Adriana Poli Bortone (67)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 25 Agosto 1943
  • Professione: Politica
  • Luogo di nascita: Lecce (LE)
  • Nazione: Italia
  • Adriana Poli Bortone in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Adriana Poli Bortone
  • Wikipedia: Adriana Poli Bortone su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Adriana Poli Bortone (Lecce, 25 agosto 1943) è una politica italiana, inoltre è Presidente dell'agenzia per i beni culturali euromediterraneo, vice-presidente nazionale ANCI, vicesindaco di Lecce ed è stata Parlamentare Europeo nella V e VI Legislatura.

    Carriera accademica
    Nel 1967 divenne docente ordinario di latino e greco presso il Liceo Classico "Palmieri" di Lecce, dal 1968 assistente alla cattedra di Letteratura Latina della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Lecce, quindi dal 1985 Professore associato di Letteratura Latina presso l'Università degli Studi di Lecce. Oggi in pensione dall'Università
    Carriera politica
    Nel 1967 viene eletta Consigliere comunale del capoluogo salentino nella lista del Movimento sociale italiano oggi Alleanza Nazionale. Da allora è stata sempre riconfermata fino alla elezione a Sindaco di Lecce nel 1998. Nel maggio del 2002 viene rieletta Sindaco con il 68,9 per cento di voti.
    Deputato al Parlamento italiano per la prima volta nel 1983, viene riconfermata nel 1987, 1991, 1994 e nel 1996. Nel 1994 viene eletta Vicepresidente della Camera dei Deputati nominata, successivamente, Ministro delle Risorse agricole, alimentari e forestali del primo Governo Berlusconi. Sulla base di tale esperienza è stata la presentatrice della proposta di legge di costituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta sul dissesto della Federconsorzi
    È stata eletta Deputato al Parlamento europeo nel 1999 nella lista di Alleanza nazionale per la Circoscrizione Sud, aderendo al gruppo Uen-Unione per l'Europa delle Nazioni. È stata membro della Commissione per le Politiche regionali, trasporti e turismo e titolare della Delegazione interparlamentare per le relazioni con il Sud-Est d'Europa.
    Durante il mandato come Deputato al Parlamento italiano è stata capogruppo in Commissione Cultura, componente della Commissione di Vigilanza RAI, Vicepresidente della Commissione speciale per le Telecomunicazioni, Vicepresidente della commissione d'inchiesta sulla Federconsorzi; componente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, componente della Commissione Speciale Pensioni; membro dell'esecutivo della Commissione Interparlamentare; è stata componente della Commissione Autorizzazioni a procedere e della Commissione Politiche dell'UE.
    Nell'ambito di Alleanza nazionale è stata Segretaria nazionale femminile dal 1981 al 1994 e componente dell'esecutivo nazionale ininterrottamente dal 1981 al 2000. In An è stata responsabile delle Politiche per il Mezzogiorno, delle relazioni con le categorie produttive e del Dipartimento Agricoltura.
    Dopo la costituzione degli Ambiti Territoriali Ottimali, nell'ottobre 2002 è stata nominata presidente dell'Ato Le/1.
    Nel giugno 2004, con 93.000 preferenze, viene rieletta nel partito di AN per la Circoscrizione Sud, Deputato al Parlamento Europeo, aderendo al gruppo Uen-Unione per l'Europa delle Nazioni. Nell'ambito del nuovo mandato europeo è stata nominata Vicepresidente della Delegazione per l'Albania, Bosnia-Erzegovina, Serbia e Montenegro; componente le Commissioni Ambiente e Politiche Regionali; componente dell'Assemblea Euromediterranea.
    Nel dicembre 2004 il Consiglio Nazionale dell'Anci la nomina vice presidente vicario dell'Associazione e componente del Comitato Direttivo.
    Nel luglio 2005 il presidente nazionale di An Gianfranco Fini la nomina Coordinatrice regionale del partito in Puglia.
    Nel febbraio del 2007 le viene affidato il compito di costituire e dirigere la Scuola nazionale per la formazione dei quadri dirigenti di Alleanza Nazionale.
    Nel maggio 2007 termina il suo secondo mandato di Sindaco del Comune di Lecce e viene eletta consigliere comunale nelle file di Alleanza Nazionale con 2240 preferenze. Da luglio 2007 è la Vice Sindaco e Assessore alla Cultura, Politiche Comunitarie e Fascia Costiera.
    Nell'aprile 2008 viene eletta senatrice nel governo Berlusconi.
    È Presidente dell'Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo.
    Il rinvio a giudizio
    Nel giugno 2008 Adriana Poli Bortone è stata rinviata a giudizio , insieme al sindaco di Lecce Paolo Perrone (anche lui del Popolo della Libertà) ed ad altre otto persone, con l'accusa di abuso d'ufficio. Le indagini riguardano l'inchiesta su presunti intrecci tra mafia e politica a Lecce. Secondo le accuse, nel 2002 la Poli Bortone e Paolo Perrone (all'epoca rispettivamente sindaco e vicesindaco di Lecce), affidarono in via diretta una serie di lavori pubblici ad una cooperativa legata alla Sacra corona unita.
    Note
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Scheda personale al Parlamento europeo
    Note: sul sito del Parlamento europeo non è presente la Dichiarazione di interessi finanziari di Adriana Poli Bortone

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Adriana_Poli_Bortone"
    Categorie: Biografie | Politici italiani del XX secolo | Politici italiani del XXI secolo | Nati nel 1943 | Nati il 25 agosto | Politici del Movimento Sociale Italiano-Destra Nazionale | Politici di Alleanza Nazionale | Europarlamentari italiani | Ministri della Repubblica Italiana | Sindaci italianiCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 25 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre