Attilio Bertolucci (1911-2000)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 2000
  • Data di nascita: 18 Novembre 1911
  • Professione: Poeta
  • Luogo di nascita: Parma (PR)
  • Nazione: Italia
  • Attilio Bertolucci in Rete:

  • Wikipedia: Attilio Bertolucci su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Attilio Bertolucci (Parma, 18 novembre 1911 – Roma, 14 giugno 2000) è stato un poeta italiano.

    Biografia
    Nasce in una famiglia della media borghesia agraria. Trascorse l'infanzia nel podere di famiglia nella campagna parmigiana.
    Bertolucci conclusi gli studi secondari a Parma ,si trasferì a Bologna per frequentare l'Università di Bologna inizialmente la Facoltà di Giurisprudenza, per poi passare a Lettere,dove si troverà come compagno di corso di Giorgio Bassani,a frequentare le lezioni di Roberto Longhi.
    Pubblicò molto giovane le sue prime raccolte di poesie, ovvero "Sirio" (1929) e "Fuochi in novembre" (1934),
    Nel 1951 si trasferisce a Roma su invito del suo maestro Roberto Longhi, che lo ospiterà a lungo, in un rapporto profondo di amicizia e stima, e lo inviterà a collaborare con Paragone,in seguito scriverà anche nei quotidiani La Gazzetta di Parma e Il Giorno.
    Insegnante di storia dell'arte, documentarista, collaboratore televisivo, ha anche diretto l'importante collana di poesia "La Fenice" dell'editore Guanda. Ha tradotto dal francese e dall'inglese opere di Honoré de Balzac, Charles Baudelaire ed Ernest Hemingway.
    Nel 1955 fu chiamato dal primo presidente dell'Eni, Enrico Mattei a dirigere la rivista aziendale "Il gatto selvatico" (1955-1964) alla quale chiamò a collaborare, accanto a grandi firme del giornalismo, anche poeti e scrittori .
    Il suo "Viaggio d'inverno" del 1971 raccoglie i testi poetici databili 1955-1970, mentre "La camera da letto" (1984 la prima parte, 1988 la seconda) è un interessante poema di carattere narrativo.
    I più recenti volumi pubblicati sono "Le poesie" (1990), "Al fuoco calmo dei giorni" (1991), "Aritmie" (sempre del 1991), "Verso le sorgenti del Cinghio" (1993), "Imitazioni" (1994), "I versi nel tempo" (sempre del 1994) e "La lucertola di Casarola" (1997), ultima opera che il poeta ci ha lasciato prima di morire.
    Attilio Bertolucci, che nel 1975 (dopo la morte di Pier Paolo Pasolini) venne chiamato a dirigere la prestigiosa rivista "Nuovi argomenti", è padre dei registi cinematografici Giuseppe e Bernardo.
    Nel 1997 sono uscite, edite da Mondadori nella collana "I Meridiani" le "Opere" complete a cura di Paolo Lagazzi.
    Note


      ^ Paolo Di Stefano: E il gatto selvatico chiamò a raccolta i poeti. Corriere della Sera, 27 aprile 2006. URL consultato il 11-06-2008.

    Onorificenze
    Cavaliere di Gran Croce
    Voci correlate
    Premio Internazionale di Poesia Attilio Bertolucci
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Attilio Bertolucci
    Collegamenti esterni
    Sito del club amici degli autori a lui dedicato
    Alcune sue poesie
    Altra biografia


    Portale Biografie
    Portale Letteratura

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Attilio_Bertolucci"
    Categorie: Biografie | Poeti italiani del XX secolo | Nati nel 1911 | Morti nel 2000 | Nati il 18 novembre | Morti il 14 giugno | Personalità legate a Parma | Artisti parmensi | Cavalieri di Gran Croce OMRICategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 18 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre