Antonio Meucci (1808-1889)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1889
  • Data di nascita: 13 Aprile 1808
  • Professione: Scienziato
  • Luogo di nascita: Firenze (FI)
  • Nazione: Italia
  • Antonio Meucci in Rete:

  • Wikipedia: Antonio Meucci su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Antonio Meucci
    Antonio Santi Giuseppe Meucci (Firenze, 13 aprile 1808 – Staten Island, 18 ottobre 1889) è stato un inventore italiano, celebre principalmente per l'invenzione del telefono.

    Biografia
    Nato a San Frediano, quartiere popolare di Firenze, studiò all'Accademia di Belle Arti del capoluogo toscano lavorando in seguito come impiegato alla dogana e come tecnico di scena al Teatro della Pergola, dove conoscerà la futura moglie, Ester Mochi.
    Coinvolto nei moti rivoluzionari del 1831, imprigionato a causa delle sue convinzioni politiche, Meucci è costretto a lasciare il Granducato di Toscana e ad emigrare a Cuba, dove nel 1835 accetta un lavoro al Teatro Tacon dell'Avana. Successivamente, quando il teatro va a fuoco e si ritrova senza lavoro, è costretto a lasciare Cuba e si dirige verso gli Stati Uniti, dove arriva nel 1850.
    Giunto a New York, Meucci è fondatore di una fabbrica di candele (nella quale lavorerà Giuseppe Garibaldi anch'egli Libero Muratore come Meucci) e attorno al 1854 costruisce il primo prototipo di telefono, allo scopo di poter mettere in comunicazione il suo ufficio con la camera da letto dove la moglie è costretta da una grave malattia. Di questo esperimento incarica il suo amico artista Nestore Corradi di disegnargli uno schizzo che rappresenta una delle prove principali della paternità dell'invenzione di Meucci. L'invenzione del telefono prende spunto da un sistema precedente, che aveva creato quando lavorava a teatro: si trattava di un sistema di tubi che trasportava il suono da una parte all'altra del palco, in modo da poter impartire le istruzioni agli operai dalla cabina di regia.
    Successivamente la fabbrica di candele fallisce e Meucci si trova improvvisamente in difficoltà finanziarie, ma nel frattempo continua a sviluppare la sua invenzione. Costretto a vivere con l'aiuto degli amici, non ha abbastanza soldi per brevettare il telettrofono (come lo aveva chiamato); nel 1871 fonda assieme ad altri italiani co-finanziatori la Telettrofono Company e riesce ad ottenere solo un brevetto temporaneo che va rinnovato di anno in anno al prezzo di 10 dollari (riuscirà a rinnovarlo solo fino al 1873). Prova a proporre la sua invenzione ad una compagnia telegrafica di New York, ma le potenzialità del telefono non vengono intuite. Il 7 marzo 1876 Alexander Graham Bell brevetta il "suo" telefono: Meucci gli intenterà causa, ma, ormai in bancarotta, ha persino problemi a comprarsi da mangiare. Nel 1887 la causa si conclude con la vittoria di Bell, sulla base del fatto che secondo il giudice, Meucci avrebbe inventato il telefono meccanico e Bell quello elettrico, che era oggetto del brevetto. L'11 giugno 2002 il Congresso degli Stati Uniti riconosce il lavoro di Meucci nell'invenzione del telefono.
    Brevetti
    Targa a ricordo di Meucci, Palazzo delle Poste Centrali (Firenze)
    Oltre al trasferimento elettrico della voce, Meucci inventò e brevettò molti altri strumenti basati su processi chimici e meccanici.
    Per mancanza di soldi, non poté fare un normale brevetto per il suo telefono (il trasferimento elettrico della voce), ma fu costretto a presentare un brevetto non definitivo, da rinnovare ogni anno al prezzo di 10 dollari. Per un brevetto definitivo gli furono chiesti più di 200 dollari, ma Meucci non riuscì a racimolarne più di 20.
    Altri brevetti:
    1871 US Patent No. 122,478 "Bevande frizzanti," bevande frizzanti a base di frutta e vitamine che Meucci trovò utili durante il suo ricovero causato dalle ustioni subite durante l'esplosione del Westfield ferry.
    1872 - Improved method of manufacturing effervescent drinks from fruits
    1873 US Patent No. 142,071 "Condimento per pasta e altri cibi". In accordo con Roberto Merloni, General Manager della STAR (Agrate - Milano).
    1873 - Improvement in sauces for food
    Lista dettagliata di brevetti (in inglese):
    Riconoscimenti
    Per oltre un secolo, ad eccezione che in Italia, Alexander Graham Bell è stato considerato l'inventore del telefono. Grazie al lavoro di ricerca di Basilio Catania, recepito dalla Federazione Italiana di Elettrotecnica tale certezza è stata messa in discussione a livello internazionale. L'11 giugno 2002 il Congresso degli Stati Uniti, con la risoluzione 269, ha riconosciuto che se Meucci avesse avuto i soldi per pagare il caveat del 1871, Alexander Graham Bell non avrebbe potuto acquistare il brevetto; e che il lavoro di Antonio Meucci nell'invenzione del telefono deve essere riconosciuto. Nel 1940 il regista Enrico Guazzoni gira un film "Antonio Meucci, il mago di Clifton" con protagonista Luigi Pavese. Nel 1970 la RAI produsse uno sceneggiato dal titolo Antonio Meucci cittadino toscano contro il monopolio Bell, con Paolo Stoppa nel ruolo di Meucci. Nel 2005 la RAI ha prodotto una fiction su Meucci: Meucci - L'italiano che inventò il telefono.
    A Meucci è dedicata un'aula presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano e il Liceo Scientifico Statale di Ronciglione (Viterbo).
    Testo della risoluzione
    H. Res. 269

    In the House of Representatives, U.S.,

    June 11, 2002.

    Whereas Antonio Meucci, the great Italian inventor, had a career that was both extraordinary and tragic;

    Whereas, upon immigrating to New York, Meucci continued to work with ceaseless vigor on a project he had begun in Havana, Cuba, an invention he later called the 'teletrofono', involving electronic communications;

    Whereas Meucci set up a rudimentary communications link in his Staten Island home that connected the basement with the first floor, and later, when his wife began to suffer from crippling arthritis, he created a permanent link between his lab and his wife's second floor bedroom;

    Whereas, having exhausted most of his life's savings in pursuing his work, Meucci was unable to commercialize his invention, though he demonstrated his invention in 1860 and had a description of it published in New York's Italian language newspaper; Whereas Meucci never learned English well enough to navigate the complex American business community;

    Whereas Meucci was unable to raise sufficient funds to pay his way through the patent application process, and thus had to settle for a caveat, a one year renewable notice of an impending patent, which was first filed on December 28, 1871;

    Whereas Meucci later learned that the Western Union affiliate laboratory reportedly lost his working models, and Meucci, who at this point was living on public assistance, was unable to renew the caveat after 1874;

    Whereas in March 1876, Alexander Graham Bell, who conducted experiments in the same laboratory where Meucci's materials had been stored, was granted a patent and was thereafter credited with inventing the telephone;

    Whereas on January 13, 1887, the Government of the United States moved to annul the patent issued to Bell on the grounds of fraud and misrepresentation, a case that the Supreme Court found viable and remanded for trial;

    Whereas Meucci died in October 1889, the Bell patent expired in January 1893, and the case was discontinued as moot without ever reaching the underlying issue of the true inventor of the telephone entitled to the patent; and

    Whereas if Meucci had been able to pay the $10 fee to maintain the caveat after 1874, no patent could have been issued to Bell

    Now, therefore, be it

    Resolved, That it is the sense of the House of Representatives that the life and achievements of Antonio Meucci should be recognized, and his work in the invention of the telephone should be acknowledged.

    Attest:

    Clerk.
    Note


      ^ National Archives and Records Administration, College Park, MD - RG60, File 6921-1885, Box 10, Folder 1
      ^ Link
      ^ Link
      ^ Vito Fossella's 2002 Press Release on Resolution 269

    Voci correlate
    Alexander Graham Bell
    Giuseppe Garibaldi
    Meucci - L'italiano che inventò il telefono (miniserie Tv)
    Collegamenti esterni
    Meucci Antonio inventore Puntata della trasmissione La Storia Siamo Noi - RAI Educational
    Basilio Catania's Work on Antonio Meucci (in inglese)
    Federazione Italiana di Elettrotecnica's Sala Antonio Meucci
    Dossena Tiziano Thomas, Meucci, Forgotten Italian Genius, Bridge Apulia USA N.4, 1999, (in inglese)
    Dossena Tiziano Thomas, Meucci, the Inventor of the Telephone, Bridge Apulia USA N.8, 2002, (in inglese)
    Museo dedicato ad Antonio Meucci e Giuseppe Garibaldi a Staten Island, (in inglese)
    Sito ufficiale del Comitato Nazionale per le Manifestazioni per il Bicentenario della Nascita di Antonio Meucci, aprile 2008 - Aprile 2009(in italiano ed inglese)
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Meucci"
    Categorie: Biografie | Inventori italiani | Nati nel 1808 | Morti nel 1889 | Nati il 13 aprile | Morti il 18 ottobre | Personalità legate a Firenze | Italiani emigrati negli Stati Uniti | MassoniCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 13 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre