Arnoldo Mondadori (1889-1971)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1971
  • Data di nascita: 2 Novembre 1889
  • Professione: Imprenditore
  • Luogo di nascita: Poggio Rusco (MN)
  • Nazione: Italia
  • Arnoldo Mondadori in Rete:

  • Wikipedia: Arnoldo Mondadori su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Da sinistra, Alberto Mondadori, Nini Bompiani, Arnoldo Mondadori e Valentino Bompiani
    Arnoldo Mondadori (Poggio Rusco, 2 novembre 1889 – Milano, 8 giugno 1971) è stato un editore italiano.

    Biografia
    Arnoldo smette di studiare dopo la quarta elementare (non arriva dunque alla licenza elementare) ed inizia a lavorare in una drogheria. Comincia, così, la carriera di venditore, a diretto contatto con la gente. Presta la propria opera in casa del proprietario della drogheria Ai coloniali, svegliando i figli, vestendoli e accompagnandoli a scuola. Lavora sodo per un breve periodo a Mantova, scaricando casse e facendo il venditore ambulante. Passa tuttavia ben presto a lavorare in una cartoleria come tipografo e nel 1907 realizza la sua prima pubblicazione, dando inizio all'attività che lo renderà famoso in Italia e nel mondo.
    Nel 1911 conosce Tomaso Monicelli, il quale, reduce da un trionfante esordio teatrale, si era rifugiato ad Ostiglia, dove nel 1912 aveva fondato "La Sociale", embrione di quella che diventerà la casa editrice Arnoldo Mondadori Editore. Grazie all'amicizia e all'assidua collaborazione con Monicelli, conosce anche la sorella di quest'ultimo, Andreina, che sposerà nel 1913. Tomaso Monicelli aveva con sé il figlio illegittimo avuto da Elisa Severi, Giorgio, che verrà poi cresciuto dalla stessa Andreina.
    La casa editrice
    La storia della Mondadori inizia, a Ostiglia, con la pubblicazione nel 1907 del periodico anarco-socialista educazionista Luce! e poi con la pubblicazione del primo libro, Aia Madama di Tomaso Monicelli (nel 1912); viene anche creata la prima collana, La Lampada, che è dedicata alla letteratura per l'infanzia.

    Nel 1933 esce la collana Medusa, i cui libri hanno tutti la stessa copertina profilata di verde. Diventa subito un oggetto di culto per il magro popolo dei lettori italiani.

    Nel 1965 la Mondadori dà vita ad una rivoluzione, quella degli oscar. Per la prima volta i libri, in formato tascabile, si compravano in edicola, ogni settimana un titolo. Fu un grande successo commerciale.
    Curiosità
    Il soprannome di Arnoldo Mondadori era Incantabiss (incantatore di serpenti) per la sua grande capacità persuasiva.
    Onorificenze
    Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana
    — Roma, 27 dicembre 1965.
    Bibliografia
    Enrico Decleva, Arnoldo Mondadori, UTET, 2007
    Enrico Decleva, Arnoldo Mondadori, Mondadori (Oscar storia), 2007
    Collegamenti esterni
    Gruppo Mondadori
    Il Cummenda e l'Incantabiss - Storia di Mondadori e Rizzoli La storia siamo noi - Rai Educational
    Note


      ^ Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Arnoldo Mondadori

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Arnoldo_Mondadori"
    Categorie: Biografie | Editori italiani | Nati nel 1889 | Morti nel 1971 | Nati il 2 novembre | Morti l'8 giugno | Fondatori di impresa | Cavalieri di Gran Croce OMRI | Personalità legate a MilanoCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 2 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre