loro eventuale modifica entro il termine della XV legislatura.
    Il 23 febbraio 2008 si è tenuto a Napoli il Monnezza Day (il giorno del rifiuto), manifestazione di denuncia contro la situazione dei rifiuti in Campania. Durante la manifestazione, Grillo ha sostenuto che per secoli il Sud Italia è stato sfruttato e martoriato. Nonostante la grande partecipazione dei cittadini e il grande appoggio della blogosfera , la manifestazione ha però avuto scarso risalto sui mezzi di informazione tradizionale.
    Il 25 aprile 2008 è la data del 2° V-Day, chiamato V2-Day, dedicato al tema della "libera informazione in libero stato" con la raccolta firme su 3 referendum abrogativi per abolire l'ordine dei giornalisti, i sussidi pubblici all'editoria e la legge Gasparri sul sistema radiotelevisivo. Il fulcro della giornata è stata la manifestazione tenuta a Torino a Piazza San Carlo con la presenza di Beppe Grillo.
    Secondo il Corriere della Sera, il 30 ottobre 2008 a Bologna, in occasione della protesta studentesca nei confronti del ministro Gelmini, Grillo è stato fischiato da alcuni studenti indispettiti dalla sua partecipazione alla manifestazione, in quanto non era gradita la presenza di "primedonne". Il comico genovese ha risposto che «sono cinque o sei, ma hanno perfettamente ragione, è la loro manifestazione e la gestiscono loro. Nonostante tutto siamo con loro».
    Il blog
    Viareggio 2008
    Grillo è autore di un blog aperto il 26 gennaio 2005 (in contemporanea con la prima tappa a Pordenone dell'omonimo tour 2005 Beppegrillo.it), e dal 28 aggiornato quotidianamente. Il blog è primo in Italia per numero di link entranti e tra i primi al mondo (negli ultimi sei mesi arrivato alla nona posizione) secondo Technorati, arrivando a contare una media di 150.000 - 200.000 contatti al giorno. Grillo vi gioca il delicato ruolo di "capo opinionista". Il 14 dicembre 2005 il blog ha vinto il Premio WWW (istituito nel 1997 dal giornale Il Sole 24 Ore e patrocinato dal Ministero per l'Innovazione e le Tecnologie italiano) come miglior sito internet italiano nella categoria "news e informazione".
    Nemmeno Grillo pensava che dopo un anno il suo blog potesse raggiungere tali livelli. Spesso vi pubblica lettere di personaggi illustri (premi Nobel, personaggi dello spettacolo, etc.) anche se alcune di queste risultano poi essere dei falsi, come spiegato più avanti. Bisogna però tener conto che il blog e gli spettacoli di Beppe Grillo sono prodotti dalla Casaleggio Associati (presidente Gianroberto Casaleggio), un'azienda di marketing e strategie di rete. La Casaleggio promuove nuove tecnologie e strategie di pubblicità via internet come, ad esempio, Second Life.
    La decisione di affidare il proprio pensiero ad un blog può essere fatta risalire alle vicende che hanno portato al progressivo allontanamento di Grillo dalle emittenti televisive nazionali. Con l'apertura del suo blog Grillo giunge in breve ad utilizzare la rete come fonte di informazione globale e di dirompente cambiamento sociale:
    Ha fatto invece discutere una presunta lettera di Benedetto XVI a Grillo pubblicata nel blog il 13 gennaio 2007. La lettera infatti era un falso, o meglio un "quasi falso" come annunciato dallo stesso Grillo tre giorni dopo, creato mettendo insieme alcune dichiarazioni del Pontefice e del suo segretario di stato Tarcisio Bertone, amico e concittadino di Grillo, a proposito delle energie rinnovabili. Alcune parti della finta lettera erano infatti palesemente ispirate alla Lectio magistralis tenuta dal papa a Ratisbona il 12 settembre 2006. Lectio divenuta famosa per le proteste suscitate nella comunità islamica a causa di una citazione di una frase dell'imperatore bizantino Manuele II Paleologo a proposito della guerra santa, nella quale frase l'imperatore additava come cattive e disumane tutte le cose portate da Maometto.
    Qualcosa di analogo avvenne il 26 marzo 2008, quando una lettera sulla questione tibetana, attribuita al presidente cinese Hu Jintao e indirizzata, tra gli altri, a Beppe Grillo, Nancy Pelosi e Richard Gere in qualita' di "opinion leaders", apparve sul blog. Tale lettera era in realtà costituita da ampi stralci di un discorso tenuto nel 2001 da Hu Jintao, all'epoca vice-presidente, in occasione dei 50 anni della "liberazione pacifica" del Tibet..
    Il 9 marzo 2008 l'Observer (il domenicale del Guardian) pubblica una classifica dei 50 blog più influenti al mondo: Grillo è al nono posto.
    Le iniziative
    Il simbolo del V-Day.
    Grillo si definisce come un sostenitore della democrazia diretta e delle iniziative dal basso. Queste le iniziative lanciate attraverso il suo blog:
    Via dall'Iraq: durante il suo tour Beppegrillo.it ha invitato gli spettatori a scrivere all'allora presidente della repubblica Ciampi perché si adoperasse per il ritiro delle truppe dall'Iraq in quanto la loro presenza era considerata illegale. Grillo mise anche un link dal suo blog per inviare la mail direttamente.
    Tango Bond: pubblicizzò la sentenza che condannava le banche che avevano consigliato i bond argentini a risarcire i consumatori.
    La ricerca imbavagliata: supporto ad una raccolta fondi per l'acquisto di un microscopio per la ricerca sulle nanoparticelle emesse dagli inceneritori; si trattava di un microscopio elettronico a scansione del costo di circa 350mila euro che i ricercatori si erano visti sottrarre. La raccolta di fondi è andata a buon fine ed un nuovo microscopio è stato acquistato nel marzo 2007.
    Parlamento pulito: Il 22 novembre 2005 ha pubblicato sul quotidiano internazionale International Herald Tribune, con il contributo economico dei visitatori del suo blog, un appello contro la rielezione dei parlamentari italiani ed europei condannati per vari reati in via definitiva.
    Gli schiavi moderni: raccolta delle storie di giovani italiani che hanno vissuto e vivono nel 2006 esperienze di lavoro precario. Le storie sono raccolte in un libro di cui lui stesso è editore: "Schiavi Moderni–Il precario nel Paese delle meraviglie"
    Fazio vattene: il 1° settembre 2005 ha pubblicato, insieme ad altri cittadini, una pagina su la Repubblica in cui si faceva un esplicito appello all'allora governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio affinché desse le dimissioni in seguito allo scandalo sull'OPA Antonveneta.
    Shareaction, riprendiamo Telecom: Grillo ha tentato di organizzare ciò che ha definito un'OPA alla genovese, chiedendo ai comuni cittadini possessori di azioni di Telecom Italia di essere dagli stessi delegato per presentarsi al consiglio di amministrazione dell'azienda di telecomunicazioni e poter "licenziare" lo stesso CdA per ripagare utenti ed azionisti «delle umiliazioni subite in questi anni». Il 16 aprile del 2007 Grillo è effettivamente intervenuto all'assemblea dei soci dell'azienda, svoltasi a Rozzano, parlando a nome dei piccoli azionisti che avevano risposto alla richiesta di Grillo inviandogli migliaia di deleghe. Dal momento che, però, la raccolta di tali deleghe non è stata conforme a quanto disposto agli artt. 136 e seguenti del Testo Unico della Finanza e a quanto indicato agli artt. 134 e seguenti del regolamento attuativo Consob numero 11971 tali deleghe sono risultate non utilizzabili in sede d'assemblea, così che Grillo ha rappresentato solo formalmente, ma non sostanzialmente, i piccoli azionisti. Al termine di un discorso durato circa un quarto d'ora (il massimo consentito), Grillo ha poi chiesto le dimissioni dell'intero CdA.
    Grillo ha dato un rilevante contributo all'iniziativa per l'abolizione dei costi di ricarica dei telefonini in linea con gli altri paesi europei - appoggiando la relativa petizione on-line. Questa iniziativa - che ha riscosso successo in buona parte grazie alla notorietà del blog di Grillo ed ai suoi tour, fino a raggiungere la quota di oltre 820mila firme - ha permesso di ottenere e mantenere vivo l'interessamento della Commissione Europea, dell'Antitrust e dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che hanno indotto il governo a decretare l'abolizione di tale costo tramite un decreto legge firmato da Pier Luigi Bersani.
    Gruppi Meetup: tramite il suo blog, Grillo ha proposto la costituzione di gruppi autogestiti di cittadini, con sede nelle varie città italiane, che rimanendo in contatto tramite la rete internet, ma anche organizzando riunioni periodiche, si occupassero attivamente dei problemi del loro comune o quartiere. All'inizio del 2008 i gruppi erano già più di 300, di cui una trentina nati in città estere, tra cui Parigi, New York. Mosca e Londra.
    V-day (Vaffanculo-Day): una iniziativa che ha avuto luogo davanti ai municipi di oltre 180 città italiane ed in 25 Paesi esteri, l'8 settembre 2007. È stata proposta una legge di iniziativa popolare per "pulire" il Parlamento Italiano, che prevede principalmente: l'impossibilità di un cittadino condannato in via definitiva di candidarsi; il limite massimo di due legislature per ogni cittadino eletto ad una carica politica; il voto ai candidati e non più ai partiti. L'iniziativa ha raccolto 336.144 firme (totale parziale al 15 settembre 2007), ben oltre le 50.000 richieste dalla legge per la validità di una simile iniziativa.
    Il logo e lo slogan del V2-Day.
    Il 2° V-Day, chiamato V2-Day, questa volta contro la "casta" dell'ordine dei giornalisti, si è tenuto il 25 aprile 2008, dopo esser stato annunciato il 27 ottobre 2007, in un suo articolo pubblicato sul suo blog. La nuova iniziativa ha portato come richiesta tre proposte di referendum per: l'abolizione del finanziamento pubblico all'editoria, l'abolizione dell'ordine dei giornalisti, l'abolizione del Testo Unico del 31 luglio 2005 (D.Lgs. 177) che rappresenta oggi il quadro normativo della radiotelevisione.
    Ha aderito come "testimonial" alla Campagna Giù le mani dai bambini contro la somministrazione disinvolta di psicofarmaci ai bambini.
    Il 17 giugno 2008 annuncia il V3-Day sulla Giustizia, con un referendum contro il ddl sulle intercettazioni.
    Critiche e aspetti controversi
    Beppe Grillo nel 2006
    Le critiche rivolte al comico hanno riguardato soprattutto il suo stile di vita: è stato accusato di non essere coerente coi princìpi che dice di sostenere. In particolare è stato detto che possiede una Ferrari e una barca a motore, ma lui ha precisato di averle avute, di aver venduto la barca e di possedere un altro autoveicolo, confermando di avere due case, una a Genova e una in Toscana. Ha inoltre ammesso che il suo legale si è occupato della vicenda di chi vendeva i suoi spettacoli su eBay presentando un esposto alla Procura di Alessandria. Pesanti critiche gli sono state rivolte anche quando si avvalse del cosiddetto "condono tombale" promosso dal governo Berlusconi e da lui più volte criticato in quanto premiava gli evasori. Grillo ha peraltro ammesso apertamente, di fronte ai giornalisti e senza alcuna loro sollecitazione (durante un'intervista tenutasi a margine di un suo spettacolo in piazza a Bologna l'8 settembre 2007, in occasione del V-Day), di aver fruito del suddetto condono, e che esso si riferiva precisamente ad una somma pari a 500 euro.
    Altre critiche gli sono state rivolte per la presunta demagogia delle sue iniziative, e il fatto che egli stesso, condannato in via definitiva per omicidio colposo in seguito a un incidente stradale, voglia che siano esclusi dal Parlamento i condannati «in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale». A tal proposito, tuttavia, va notato come lo stesso comico abbia pubblicamente ammesso il suo status giuridico di pregiudicato nonché precisato in più occasioni che mai si candiderà alle elezioni politiche.
    Un'ulteriore critica rivoltagli riguarda il fatto che nel suo spettacolo "Time out", del 2000, Grillo finiva ogni serata distruggendo un PC mentre ha successivamente cambiato radicalmente idea e afferma ora che tramite internet possiamo fare molto per migliorare il mondo in cui viviamo.
    Nel 1988 la Cassazione lo condannò definitivamente per omicidio colposo a un anno e tre mesi di carcere, poiché giudicato responsabile della morte di due adulti e del loro bambino di 8 anni a seguito di un incidente d'auto, avvenuto il 7 dicembre del 1981, nel quale lui era alla guida. Morirono tutti i passeggeri tranne lui. Nel 2003 patteggiò una multa di quattromila euro al processo che lo vedeva imputato per diffamazione aggravata del premio Nobel Rita Levi Montalcini, che Grillo nel 2001 aveva apostrofato come "vecchia puttana", insinuando che la scienziata torinese avesse ottenuto il Nobel grazie a una ditta farmaceutica amica che materialmente le aveva comprato il premio; Grillo fece ricorso presso la Corte di Cassazione per quanto concerne il pagamento e la liquidazione delle spese legali.


    In una recente intervista al Corriere della sera Dino Risi, che lo ha diretto in un film, ha dichiarato che Beppe Grillo è più attore adesso che quando girava film. Secondo Risi, Grillo non crede affatto a ciò che dice e scrive quotidianamente nel blog.
    Il 9 gennaio 2008, Alessandro Gilioli, caporedattore de L'espresso, ha scritto sul suo blog di aver proposto un'intervista a Grillo. Secondo quanto riferito da Gilioli, il comico ha inizialmente accettato, ma successivamente si è rifiutato di rispondere dopo aver letto le domande ed essersi accorto che le risposte a quest'ultime potevano essere anche solo parzialmente trascritte, incentrate sulle sue critiche ai giornali e averle ritenute indegne. Gilioli ha commentato la vicenda arrivando alla conclusione che Grillo teme il confronto, che "ha una strategia di comunicazione basata sul vittimismo da censura" e che usa lo strumento del blog per evitare appunto il dibattito pubblico. Grillo in seguito, in un'intervista concessa a un magazine risponde alle critiche di Gilioli: "Il giornalista dell'Espresso, mi voleva fare un'intervista che io non avevo voglia di fare: voleva dimostrare qualche cosa che a me non interessava. Io con l'Espresso ho sempre avuto un buon rapporto. Probabilmente era un infiltrato di Panorama che voleva farmi litigare con l'Espresso. Io ho rilasciato interviste dalla Sentinella del Canavese al New York Times. Il numero del New Yorker che esce adesso ha 14 pagine su di me. Però non mi sento obbligato a rispondere sempre e comunque".
    Ultimamente su internet sono apparsi articoli critici nei confronti dell'editore di Beppe Grillo, la società Casaleggio Associati. In marzo 2008 è uscito il libro Webbe Grillo di Gaetano Luca ed Ivan Filice, ex membri dei meetup di Oristano e Monza, in cui si raccolgono tutti i dubbi e le contraddizioni su Beppe Grillo e la Casaleggio Associati, oltre a mettere in risalto le anomalie di alcuni meetup e di alcune liste civiche nascenti. Un altro libro significativo, Ve lo do io Beppe Grillo, uscito ad aprile 2008 e scritto da Andrea Scanzi, biografia non ufficiale ma autorizzata (Scanzi ha più volte intervistato Grillo negli anni), è risultato essere il ritratto giornalistico più credibile e imparziale sul comico-politico genovese. Andrea Scanzi, firma de La Stampa, con Travaglio (vero punto di riferimento per il blogger ligure) è uno dei giornalisti a non avere attaccato a spada tratta Grillo, ma anzi ad avere avuto un atteggiamento accondiscendente e partecipe; da qui alcuni scontri televisivi con grandi avversari di Grillo quali, ad esempio, Filippo Facci, Maurizio Gasparri e Vittorio Sgarbi.
    Il 30 aprile 2008 l'Agenzia delle Entrate ha reso consultabile su internet il reddito imponibile dei cittadini che hanno presentato la propria dichiarazione dei redditi per l'anno 2005, operazione per la quale Beppe Grillo ha contestato le modalità di pubblicazione dei dati. Secondo il Corriere della Sera la reazione di Grillo è stata criticata da alcuni dei suoi sostenitori. Grillo ha poi replicato criticando i giornali che lo hanno attaccato.
    Dai dati dell'Agenzia delle Entrate è emerso che Grillo aveva dichiarato nel 2005 un reddito imponibile superiore a quello di diverse altre personalità. Questo ha dato adito ad alcune critiche su quello che, secondo i detrattori del blog di Grillo, non sarebbe altro che "uno splendido negozio con un sistema di vendita che funziona benissimo", anche se Gad Lerner, generalmente critico nei confronti del comico genovese, ha preso le sue difese su questo punto, sostenendo che "sono soldi guadagnati lecitamente offrendo un servizio unico nel suo genere" .
    Beppe Grillo e il V-Day
    Fra le critiche più articolate al V-Day un articolo di Eugenio Scalfari del 12 settembre 2007 riassume alcune perplessità sul fenomeno del "grillismo". Scalfari critica anche il contenuto delle tre proposte di legge: alcune sono incostituzionali o autoritarie, osserva poi che i difetti della politica sono determinati dal consenso pubblico più che dalle regole, la loro soluzione deve pesare sul senso critico dei cittadini, mentre la richiesta di "soluzioni" per legge soddisfa piuttosto il desiderio di de-responsabilizzarsi dei cittadini.
    Il comico Daniele Luttazzi, in un discusso articolo pubblicato sul sito della rivista MicroMega il 13 settembre 2007: il V-Day "fa acqua da tutte le parti", poiché è assurdo “pensare che una legge possa risolvere la pochezza umana”. Pur offrendo un contributo all'informazione nazionale, Grillo illuderebbe gli ascoltatori con soluzioni demagogiche, politicamente inutili o controproducenti.
    Il Blog
    Il successo del blog di Beppe Grillo è indubbio, anche considerando le centinaia, e a volte migliaia, di commenti che seguono i suoi post. Tuttavia, diversi conoscitori del mondo del web o anche semplici blogger hanno criticato la struttura e l'impostazione del blog del comico genovese: per l'editorialista di Punto Informatico Massimo Mantellini, ad esempio, il blog di Grillo non sarebbe altro che "comunicazione convenzionale con le ballerine del web 2.0 attorno" e arriva a sostenere che "forse, dico forse, Grillo è volontariamente fuori da qualsiasi dinamica di rete"; la mancanza di interazione con gli utenti (Grillo non ha mai risposto ai commenti dei propri lettori) e soprattutto la mancata gestione dei commenti, i quali spesso e volentieri non sono pertinenti con l'oggetto del post correlato, farebbero pensare, secondo i critici, che per Grillo il cosiddetto Web 2.0 non sia niente più che un altro palcoscenico per i suoi spettacoli, ma che egli non sfrutti a fondo le potenzialità che offre rispetto ai media tradizionali.
    Anche il contenuto di alcuni articoli del blog di Grillo è stato oggetto di polemiche: particolarmente controverso, anche fra i suoi lettori, è stato un post dal titolo "I confini sconsacrati" in cui Grillo sostenne che "Un Paese non può scaricare sui suoi cittadini i problemi causati da decine di migliaia di rom della Romania che arrivano in Italia" e che " è un vulcano, una bomba a tempo. Va disinnescata.", additando come responsabili il governo, l'Europa a 25 ed il sistema di Schengen e pubblicando una delle "centinaia di lettere sui rom" che dice di ricevere ogni giorno . Ciò suscitò le proteste di diversi visitatori (che bollarono l'articolo come "filippiche proto-leghiste" e "propaganda anni trenta"), mentre Gad Lerner criticò il comico genovese sostendo di "capace anch’io di prendere applausi solleticando i pregiudizi della gente" , e l'ex ministro della solidarietà sociale Paolo Ferrero commentò che "Chi ha molto ascolto si dovrebbe documentare prima di parlare perché altrimenti non aiuta a risolvere i problemi"; d'altra parte, altri lettori del blog si mostrarono d'accordo con i contenuti del post, e l'ex ministro delle infrastrutture Antonio di Pietro sull'argomento dichiarò: "bisogna rispondere in modo propositivo e cioè assicurando i servizi necessari ai rom. Ma finché questo non sarà garantito dobbiamo regolamentare gli ingressi.", mostrandosi più in sintonia con il messaggio di Grillo. Altro aspetto controverso la sua amicizia con l'ex Ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, che difese a spada nello scandalo dei rifiuti a Napoli, e che intervenne spesso come "amico" nel suo Blog e in interviste televisive.,,,.
    Curiosità
    Leo Pari gli ha dedicato le canzoni "Ho un Grillo per la testa","V-Day, ci sei o non ci sei" e "V-Day 2".
    È stato uno dei pochi, se non l'unico, a promuovere nei suoi spettacoli macchine ad idrogeno. Nel corso del tour 1995 Energia e informazione si mette infatti a fare inalazioni respirando il vapore acqueo che esce da una automobile alimentata ad idrogeno.
    Fu il testimone di nozze del matrimonio tra Fabrizio De André e Dori Ghezzi.
    Nel 1996 ha duettato con Mina nel brano Dottore, incluso nel disco Cremona.
    Una parte di un suo spettacolo è stata inserita nell'album "Stonata" di Giorgia.
    Loredana Berté ha scritto una canzone, mai incisa ma cantata alla trasmissione de La 7 Le invasioni barbariche, dove dice di volerlo "come presidente".
    Filmografia
    Attore cinematografico
    Cercasi Gesù, regia di Luigi Comencini (1982)
    Scemo di guerra, regia di Dino Risi (1985)
    Topo Galileo, regia di Francesco Laudadio (1987)
    Televisione

    Rai


    1977-1978: Secondo voi
    1979: Luna Park
    1979: Fantastico
    1981: Te la do io l'America (in quattro puntate)
    1984: Te lo do io il Brasile (in sei puntate)
    1985: Grillometro
    1986: Fantastico 7
    1988: XXXVIII Festival della canzone italiana
    1989: XXXIX Festival della canzone italiana
    1993: Beppe Grillo Show (2 puntate)

    Telepiù


    31 dicembre 1998: Primo Discorso all'Umanità
    31 dicembre 1999: Secondo Discorso all'Umanità
    31 dicembre 2000: Terzo Discorso all'Umanità
    31 dicembre 2001: Quarto Discorso all'Umanità
    Spettacoli ed eventi pubblici
    1991: Buone Notizie
    1995: Energia e Informazione
    1997: Cervello
    1998: Apocalisse morbida (in collaborazione con Giacinto Auriti)
    2000: Time Out
    2001: La grande trasformazione
    2002-2003: Va tutto bene
    2003-2004: Black out - Facciamo luce
    2004-2005: BeppeGrillo.it
    2006: Incantesimi
    2007: Reset
    2007: V-Day
    2008: V2-Day
    2008: Delirio
    Bibliografia di BeppeGrillo.it
    Schiavi moderni - Disponibile con licenza Creative Commons
    Tutte le battaglie di Beppe Grillo
    La Settimana
    Morti Bianche
    Note

      ^ Classifica aggiornata dei blog italiani Technorati
      ^ Fantastico 7 venne trasmesso tra il 4 ottobre 1986 ed il 6 gennaio 1987; il monologo di Grillo andò in onda il 15 novembre 1986. Fonte: Aldo Grasso, 1992, Storia della televisione italiana, Milano, Garzanti pp.: 467-8
      ^ (EN) Seriously Funny, «Time Europe Magazine», ottobre 2005.
      ^ Una cronaca dettagliata di questi eventi è presente in Montanari, S. Il girone delle polveri sottili. Macro edizioni: 2008.
      ^ Cause perse, «Internazionale.it», 26 ottobre 2006.
      ^ La risposta della rete secondo Google
      ^ La risposta dei media tradizionali secondo Google News
      ^ Il video del V2-day
      ^ Bologna, scontri tra polizia e studenti. Corriere della Sera, 30-10-2008
      ^ Beppe Grillo torna con il blog www.beppegrillo.it e un nuovo spettacolo dallo stesso nome (ANSA)
      ^ Premio WWW
      ^ Grillo, una case history esemplare, Pierluigi Rizzini
      ^ Una lettera dal Vaticano, «Il Blog di Beppe Grillo», 13 gennaio 2007.
      ^ Quasi falso, «Il Blog di Beppe Grillo», 16 gennaio 2007.
      ^ Address by Hu Jintao, President of China«Il Blog di Beppe Grillo», 26 marzo 2008.
      ^ Full Text of Speech By Hu Jintao at Tibet's Peaceful Liberation Anniversary RallyAgenzia di stampa Xinhua, 19 luglio 2001.
      ^ The Guardian
      ^ Intervista ad uno dei ricercatori su attivissimo.net
      ^ Stand up! Clean up! The Parliament..., «Il Blog di Beppe Grillo», 22 novembre 2005.
      ^ Fazio vattene!, «Il Blog di Beppe Grillo», 27 agosto 2005.
      ^ Opa alla genovese, «Il Blog di Beppe Grillo», 3 settembre 2006.
      ^ Norme del TUF sulla raccolta di deleghe
      ^ Norme CONSOB sulla raccolta di deleghe
      ^ Cerca video su Beppe Grillo interviene all'Assemblea Telecom in YouTube
      ^
      ^ corriere.it
      ^ Dichiarazione di Corrado Calabrò (presidente AGCOM)
      ^ http://www.beppegrillo.it/2007/09/le_firme_del_v-day.php
      ^ Video integrale della manifestazione di Bologna del V-Day con Beppe Grillo
      ^ V-day di ieri e di domani.
      ^ Comunicato politico numero quattordici: referendum, «Il Blog di Beppe Grillo», 17 giugno 2008.
      ^ a b c d La paga di Giuda. Beppe Grillo, 16 settembre 2005. URL consultato il 21 settembre 2007.
      ^ Grillo, il «grande moralista» sedotto dal condono tombale il Giornale, 18 novembre 2005
      ^ Annozero, puntata del 20/09/2007
      ^ Cfr. http://151.1.253.1/vaffanculoday/.
      ^ Fonte:Corriere della Sera
      ^ Articolo di Fosca Binker su Italia Oggi del 21/09/2007
      ^ Tra "vaffa" e condanne, Camere tabù per Grillo il Giornale, 05 ottobre 2007
      ^ Corriere della Sera.it «Dino Risi: «Il film con Beppe? Era scarso»».  (consultato in data 24-10-2007).
      ^ Alessandro Gilioli. L'intervista mai fatta a Beppe Grillo. L'espresso - Piovono Rane, 9 gennaio 2008. URL consultato il 9-1-2008.
      ^ Il Ducato. Beppe Grillo, intervista sul nuovo V Day. 26 gennaio 2008
      ^ M. Pamio, Beppe Grillo libero o controllato?, 2007, in: Disinformazione
      ^ Casaleggio Associati, The future of media, 2007, in:
      ^ A.Frenda, Casaleggio, il guru web di Beppe che ama Parsifal e Adriano Olivetti, 2007, in: Corriere.it
      ^ Gaetano Luca Filice "Webbe Grillo", 2008, in:
      ^ Andrea Scanzi, Beppe Grillo, l'avanguardista odiato dalla sinistra in
      ^ Beppe Grillo. La colonna infame. Il Blog di Beppe Grillo, 30 aprile 2008. URL consultato il 2-5-2008.
      ^ Fisco, online i redditi degli italiani. Poi lo stop del Garante: via le liste. la Repubblica, 30 aprile 2008. URL consultato il 2-5-2008.
      ^ Redditi sul Web, Grillo: «È una follia». Ma tra il popolo dei "grillini" è bufera. Corriere della Sera, 30 aprile 2008. URL consultato il 2-5-2008.
      ^ Beppe Grillo. Sono contento. Il Blog di Beppe Grillo, 1 maggio 2008. URL consultato il 2-5-2008.
      ^ Fisco, online i redditi degli italiani. Repubblica, 30 aprile 2008. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Beppe Grillo: tutto il giro d’affari dell’antipolitica. Panorama, 24 aprile 2008. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ In difesa del reddito di Grillo. Blog di Gad Lerner, 2 maggio 2008. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Eugenio Scalfari. L'invasione barbarica di Grillo. la Repubblica, 12 settembre 2007. URL consultato il 19-09-2007.
      ^ Grillo parla ma non blogga. Articolo su radioradicale.it, 20 settembre 2007. URL consultato il 11-1-2009.
      ^ Grillo: «I rom sono bomba a tempo». Corriere della Sera, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ I confini sconsacrati. Blog di Beppe Grillo, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Grillo: "I rom sono una bomba a tempo, sconsacrati dai politici i confini della Patria". Repubblica, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Grillo: «I rom sono bomba a tempo». Corriere della Sera, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Grillo: «I rom sono bomba a tempo». Corriere della Sera, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Beppe Grillo e i rom, vergognati!. Blog di Gad Lerner, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Immigrati, Ferrero: "Grillo dice cose non vere". Padovanews, 6 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Grillo: «I rom sono bomba a tempo». Corriere della Sera, 5 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Immigrati, Ferrero: "Grillo dice cose non vere". Padovanews, 6 ottobre 2007. URL consultato il 29-10-2008.
      ^ Per approfondire, vedi Schönau im Schwarzwald

    Voci correlate
    Parlamento pulito
    V-Day
    V2-Day
    I Grillini
    Casaleggio associati
    Altri progetti
    Wikinotizie
    Wikiquote
    Commons
    Wikinotizie contiene notizie di attualità su Beppe Grillo
    Wikiquote contiene citazioni di o su Beppe Grillo
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Beppe Grillo
    Collegamenti esterni
    Il blog di Beppe Grillo
    Gli articoli di Beppe Grillo su Internazionale
    The New Yorker: Beppe’s Inferno
    Registrazioni audiovideo integrali di Beppe Grillo su RadioRadicale.it
    Scheda su Beppe Grillo dell'Internet Movie Database
    Portale Biografie
    Portale Politica
    Portale Cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Beppe_Grillo"
    Categorie: Biografie | Comici italiani | Attori italiani | Attivisti italiani | Nati nel 1948 | Nati il 21 luglio | Blogger italiani | Cabarettisti italiani | Personalità legate a Genova | Personaggi televisivi italiani | Presentatori del Festival di Sanremo | Umoristi italianiCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 21 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre