Benjamin Netanyahu (61)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 21 Ottobre 1949
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Tel Aviv
  • Nazione: Israele
  • Benjamin Netanyahu in Rete:

  • Wikipedia: Benjamin Netanyahu su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Benjamin Netanyahu in ebraico בִּנְיָמִין נְתַנְיָהוּ, spesso soprannominato Bibi (Tel Aviv, 21 ottobre 1949) è un politico israeliano, primo ministro di Israele dal giugno 1996 al 17 maggio 1999..
    Leader del partito conservatore Likud, è stato il primo e tuttora l'unico dei Primi Ministri Israeliani ad essere nato dopo la fondazione dello Stato di Israele. È stato Ministro delle Finanze fino al 9 aprile 2005, quando rassegnò le dimissioni in segno di protesta contro il piano di ritiro da Gaza messo in atto dal Primo Ministro Ariel Sharon. Netanyahu riottenne la guida del Likud il 20 dicembre 2005. Dal 4 maggio 2006 è il portavoce ufficiale dell'opposizione nella Knesset.Suo fratello Yoni morì nel 1976 durante l'Operazione Entebbe
    Primo Ministro dal 1996 al 1999
    Nel 1996, per la prima volta, gli Israeliani elessero in maniera diretta il loro Primo Ministro. Netanyahu fu eletto dopo un'ondata di attacchi terroristici contro i civili israeliani. Shimon Peres, che era succeduto al Primo Ministro laburista Yitzhak Rabin, assassinato da un colono ebreo estremista, era inizialmente favorito nei sondaggi ma, non essendo riuscito a fermare gli attacchi terroristici, perse rapidamente la fiducia dell'elettorato. Il 3 e il 4 marzo 1996 dei terroristi palestinesi organizzarono due bombardamenti suicidi in cui 32 cittadini israeliani vennero uccisi. Questi due attentati funsero da principale catalizzatore per la caduta di Peres. Differentemente da questo, Netanyahu non aveva fiducia in Yasser Arafat e pose come condizione per ogni progresso nelle trattative di pace che l'Autorità Nazionale Palestinese rispettasse i suoi obblighi, principalmente a riguardo della lotta al terrorismo. Lo slogan della sua campagna fu: "Netanyahu - Per costruire una pace sicura"
    Forse a causa della sua educazione di tipo americano Netanyahu assunse il responsabile politico del Partito Repubblicano Americano Arthur Finkelstein per gestire la sua campagna. Nonostante lo stile all'americana della campagna avesse provocato forti critiche all'interno di Israele esso si provò vincente e il Partito del Likud ottenne il governo. Nel 1999 Ehud Barak seguì uno stile simile e assunse numerosi tecnici americani per sfidare lo stesso Netanyahu.
    Come Primo Ministro Netanyahu negoziò con Yasser Arafat giungendo agli accordi di Wye River. Nonostante il suo approccio alle negoziazioni di pace fosse popolare, fu accusato di tentare di porre in condizione di stallo ogni trattativa.
    Non ci fu infatti nessun progresso nelle trattative di pace con i palestinesi e Netanyahu non riuscì a mettere in atto le tappe che erano state decise negli Accordi di Oslo.
    Nel 1996 Nethanyahu e il Sindaco di Gerusalemme Ehud Olmert decisero di aprire un varco per il tunnel del Muro occidentale. Questo causò tre giorni di rivolte da parte dei palestinesi che causarono perdite sia israeliane che palestinesi.
    Netanyahu fu contrastato dalla sinistra israeliana e perse il supporto della destra a causa delle sue concessioni ai palestinesi a Hebron e per le sue negoziazioni con Arafat. Dopo una lunga serie di scandali e un'inchiesta che lo accusava di corruzione, in seguito archiviata, Netanyahu perse il favore del pubblico israeliano.
    Dopo essere stato sconfitto da Ehud Barak nelle elezioni del 1999 si ritirò temporaneamente dalla politica.
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Benjamin_Netanyahu"
    Categorie: Biografie | Politici israeliani | Nati nel 1949 | Nati il 21 ottobreCategorie nascoste: Stub politica | BioBot

    « Torna al 21 Ottobre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre