Antonio Conte (41)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 31 Luglio 1969
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Lecce (LE)
  • Nazione: Italia
  • Antonio Conte in Rete:

  • Wikipedia: Antonio Conte su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo schermidore e campione olimpico, vedi Antonio Conte (schermidore).
    Antonio Conte (Lecce, 31 luglio 1969) è un allenatore di calcio e ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Attualmente allena il Bari.

    Carriera
    Calciatore

    Club


    Centrocampista centrale, cresce calcisticamente nella squadra della sua città, il Lecce, con cui debutta in Serie A il 6 aprile 1986 in Lecce-Pisa 1-1. Nel novembre 1991 arriva alla Juventus, dove diviene sin da subito un punto fermo della squadra.
    È Trapattoni l'allenatore che lo lancia nel grande calcio, ma è con Lippi che si toglie lo sfizio di vincere numerosissimi trofei. Pochi mesi dopo quello storico successo, in seguito alle partenze di Vialli e Ravanelli, diventa capitano della squadra per le sue evidenti caratteristiche temperamentali, grinta e determinazione, che ne fanno un leader. I rapporti con Lippi non sono sempre facili ed a volte non è titolare, pur senza fare polemiche.
    Diventa insostituibile con Ancelotti in panchina, ma l'età avanza e dal 2001/02, anno in cui la sua fascia di capitano passa a Del Piero, i titolari nel centrocampo a quattro voluto dal rientrante Lippi sono Tacchinardi e Davids. Eppure la sua esperienza e la sua grinta gli permettono di essere ancora importantissimo per la squadra.
    Gioca poco solo nella stagione 2003/04, al termine della quale lascia la Juventus, con cui ha collezionato in campionato 296 presenze e 28 gol e con cui ha vinto numerosi trofei, fra cui 5 scudetti, 1 Champions League ed 1 Coppa Intercontinentale.

    Nazionale


    Con la Nazionale italiana ha preso parte al Mondiale 1994 e all'Europeo 2000, venendo sconfitto in finale in entrambe le competizioni.
    All'Europeo 2000 parte titolare al centro del centrocampo, insieme ad Albertini. Viene da un'ottima stagione alla Juve e lo dimostra anche in azzurro: alla prima partita segna con una spettacolare rovesciata alla Turchia. È parte integrante di quella bella Italia, ma nei quarti di finale contro la Romania subisce un brutto infortunio a causa di un violento fallo di Hagi.
    Allenatore
    Nel 2005-2006 inizia la sua carriera da allenatore come vice di Luigi De Canio al Siena.

    Nella stagione successiva diviene l'allenatore dell'Arezzo, squadra di Serie B che comincia il campionato con 6 punti di penalizzazione. Esonerato il 31 ottobre 2006, è richiamato il 13 marzo 2007 quando riesce a condurre l'Arezzo ad una notevole rimonta in classifica, sfiorando la salvezza, obbiettivo che sarebbe stato ampiamente raggiunto se non avesse vinto la sua prima partita in panchina soltanto al 14° tentativo (nella prima parentesi in Toscana aveva conseguito 5 pareggi e 4 sconfitte, e al suo ritorno la vittoria arrivò il 13 aprile 2007 dopo 1 pareggio e 3 sconfitte).
    Il 28 dicembre 2007 diventa il nuovo allenatore del Bari dopo le dimissioni di Giuseppe Materazzi, riaprendo nuovi attriti con i tifosi salentini i quali lo accolgono al derby con cori offensivi sin da fuori lo stadio. Quella con i galletti pugliesi è per lui la seconda esperienza sulla panchina di una squadra di serie B. L'obiettivo da raggiungere è una salvezza tranquilla e l'obiettivo della sua squadra è quello di essere arbitro di promozioni o retrocessioni, per poi gettare le basi per un futuro da protagonista nella stagione successiva. Amato dai tifosi del capoluogo pugliese per l'umiltà e la signorilità con le quali svolge il suo lavoro, è diventato a tutti gli effetti l'idolo della tifoseria barese.
    Più volte infatti, a partita in corso, i tifosi della Curva Nord, sono propensi a dedicargli cori di stima e apprezzamento, indipendentemente dal risultato finale, a dimostrazione dell'affetto incondizionato che questi nutrono nei confronti di un campione intramontabile e indiscusso, da tutti riconosciuto e stimato per la propria eleganza.
    Il 17 agosto 2008, l'odio della tifoseria leccese nei confronti di Conte sfocia in una brutale aggressione di gruppo, avvenuta in località Spiaggiabella (a pochi chilometri da Lecce): all'uscita di una partita di calcetto, viene colpito con un pugno al volto e aggredito con spranghe, e viene salvato solo dall'intervento delle persone presenti. Nonostante la brillante e onorata carriera, Conte viene costantemente disprezzato e umiliato proprio dai tifosi di quel Lecce a cui ha dato impegno e prestigio.
    Nonostante ciò, per la stagione 2008-2009, conferma l'impegno con il Bari, con coraggio e determinazione. Nella stessa stagione è stato più volte accostato alla panchina della Juventus che sarebbe meta gradita per sua stessa ammissione.
    Palmarès
    Club

    Competizioni nazionali


    Campionato italiano: 5

    Juventus: 1994/95, 1996/97, 1997/98, 2001/02, 2002/03

    Coppa Italia: 1

    Juventus:1994/95

    Supercoppa italiana: 4

    Juventus: 1995, 1997, 2002, 2003

    Competizioni internazionali


    Coppa UEFA: 1

    Juventus: 1992/93

    UEFA Champions League: 1

    Juventus: 1995/1996

    Supercoppa UEFA: 1

    Juventus: 1996

    Coppa Intercontinentale: 1

    Juventus: 1996

    Coppa Intertoto: 1

    Juventus: 1999

    Nazionale
    Vicecampione del Mondo nel Campionato mondiale di calcio 1994
    Vicecampione d'Europa nel Campionato europeo di calcio 2000


    Onorificenze
    Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
    — 12 luglio 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.
    Note

      ^ «Intervista ad Antonio Conte». pianetaazzurro..it, 12-03-2008. URL consultato il 29-11-2008.
      ^ Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Antonio Conte



    Collegamenti esterni
    FIGC - Statistiche in Nazionale






    v • d • m
      Nazionale italiana · Coppa del Mondo FIFA 1994  
    1 Pagliuca · 2 Apolloni · 3 Benarrivo · 4 Costacurta · 5 P. Maldini · 6 F. Baresi · 7 Minotti · 8 Mussi · 9 Tassotti · 10 R. Baggio · 11 Albertini · 12 Marchegiani · 13 D. Baggio · 14 Berti · 15 A. Conte · 16 Donadoni · 17 Evani · 18 Casiraghi · 19 Massaro · 20 Signori · 21 Zola · 22 Bucci · CT: Sacchi
    v • d • m
      Nazionale italiana · Campionato d’Europa UEFA 2000  
    1 Abbiati · 2 Ferrara · 3 Maldini · 4 Albertini · 5 F. Cannavaro · 6 Negro · 7 Di Livio · 8 A. Conte · 9 F. Inzaghi · 10 Del Piero · 11 Pessotto · 12 Toldo · 13 Nesta · 14 Di Biagio · 15 Iuliano · 16 Ambrosini · 17 Zambrotta · 18 Fiore · 19 Montella · 20 Totti · 21 M. Delvecchio · 22 Antonioli · CT: Zoff
    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Conte"
    Categorie: Biografie | Allenatori di calcio italiani | Calciatori italiani | Nati nel 1969 | Nati il 31 luglio | Personalità legate a Lecce | Calciatori campioni del mondo di club | Calciatori campioni d'Europa di club | U.S. Lecce | Juventus | Associazione Calcio Siena | AC Arezzo | Associazione Sportiva Bari | Cavalieri OMRICategorie nascoste: Da controllare calcio | Da controllare - ottobre 2008 | BioBot

    « Torna al 31 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre